Filippo Penati annuncia le dimissioni dalla presidenza del Consiglio regionale

La comunicazione di Filippo Penati

Ribadisco la mia totale estraneità ai fatti che mi sono contestati, mentre rilevo che non cessano le ricostruzioni parziali, contraddittorie e false indotte da altre persone coinvolte nella vicenda.
Sono accusato con una montagna di calunnie da due imprenditori inquisiti in altre vicende giudiziarie che cercano così di coprire i loro guai con la giustizia.
Non ho mai preso soldi da imprenditori e non sono mai stato tramite di finanziamenti illeciti  ai partiti a cui sono stato iscritto.
Ora il mio primo obiettivo è quello di recuperare la mia onorabilità, di restituire serenità alla mia famiglia e non voglio che la  mia vicenda e la conseguente martellante campagna mediatica creino ulteriori problemi al mio partito.
Per questo ho comunicato oggi al segretario Pierluigi Bersani la decisione di autosospendermi da tutte le cariche che attualmente ricopro nel Partito democratico.
Sono convinto che riuscirò a chiarire tutto e confido di poterlo fare nel più breve tempo possibile forte della consapevolezza di non aver commesso alcun reato.
Subito dopo aver ricevuto l’avviso di garanzia  mi sono autosospeso dalla  vice presidenza del consiglio regionale.
Ho fin da allora considerato l’autosospensione un fatto transitorio e di breve periodo confidando in un rapido chiarimento della mia posizione . Oggi di fronte all’enorme  risalto  è improbabile pensare ancora  ad una rapida chiusura dell’intera vicenda. Il prevedibile allungarsi dei tempi mi impone quindi di fronte alla necessità di non privare i gruppi consiliari di minoranza del vice presidente in loro rappresentanza.
Pertanto è mia intenzione trasformare la mia autosospensione in dimissioni.
Comunicherò la mia decisione e ne spiegherò le ragioni  al gruppo Pd e agli altri gruppi di minoranza.

——————————————

“Filippo Penati ha assunto decisioni di grande responsabilità sia verso il Partito democratico che nei confronti del Consiglio regionale della Lombardia. La sua scelta di autosospendersi dagli incarichi di partito (e dunque dalle direzioni nazionale, regionale e provinciale) è un atto impegnativo. Così come dimostra un alto senso delle istituzioni la decisione di dimettersi dall’Ufficio di presidenza del Consiglio lombardo. Nel sottolineare l’importanza di questi ulteriori passi non scontati, vogliamo ribadirgli l’auspicio che tutto possa chiarirsi positivamente e nel più breve tempo possibile”.

Maurizio Martina segretario regionale del Pd e Luca Gaffuri, capogruppo in Regione Lombardia

2 comments

  1. Pingback: Qualunquemente? NO, Coerentemente! | Partito Democratico - Ferno

  2. Pingback: Penati indagato per corruzione anche per quote Serravalle :: Gaia Gallery




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>