Dimissioni di Boni e immediata elezione di un nuovo presidente

Dimissioni  di Boni ed elezione di un nuovo presidente. Questo quanto chiedono, a seguito dell’avviso di garanzia  emesso dalla Procura  di Milano nei confronti del presidente del Consiglio regionale, Davide Boni, il vicepresidente Sara Valmaggi e il consigliere segretario, Carlo Spreafico e il capogruppo Pd Luca Gaffuri e il segretario regionale Maurizio Martina.

A tutela dei lavori del Consiglio e  ad autotutela del presidente Boni stesso, che, ci auguriamo, possa dimostrare la sua estraneità ai fatti, chiediamo le sue dimissioni immediate . Alla maggioranza chiediamo di farsi responsabilmente carico  della situazione e di eleggere  in tempi brevi un nuovo presidente, questo per consentire al Consiglio di poter  continuare nei lavori.
Ricordiamo che il calendario delle sedute è fitto già dalle prossime settimane e   il rischio reale, in queste condizioni, è che restino pesantemente condizionate.
Ribadiamo che quella di oggi è l’ennesima dimostrazione del fatto che questa legislatura è giunta al suo capolinea.
Sara Valmaggi e Carlo Spreafico

Occorre andare presto al voto e ridare la parola agli elettori. Boni è l’ennesimo ex assessore di Formigoni colpito da un’indagine della magistratura. Dalle bonifiche alle cave, dalla sanità ai centri commerciali, emergono fatti gravi sui maggiori campi di competenza della Regione. L’inchiesta su Boni è anche un duro colpo alla Lega, perché Boni è un suo esponente di primo piano, a cui sono stati affidati ruoli importanti.
Per rispetto dell’istituzione Boni si deve dimettere subito dalla presidenza del Consiglio regionale
. Lo invitiamo a fare un passo indietro, per ridare serenità all’Aula e per garantire quel decoro che Boni stesso ha più volte richiesto.
Luca Gaffuri

Pdl e Lega che governano da anni Regione Lombardia devono guardare in faccia una situazione politica ormai insostenibile, aggravata oggi dalla vicenda che ha interessato il Presidente del Consiglio regionale. La maggioranza non può pensare di tirare a campare come se nulla fosse: lo ribadiamo con forza al Presidente e alle forze politiche del centrodestra. Occorre aprire una fase nuova di totale rinnovamento dell’istituzione regionale, e per fare questo servono subito nuove elezioni richiamando tutti i cittadini a scegliere i nuovi amministratori della più importante regione del Paese.
Maurizio Martina




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>