In Lombardia il sistema deve cambiare: valorizzare competenze e non fedeltà politica

Plurime irregolarità nell’affidamento di incarichi esterni di consulenza legale in Lombardia Informatica ed eccessivo utilizzo dello spoil system sul complesso del corpo dirigenziale della giunta regionale. Sono due affermazioni molto forti contenute nella relazione della Corte dei conti sulla gestione del bilancio della Regione Lombardia.
Affermazioni che non ci sorprendono. La corte dei Conti evidenzia un problema reale, ma non nuovo sul quale abbiamo ripetutamente puntato l’attenzione. In primo luogo l’eccessivo ricorso a consulenze ed incarichi esterni anziché valorizzare le competenze che non mancano nel personale regionale. Inoltre la dirigenza della Regione, come delle Asl e degli ospedali e delle aziende regionali troppo spesso è stata selezionata non sulla base del merito e della competenza, ma in virtù della fedeltà a un partito o a una corrente. È un sistema che non funziona e che va cambiato.
È significativo che in una fase di incertezza come questa nel sistema regionale allargato si stiano tentando operazioni per perpetuare ruoli di vertice che si vedono messi a rischio dal cambio di maggioranza in Regione. Ultimo caso, fermato, in tempo, è stato quello di Lombardia Informatica, ma altri potrebbero accadere.

Enrico Brambilla, consigliere regionale del Pd 

1 comment

  1. Pingback: Manager regionali: cambiare i criteri di selezione




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>