Mozione di sfiducia, ancora una volta Lega “di lotta” solo a parole

Crediamo che la coerenza non sia tra le principali doti del neosegretario leghista Salvini. Oggi spiega che domani voteranno contro la mozione di sfiducia al Presidente Formigoni, ma poi lo invita a dimettersi da commissario per Expo.
Gli rinnova la fiducia in Regione, ma gli dice di occuparsi dei lombardi e non di Expo come se questa non fosse una straordinaria opportunità per Milano e per la Lombardia.
È evidente che Salvini sa che questa giunta non è più in grado di governare, non ha più né la credibilità né l’autorevolezza per farlo, e tenta di fare il partito di lotta e di governo che prende le distanze a chiacchiere, ma continua a sostenere Formigoni nei fatti. Comunque Salvini non si preoccupi: se domani non dovesse passare la mozione di sfiducia, presenteremo noi una mozione per impegnare il Presidente ad abbandonare il suo ruolo in Expo visto che non è in grado di svolgerlo. Da ieri sappiamo di poter contare sul voto dei leghisti.

Franco Mirabelli, consigliere regionale del PD


1 comment

  1. ciro ramaschiello 7 giugno 2012 at 15:31 -

    Certo che non abbiamo di che vantarci,
    visto l’assenza per vacanza del capogruppo del Pd, Luca Gaffuri, primo firmatario del provvedimento.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>