Risorse, l’assessore conferma le difficoltà. E ora rischia anche la sanità

«Le parole dell’assessore Colozzi confermano che il quadro è fosco. Con questi tagli l’attuazione del federalismo è ormai pesantemente compromessa e difficilmente le Regioni potranno far fronte a settori determinanti per i cittadini come i trasporti, la spesa sociale e, ormai questo è il timore, anche la sanità».
Così i consiglieri regionali Enrico Brambilla e Luca Gaffuri commentano le dichiarazioni rilasciate oggi in commissione dall’assessore regionale al bilancio Romano Colozzi, che ha illustrato il Documento strategico annuale e il provvedimento di applicazione del patto di stabilità territoriale in favore dei comuni.
«Ad oggi le Regioni hanno per il 2012 solo un quinto delle risorse necessarie a onorare i contratti di servizio per il trasporto pubblico locale, su ferro e su gomma, con rischi concreti di ricadute anche legali. Ancora più dura la fotografia sul sociale, dove i trasferimenti destinati ai comuni e ai piani di zona attraverso le Regioni sono oggi azzerati. E preoccupa molto anche la previsione dell’assessore secondo cui il prossimo settore che sarà toccato dal governo sarà quello della sanità, finora rimasta indenne ad eccezione dell’introduzione del ticket. A questo punto ogni documento di programmazione, come quello discusso oggi in commissione, non ha più valore, per questo abbiamo chiesto, senza risultato, che venisse riscritto».




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>