Ombretta Colli, meglio che pensi alla sua incompatibilità

Ombretta Colli si preoccupa delle vacanze in barca degli italiani, ma non della sua incompatibilità: doppio incarico di senatrice della Repubblica e di sottosegretario di Formigoni. Tolga dall’imbarazzo l’istituzione e la classe politica, già nel mirino e questi comportamenti non aiutano, e decida se deve fermarsi a Roma o seguire il suo incarico per la moda e design. Chissà che non ne risollevi le sorti…
Avevamo già chiesto espressamente alla Giunta Formigoni di pronunciarsi sull’incompatibilità della Colli con una question time presentata in Consiglio regionale. Tecnicamente, aveva spiegato in Aula, “la legge regionale n. 33/2008 all’articolo 16 dispone che ai sottosegretari nominati ai sensi dell’articolo 25, comma 5, dello Statuto d’Autonomia della Lombardia si applicano le cause di incompatibilità stabilite per i componenti della Giunta regionale” e “l’articolo 122 della Costituzione, al comma 2, stabilisce incompatibilità tra l’appartenenza ad una delle due Camere del Parlamento e Consiglio o Giunta regionale.
Ma al di là degli aspetti tecnici, ci sono motivazioni etiche. In questi momenti le parole in politica devono essere seguite dall’azione. Lei ha detto che si dimetteva: con responsabilità, adesso, di fronte ai cittadini e a un sistema al collasso, deve rispettare il suo impegno. I titolari di posizioni pubbliche devono operare con la massima trasparenza per contrastare il generalizzarsi del discredito che rischia di montare contro le istituzioni e la stessa democrazia. Invece, l’unica preoccupazione della signora Colli, sembra quella di sminuire l’attenzione di media e opinione pubblica sui comportamenti di Formigoni, sostenendo che sia normale per chiunque farsi la vacanza in barca. E lo dice di fronte ai dipendenti di una delle centinaia di aziende italiane in crisi. Incredibile!

 

Arianna Cavicchioli, consigliere regionale del Pd

 




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>