Costi della politica: errore di Pdl e Lega non votare l’innalzamento a 65 anni per i vitalizi

La legge sui costi della politica votata oggi al Pirellone chiude il lavoro fatto in questi cinque mesi trascorsi dalla presentazione della nostra prima proposta di legge nel giugno scorso.
Siamo soddisfatti delle novità che la legge prevede: abolizione dei vitalizi, abolizione dei trattamenti di fine mandato, taglio delle indennità mensili e abolizione dei rimborsi viaggio extra regione.
Si tratta di scelte giuste, soprattutto in questo momento. È stato invece un grave errore di Pdl e Lega non votare il nostro emendamento che chiedeva l’innalzamento a 65 anni per poter accedere al vecchio vitalizio. Mentre il Paese è chiamato ad affrontare sacrifici enormi, in particolare sul fronte delle pensioni, la Lega e il Pdl rifiutano di inserire una norma che avrebbe contribuito a migliorare il testo togliendo quello che di fatto rimane un privilegio.
È invece positivo che sia stato accolto il nostro ordine del giorno che chiede a Formigoni di non avvalersi più dei quattro sottosegretari.
La legge stabilisce l’abolizione dei vitalizi e del trattamento di fine mandato, il taglio del 10% delle indennità dei consiglieri dal primo gennaio 2012 e l’uso dei parametri Istat per aggiornare le retribuzioni oggi agganciate a quelle dei parlamentari. Aumenta inoltre la trattenuta sulla diaria per ogni seduta mancata dal singolo consigliere (da 1/18 a 1/12).

Maurizio Martina segretario regionale del PD, primo firmatario del primo dei tre progetti di legge, depositato il 28 giugno scorso, che hanno portato al testo approvato oggi

1 comment

  1. Pingback: Sai che c’è di nuovo? I vitalizi aboliti grazie a una legge fortmente voluta dal PD




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>