Nuove nomine in sanità? Logiche politiche più che valutazione delle professionalità

I nuovi incarichi affidati a diversi direttori generali di Asl e aziende ospedaliere lombarde? Un giro di valzer che non ha niente a che fare con la valutazione effettiva dei risultati e delle professionalità in campo. Probabilmente risponde piuttosto alle nuove logiche di equilibrio politico interne alla maggioranza. Continuiamo a ripetere la necessità di rivedere complessivamente il sistema sia delle nomine che delle verifiche dei risultati, ma per fare questo è necessario un cambio di marcia politico.

Sara Valmaggi, vicepresidente del Consiglio regionale




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>