Piano aria? Un gol in zona Cesarini e con un grosso dubbio: i finanziamenti

Il Piano aria della Regione? È una misura emanata in fretta e furia. E non dimentichiamo che arriva soltanto in seguito alla decisione del Consiglio di Stato di dar torto a Regione Lombardia e ragione all’associazione Genitori antismog che ha presentato un esposto.
Meglio tardi che mai, potremmo dire, ma in questo modo Formigoni fa approvare un Piano dell’aria a fine legislatura, con una Giunta se non balneare quanto meno sciistica, impegnando i futuri governi per gli anni a venire.
Va sicuramente valutato in relazione ai contenuti che sembrano quelli che da anni noi suggerivamo, ma, appunto, arrivati fuori tempo massimo. Un gol in zona Cesarini e con un grosso dubbio: l’entità e la disponibilità di finanziamenti per un programma che sembra ambizioso e impegnativo.

Giuseppe Villani e Pippo Civati, consiglieri regionali del Pd

1 comment

  1. Dire che è stato fatto solo per un ricorso significa prendere in giro le decine di tecnici che ci hanno lavorato.
    Vi sono aspetti tecnici innovativi ma vi è una miopia politica, questo si.
    Forse anche noi su certi aspetti, avremmo dovuto essere più dalla parte dei tecnici che solo oppositori.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>