Sì alle liberalizzazioni di Monti, ma il commercio ha già dato. La Regione si muova

È stata approvata all’unanimità in Consiglio regionale la mozione sulle competenze regionali in materia di commercio. Presentata dalla Lega Nord, è stata poi in Aula sostanzialmente modificata dalle richieste del Pd e impegna la Giunta ad attivarsi, come hanno già fatto Toscana e Veneto e coordinandosi con loro, per ricorrere alla Corte Costituzionale rivendicando l’esclusiva competenza regionale sul commercio.

Con questa mozione vogliamo dare una risposta alle preoccupazioni che provengono dalle associazioni di categoria e dire con chiarezza che non siamo contro le liberalizzazioni del Governo Monti, ma che il piccolo e medio commercio hanno già dato, raccogliendo la sfida da tempo. Inoltre rispondiamo anche all’appello degli enti locali che devono poter esercitare la loro funzione principale, in materia di commercio locale, che è quella della regolamentazione degli orari.
Secondo quanto votato oggi dal Consiglio regionale lombardo, dunque, la nuova normativa statale derivante dalle liberalizzazioni sarebbe lesiva della tutela della concorrenza e potrebbe portare sul territorio un calo delle attività già provate dalla contingenza della crisi dei consumi.

Arianna Cavicchioli, consigliere regionale PD




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>