Dote formazione, bandi aperti e poi chiusi in pochi minuti. Strano, ma vero

Bandi aperti e chiusi in pochi minuti. E nel mezzo pure un bel blackout informatico. Il sospetto che viene a chi deve partecipare è sempre e solo uno: a usufruire dei finanziamenti saranno i soliti amici.
Succede da anni con i bandi di Regione Lombardia e si è ripetuto puntualmente anche oggi, mercoledì 18 aprile, quando, in mattinata si è aperta la procedura on line per gli operatori accreditati dalla stessa Regione per i servizi all’istruzione e formazione professionale che intendevano candidarsi a ottenere finanziamenti per realizzare percorsi formativi per assistenti familiari.
Si tratta del primo dei due bandi che la Giunta Formigoni ha approvato per realizzare percorsi formativi per assistenti familiari, volti al rafforzamento delle loro competenze e quindi alla tutela delle persone bisognose che decidono di avvalersi di queste figure.
Più di qualche operatore ci ha chiamati per far sapere che dopo l’apertura del bando c’è stata un’enorme difficoltà a procedere con le pratiche e poi, quando il sistema è ripartito, era già stato tutto assegnato. E il sospetto di chi è rimasto tagliato fuori, considerato che non è la prima volta che succede, è che in questo modo si vogliano favorire sempre i soliti enti. Ci auguriamo che la Giunta possa chiarire l’accaduto e che le procedure siano riviste affinché tutti possano concorrere all’assegnazione dei pochi fondi disponibili.

Fabio Pizzul, consigliere regionale del Pd

1 comment

  1. Pingback: Blackout bandi della Dote formazione, chiediamo spiegazione alla Regione




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>