Non si discute di legge elettorale: così vogliono Pdl e Lega

Lega e PDL fanno mancare il numero legale in Consiglio per non discutere la mozione urgente dell’opposizione che chiedeva la riforma della legge elettorale. Il documento, corredato dalle firme di PD, IDV, Sel e UDC chiedeva di sottoporre entro sessanta giorni al Consiglio regionale una proposta di riforma della legge elettorale contenente l’abolizione del listino bloccato, la rappresentanza di tutti i territori, l’accesso paritario alle liste elettorali e l’equilibrata rappresentanza di genere.
Pdl e Lega, al momento della discussione della mozione urgente immediatamente precedente, hanno chiesto la verifica del numero legale dopodichè tutti i consiglieri di maggioranza in Aula non hanno premuto il tasto della presenza. Risultato, seduta sciolta e tutto rinviato.
Pdl e Lega fuggono a gambe levate dalla discussione sulla legge elettorale – commenta il capogruppo del PD Luca Gaffuri -. Vogliono conservare il più possibile la legge che contiene il listino bloccato, che non riporta espressamente il limite di due mandati per il presidente e che non garantisce la rappresentanza di tutti i territori. Tutto ciò che rimanda alle elezioni, a parte qualche sterile proclama domenicale, Pdl e Lega lo vedono come fumo negli occhi”.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>