PDL e Lega vadano nelle stazioni a spiegare perché è giusto tagliare un treno su due

Invitiamo i parlamentari lombardi di PDL e Lega, che hanno detto sì a questa manovra, a un pubblico dibattito nelle stazioni ferroviarie, ovviamente all’ora di punta. Potranno così spiegare per quale motivo per salvare le casse dello Stato si debba arrivare a tagliare un treno su due, peraltro dopo aver tagliato già le risorse al punto da favorire un aumento del costo di biglietti e abbonamenti di quasi un quarto in sei mesi.
La manovra correttiva dei conti pubblici taglia le risorse per il trasporto pubblico di 1,2 miliardi di euro, dopo averle già contratte significativamente per l’anno in corso.
I deputati e i senatori di Lega e Pdl dovranno spiegare perché i pendolari, già colpiti dalla crisi, dovranno subire altre vessazioni per il fallimento dell’azione del Governo.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>