I pendolari stanno già pagando un servizio ferroviario sotto la media europea

Per il viceministro alle infrastrutture Roberto Castelli il trasporto pubblico locale deve reperire “risorse proprie e camminare con le proprie gambe”?
Si vede che i dati del governo non siano aggiornati. I pendolari lombardi, infatti, stanno già pagando a peso d’oro un servizio ferroviario qualitativamente non altezza, nonostante nei mesi scorsi sia stato applicato un aumento pari al 23% con la promessa di miglioramento dell’offerta. Non è avvenuto niente di tutto questo ma al contrario si è verificata una riduzione significativa delle corse in alcune città lombarde.
Alla luce di ciò non è assolutamente pensabile un ulteriore aumento delle tariffe nel 2012 visto che a conti fatti le tariffe lombarde sono in linea con quelle europee nonostante non lo sia altrettanto il servizio.

Stefano Tosi, consigliere regionale PD

(Il video della nostra diretta web sul tema dei trasporti e degli aumenti)




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>