Bene la decisione del governo: si vota il 10 e 11 febbraio 2013

Il governo ha deciso correttamente di indire le elezioni regionali entro tempi ragionevoli: 10 e 11 febbraio 2013. Il coro del centrodestra in favore dell’election day non ha senso. Se si votasse anche per le regionali in aprile avremmo in Lombardia un interregno di ordinaria amministrazione di sei mesi durante i quali non sarebbe possibile effettuare scelte importanti per i cittadini e in cui continuerebbe a governare una giunta transitoria politicamente delegittimata. Non è un caso se la legge indica in tre mesi il tempo previsto tra lo scioglimento del Consiglio e le elezioni. Tra Formigoni che chiedeva di votare a metà dicembre e chi nel centrodestra chiede di votare ad aprile la decisione più corretta l’ha assunta il governo, ed è un risultato ottenuto anche grazie al Pd e ai parlamentari lombardi che hanno chiesto con forza che così avvenisse.

Sara Valmaggi (PD) vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>