Beffa per le persone disabili: tutto per i fini elettorali di Formigoni

Formigoni  inizia la campagna elettorale e per le persone disabili arriva una bella beffa. A  lanciare la denuncia sono i gruppi regionali di Pd e Sel: il 22 ottobre scorso Formigoni ha inviato una lettera  a sua firma  alle famiglie dei disabili lombardi in cui annunciava  “un’iniziativa volta a sostenere la famiglia e la persona attraverso un aiuto concreto, per fronte alla spesa sostenuta per il servizio sociale”. Nella missiva Formigoni spiegava anche che  per conoscere l’entità del contributo è necessario contattare i Comuni. Peccato però che i municipi non siano stati in alcun modo informati e non sappiano neppure cosa rispondere agli utenti.
L’iniziativa è finanziata con i 30 milioni di euro stanziati dalla Giunta il 25 luglio scorso dopo le proteste dei disabili, cifra che per altro non si sa ancora se sarà  mantenuta nel 2013. Le risorse sono state ricavate dalla giunta tagliando ai Comuni i fondi già a loro destinati da una precedente circolare  per pagare  ai gestori dei servizi le rette sostenute dai disabili. In sostanza si tolgono risorse  ai servizi per annunciare che saranno erogate direttamente agli utenti. E qui al danno si somma la beffa. I gestori dei servizi infatti, non avendo alcuna certezza sulle risorse, che  non  arrivano più dai Comuni, hanno già annunciato un aumento delle rette dal 1 gennaio prossimo. (Nella foto una manifestazione di qualche mese fa davanti alla Regione)
La gestione centralista della Regione Lombardia può essere funzionale alla campagna elettorale ma non ai  bisogni dei cittadini. Come hanno  sottolineato anche Anci Lombardia, Forum del terzo settore, Spi Cgil, e  sindacati della Lombardia in una  lettera all’assessore regionale alla famiglia, Pellegrini, la necessità è quella di una programmazione partecipata a livello territoriale per dare risposte efficaci alle fragilità sociali ed evitare che, come sta accadendo, le persone restino sole con il loro  bisogno.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>