Trasporti, tariffe e servizi: ecco il video della diretta web

La nostra diretta web dedicata al tema del trasporto locale, dell’aumento delle tariffe, della qualità del servizio e delle proposte per migliorare la vita di pendolari e viaggiatori.
Se avete domande e curiosità scriveteci un commento qui sotto e vi rispondiamo in diretta.
Qui trovate i commenti e le domande che ci avete già scritto
.

La prima parte

Aumenti nei trasporti? No, grazie from PDLombardia on Vimeo.

La seconda parte finale dedicata al tuor delle province e al trasporto locale di Milano


M
ateriale di approfondimento

Dati, analisi e proposte
Tour delle province: le foto

Delibera aumenti tariffe – 6 luglio
Scheda di lavoro per i circoli


La sintesi della diretta

Tempestare di email le caselle postali del presidente Formigoni e del suo assessore ai trasporti Cattaneo, raccontando quotidianamente il disagio dei pendolari delle linee di trasporto locale lombarde. Questa è l’azione di protesta che intende portare avanti l’utenza soprattutto del servizio ferroviario. Sul piano strettamente politico, il Partito democratico invece si spenderà affinché, in quella che definisce la ‘cura del ferro’, ci sia spazio entro il 2011 per il biglietto integrato treno-gomma-navigazione.
Sono emersi questi aspetti durante la diretta di martedì 19 luglio sul tema dei trasporti, secondo appuntamento del Gruppo regionale del Pd dopo quello sui parchi. Sul sito è possibile rivedere il video e continuare a mandare commenti.
Ai consiglieri regionali del Partito democratico, coordinati dal collega Fabio Pizzul, il compito di fare il punto sul sistema dei trasporti lombardi, anche rispondendo alla trentina di domande giunte sul sito durante la diretta: «In Lombardia è penalizzato chi utilizza il servizio pubblico perché a fronte degli aumenti tariffari c’è un peggioramento del servizio» ha detto Stefano Tosi. «Dopo l’unificazione del gestore in Trenord, non c’è stato nessun passo avanti e una linea come la Como-Milano ha tempi di percorrenza pari a quelli del 1938», gli ha fatto eco il capogruppo Luca Gaffuri.

Le soluzioni, secondo il Pd, sono nel miglioramento «del materiale rotabile e in una gestione del servizio fatta con estrema attenzione» ha proseguito Tosi, «ma anche maggiori investimenti rispetto al solo 0,43 per cento del bilancio di Regione Lombardia», ha aggiunto Agostino Alloni.
Emblematico – e del tutto in diretta – il caso del consigliere pavese Giuseppe Villani che è arrivato dopo l’inizio dell’incontro on line perché il suo treno da Pavia è giunto a Milano con 25 minuti di ritardo: «Per forza – ha detto – le linee ferroviarie risalgono a vent’anni fa!».
Presente a rappresentare tutti i pendolari Giorgio Dahò, che da 27 anni percorre la Milano-Lecco tra sempre maggiori disagi. E se il rischio, come ha denunciato, è che ci sia «una diminuzione del livello di partecipazione da parte dei pendolari che ormai accettano tutto», allo sciopero dell’abbonamento proposto da un utente on line ha risposto: «Meglio tempestare di email il presidente Formigoni e l’assessore Cattaneo».
Il Pd, dal canto suo, chiede un miglioramento dell’efficienza, il biglietto integrato treno-gomma-navigazione entro il 2011, maggiori informazioni all’utenza in tempi di tecnologia avanzatissima e alla portata di tutti, e porta fatti concreti come il finanziamento, da parte dello stesso Pd, di un progetto per un collegamento diretto tra Crema e Milano che si è dimostrato del tutto fattibile.

11 comments

  1. INDIPENDENTEMENTE DAI COLORI POLITICI , ADESSO E’ IL PDL IERI ERA IL PD

    SONO SEMPRE I PIU’ DEBOLI A PAGARE PER TUTTI !!!!

    COMUNQUE QUALSIASI INIZIATIVA PER BLOCCCARE QUESTI VERGOGNOSI AUMENTI DEI TRENI ( QUANDO LA QUALITA’ DEI TRASPORTI PEGGIORA DI GIORNO IN GIORNO )

    E’ LA BENVENUTA DA QUALSIASI FAZIONE POLITICA AVVENGA !!!!!!

    MA MUOVIAMOCI SUBITO !!!

  2. il pd vuole aumentare i biglietti atm, come vi comporterete in quel caso? non è una contraddizione, forse il tpl italiano ha bisogno di scelte di sistema e non ideologiche.

  3. Pingback: Trasporti: Pd in diretta on line per proporre il biglietto integrato entro il 2011 | Agostino Alloni

  4. Paolo Bergomi 20 luglio 2011 at 07:40 -

    E come se non bastasse, dalla dichiarazione dei redditi non è possibile nemmeno scaricare quel poco che si poteva riavere dalle cosedette ‘spese di viaggio’ proprio perche’ si sa che in quasi tutte le famigli c’è almeno una persona che utilizza il treno come mezzo per recarsi al lavoro. Di democratico e paritario ormai in Italia resta ben poco…

  5. E’ vergognoso quanto avviene quotidianamente sulla linea ferroviaria che frequento: Milano – Gallarate – Domodossola. Forse è il caso che invece di aumentare il costo dei biglietti/abbonamenti, si intervenga per una definitiva e corretta sistemazione del trasporto pubblico locale. Gli attuali abbonati potrebbero anche ribellarsi e non solo non adeguarsi agli eventuali rincari, ma non pagare! Sarebbe davvero un segno di protesta non indifferente che potrebbe far intervenire chi di dovere.
    Grazie

  6. Pingback: pendolari stanno già pagando un servizio ferroviario sotto la media europea

  7. Buongiorno.
    Siamo un piccolo gruppo, di 5 colleghe, che ogni giorno “lotta” con le ferrovie Nord per un trasporto a misura di dignità della perosna. E’ veramente allucinante il “taglio” del numero delle carrozze che si scontra con l’aumento dei prezzi degli abbonamenti, per non parlare dei ritardi. Che fare?
    Abbiamo pensato ad una raccolta firme o a non pagare l’abbonamento per il mese prossimo? Vedendo anche il vostro volatino, vi chiediamo come muoverci, in modo da essere più influenti.
    Grazie . Federica & company

  8. Pingback: Cinque pendolari che ogni giorno “lottano” con le ferrovie

  9. Redazione 14 ottobre 2011 at 10:04 - Author

    “Care Federica & company,
    purtroppo conosciamo bene la situazione difficile del trasporto ferroviario in Lombardia. Nei mesi scorsi abbiamo portato avanti un vero e proprio censimento di tutte le stazione lombarde e a maggio, dopo la seconda tranche di aumenti introdotti dalla Regione, abbiamo iniziato un’altra campagna per dire no all’aumento della tariffe, a maggior ragione di fronte a un peggioramento del servizio.
    In merito alla vostra situazione, se ci fate avere più dettagli (che linea prendete? in che orari?) potremo chiedere maggiori spiegazioni all’assessore competente”

  10. Allora la nostra linea è Milano Cadorna-Como Lago…noi scendiamo a Como Borghi. Solitamente viaggiamo con il treno delle 7.17 da Caslino al Piano.
    Grazie per l’aiuto.
    Federica & company




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>