Entro due mesi inizieremo a scrivere la nuova legge elettorale: grazie al Pd e alle opposizioni

Entro sessanta giorni il Consiglio regionale della Lombardia inizierà l’iter di approvazione della nuova legge elettorale lombarda. È l’impegno che il Consiglio regionale della Lombardia si è preso oggi votando all’unanimità una mozione presentata dal Partito democratico con Idv, Sel e Udc il cui scopo è la riforma della legge elettorale abolendo il listino bloccato, riconoscendo la rappresentanza di genere e di tutti i territori, tenendo fermo il numero massimo di 80 consiglieri. Il Consiglio si riserva di ragionare sul merito delle proposte, ma ciò che rimane è, finalmente, l’avvio della riforma, finora sempre osteggiata.
La riforma della legge elettorale è necessaria e noi lo sosteniamo dall’inizio di questa legislatura. Occorre approvare una norma che abolisca il listino bloccato, istituto che è ormai pesantemente screditato, e ridia ai cittadini la possibilità di scegliere tutti i propri rappresentanti. Occorre anche mettere fine ai tripli e quadrupli mandati per il presidente, accogliendo in modo inequivocabile il limite dei due mandati già contenuto nella legga nazionale. Abbiamo compiuto un passo, ora vigileremo che si arrivi presto e bene ad approvare la nuova legge.

1 comment

  1. Pingback: PDL e Lega bloccano la discussione sulla legge elettorale




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>