Caso Ponzoni: una nuova legge elettorale e poi subito al voto

Il centrodestra ha un grave problema di credibilità che rischia ogni giorno di coinvolgere sempre di più tutta l’istituzione regionale. È un tema politico di assoluto rilievo che non può essere minimizzato e di cui si dovrebbe prendere atto con senso di responsabilità: lo diciamo al presidente Formigoni e a PDL e Lega.
Bisogna urgentemente rinnovare l’istituzione regionale tornando a fare esprimere i cittadini. Non ha più senso tirare a campare: occorre approvare in poche settimane una nuova legge elettorale senza più listini bloccati e andare al voto nel più breve tempo possibile.
Il PD, con Sel e il Partito Pensionati, chiese nell’estate 2010 con una mozione a Ponzoni di dimettersi dall’ufficio di presidenza del Consiglio regionale. Pdl e Lega bocciarono la mozione a voto palese il 14 settembre 2010.
Maurizio Martina, segretario regionale PD  e Luca Gaffuri, capogruppo in Consiglio regionale dopo le notizie relative al mandato d’arresto per l’ex assessore regionale, oggi consigliere segretario dell’ufficio di presidenza del Consiglio regionale, Massimo Ponzoni.

La situazione in cui si è venuto a trovare l’ufficio di presidenza del Consiglio regionale della Lombardia con  l’arresto dei due componenti del Pdl (Nicoli Cristiani e Ponzoni) rende impossibile il suo funzionamento. Perciò riteniamo inopportuna la sua convocazione sino a quando non saranno sostituiti. Peraltro è necessario che lo stesso Ponzoni rassegni le dimissioni dall’incarico, così come ha fatto a suo tempo Nicoli Cristiani. E’ evidente che si è creata una situazione molto grave che mette a repentaglio la credibilità della stessa istituzione. E’ dovere  della maggioranza  assumersi totalmente la responsabilità  di uscire da questa situazione. Per questo abbiamo chiesto al presidente Boni di  convocare l’ufficio di presidenza solo per gli atti strettamente necessari allo svolgimento delle attività istituzionali e del Consiglio.
Sara Valmaggi, vicepresidente Consiglio regionale e Carlo Spreafico, consigliere segretario Consiglio regionale




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>