Troppi pochi logopedisti nelle Asl per i bambini con problemi di apprendimento

Il personale medico specializzato nella cura del disturbo dell’apprendimento dei bambini nelle Asl lombarde è numericamente insufficiente per far fronte alle richieste delle famiglie. Un problema serio che abbiamo portato all’attenzione dell’assessore regionale alla Sanità Luciano Bresciani con un’interrogazione a risposta immediata.
Secondo rilievi effettuati dalle organizzazioni dei genitori presso le Asl si sono riscontrate difficoltà legate al numero insufficiente di personale qualificato che non è in grado di soddisfare le numerose richieste di intervento. La scarsa presenza di logopedisti genera rallentamenti nelle prestazioni del servizio causando veri e propri ‘colli di bottiglia’ per le unità operative ospedaliere della neuropsichiatria infantile.
Diagnosticare il prima possibile disturbi legati all’apprendimento nei bambini è fondamentale. La carenza di personale allunga sensibilmente le liste di attesa obbligando molte famiglie a rivolgersi a centri privati sostenendo spese rilevanti.
L’assessore in Aula ha confermato che il problema esiste. Mi auguro che la Regione intervenga il prima possibile per eliminare questa stortura dimostrando nei fatti che l’eccellenza nella sanità lombarda esiste davvero.

Francesco Prina, consigliere regionale PD




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>