Autismo: porteremo nuovamente il tema nella discussione sul bilancio regionale

In Lombardia si stimano circa 150mila persone affette da autistimo: tutti loro hanno bisogno di diagnosi precoce e di presa in carico. E’ un problema che le istituzioni devono affrontare congiuntamente. Per fare il punto della situazione e una ricognizione sugli ultimi strumenti legislativi abbiamo organizzato un convegno sull’autismo a cui hanno partecipato numerose le associazioni e le famiglie, che chiedono alla Regione un Piano operativo di intervento volto anche al perseguimento di una legislazione regionale specifica e coerente con la Carta dei diritti delle persone con autismo e secondo le linee guida nazionali appena divulgate.

Come ci hanno chiesto tutte le persone oggi intervenute serve consapevolezza e presa in carico da parte delle istituzioni, non interventi spot o singole azioni. Oltre alla necessità di una maggiore integrazione tra interventi sociali e sanitari. La sindrome dell’autismo ha bisogno di percorsi omogenei e unitari e dell’individuazione di modelli organizzativi che facciano riferimento a precisi protocolli diagnostici. Per questo il nostro prossimo impegno come opposizione sarà quello di riproporre il tema in sede di bilancio, alla fine dell’anno, affinché la voce autismo abbia un capitolo dedicato e un’autonomia finanziaria non soltanto sperimentale

7 comments

  1. Redazione 13 novembre 2011 at 11:58 - Author

    Caro Gianni, il video completo non ci sarà, ma forniremo gli atti del convegno e un breve video di sintesi.

  2. Redazione 14 novembre 2011 at 10:42 - Author

    @Gianni Papa da Gian Antonio Girelli, Consigliere regionale

    Pur facendo notare che il convegno di Sabato è nato su iniziativa di un gruppo “politico”, quello del PD in Regione Lombardia, voglio comprendere i toni dei commenti apparsi su questo blog.
    Certo quando si organizza qualcosa, a cose fatte si colgono tutte le lacune e gli errori, dimenticandosi le motivazioni e i risultati che si volevano conseguire.
    Da parte di “noi” politici, in questo caso più che mai persone abituate a vivere, lavorare ed essere chiamate democraticamente a rappresentare i cittadini, vi è stata la volontà di affrontare con decisione il tema comprendendo tutti i ritardi e le colpevoli omissioni fino ad ora praticati dalle istituzioni.
    Lo abbiamo fatto cercando di dare voce a più soggetti possibili, riservandoci come PD uno spazio minimo proprio perché non era la nostra vetrina, ma la volontà di mettere in evidenza il tema. E’ vero è mancato lo spazio per un dibattito vero. Nella nostra previsione avrebbe dovuto esserci tempo. Ne terremo conto nelle prossime occasioni, ma per favore criticate, proponete, fate quello che volete, ma non giudicate a “priori” chi, fra le altre cose, fa rappresentanza politica. Non serve a nulla. Non serve certo a trovare possibili risposte.
    A presto.

  3. Pingback: Grandissima la partecipazione al convegno sull’autismo. Ecco i nostri impegni (VIDEO)

  4. Risposta di Gianni Papa: se Girelli ha ben compreso quello che dice la “lettrice” che ha inviato il post ad autismoincazziamoci (cioè che è tutto a carico delle famiglie) ed è disposto ad impegnarsi per sollevare i genitori delle persone autistiche da questo fardello, troverà in me un acceso sostenitore: sono anche pronto ad iscrivermi al PD.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>