Profughi libici, la Regione lascia da soli i comuni

Siamo l’unica Regione in Italia in cui lo scaricabarile sull’emergenza profughi ha finito per lasciare a lungo tutti i comuni da soli a gestire l’accoglienza, anche dal punto di vista economico. (Qui quello che è successo a Gallarate, nel varesotto).
Questo imbarazzante gioco a nascondino dei livelli regionali si è concluso con l’assunzione di responsabilità della protezione civile nazionale, e sarà alla fine quest’ultima, e non le strutture territoriali come avviene nelle altre Regioni, a organizzare e a gestire gli arrivi dei profughi. È incredibile che l’assessore La Russa si compiaccia di non aver fatto il lavoro che gli compete in quanto responsabile lombardo della protezione civile. Questa decisione è anche giunta in ritardo rispetto alle altre regioni, creando confusione e alimentando l’emergenza, perché Pdl e Lega hanno evidentemente paura di pagare un prezzo alle elezioni amministrative. Ma così facendo danno l’ennesima prova che il centrodestra è bravo solo a strumentalizzare i problemi ed è incapace di risolverli.

Maurizio Martina, segretario regionale del PD Lombardia




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>