Ticket: proclami sui giornali e obbedienza in Giunta. È la Lega che abbaia e non morde

Abbaia, ma non morde. Pochi giorni fa Lega era tornata al solito refrain su ticket sanitari. Una delle richieste, già avanzate più volte da Salvini, consisteva infatti nell’abbassamento dei ticket. «Quando Formigoni dice che non ci sono soldi per abbassare i ticket che i lombardi pagano sui farmaci, dice una cavolata – aveva detto giovedì il capo della Lega in Lombardia – I soldi ci sono e la Lega dimostrerà anche dove».
Ma la Lega in poche ore non ha saputo evidentemente dimostrarlo e tenere fede alle solite promesse. Venerdì 26 ottobre, l’approvazione di una delibera di Giunta sulla compartecipazione alla spesa sanitaria andava esattamente nella direzione opposta rispetto alle promesse di Salvini.
Se sino ad oggi infatti i disoccupati, i cittadini in cassa integrazione straordinaria, i cittadini in trattamento di cassa integrazione in deroga e i cittadini in contratto di solidarietà, avevano diritto all’esenzione dei ticket per la diagnostica e la farmaceutica, dal primo novembre, ne avranno diritto solo se il loro reddito familiare risulta pari o inferiore a 20 mila euro.
La Lega, insomma, fa proclami sui giornali e poi, nella prima seduta utile, obbedisce in Giunta. Mentre Salvini continua a predicare l’abolizione dei ticket per le fasce di reddito più svantaggiate e fa la voce grossa con Formigoni assicurando che per aumentare la fascia di esenzione alla compartecipazione sanitaria i soldi si trovano, in Giunta la stessa Lega fa passare una delibera che, a partire dal primo novembre, vede diminuire le fasce di esenzione.
Noi avevamo invece proposto di abbassare i ticket per tutte le famiglie al di sotto dei 30 mila euro e di applicare il principio della progressività per le altre fasce, rendendo così la compartecipazione sanitaria più equa.
Alessandro Alfieri, consigliere regionale PD

>>>>TICKET PIU’ BASSI: LA NOSTRA PROPOSTA

2 comments

  1. Pingback: Ticket: chi ha di più paga di più, chi ha di meno paga di meno. Dpvrebbe essere così!

  2. Pingback: Caro Salvini, la Lega non è più credibile




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>