Nucleare, no ambiguità: Formigoni deve chiedere al governo di fermarsi

Al Presidente Formigoni chiediamo di spendere tutto il peso della nostra regione a fianco dei tanti amministratori regionali e territoriali che stanno chiedendo a gran voce al governo nazionale di fermarsi rispetto all’annunciato piano per il ritorno al nucleare.
È da irresponsabili non fermarsi a riflettere su ciò che sta accadendo ed è inquietante che il nostro governo sia l’unico al mondo a non muoversi con cautela su questo tema. Ci sono altre strade per produrre energia in efficienza e sicurezza. Piuttosto che un piano per il nucleare, serve un piano d’azione per lo sviluppo di tutte le fonti rinnovabili.
Formigoni dovrebbe alzare la voce verso il governo chiedendo anche, come facciamo noi da tempo, la sospensione del folle decreto sugli incentivi alle rinnovabili che ha creato assoluta incertezza paralizzando migliaia di piccole e medie imprese e mettendo anche a serio rischio molti posti di lavoro. Le alternative al nucleare ci sono. Basta non essere demagogici.

Maurizio Martina, segretario regionale Pd

1 comment

  1. Pingback: La via sono le fonti rinnovabili. Ci opporremo al nucleare con tutte le nostre forze




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>