Lega fuori dall’Aula per l’inno e per il tributo alle vittime in Giappone. Una brutta pagina

Come da copione, i consiglieri regionali della Lega Nord sono rimasti fuori mentre nell’Aula del Consiglio regionale risuonavano le note dell’Inno di Mameli.
Se questa scelta era annunciata, non ci si poteva però attendere che i consiglieri del carroccio sarebbero rimasti al bar anche durante il minuto di silenzio per le vittime della tragedia che ha colpito il Giappone. Una brutta pagina del Consiglio regionale: la propaganda di parte ha finito per farsi beffa dell’inno e per far mancare del necessario rispetto verso le decine di migliaia di morti vittime del terremoto e del successivo tsunami. Quei banchi vuoti dicono più di mille parole.

Le cronache sui giornali: Corriere, Repubblica, La Stampa, l’UnitàIl Giorno, Affari Italiani, LombardiaNews, Dialogo Tv

1 comment

  1. Pingback: Inno d’Italia, solo un leghista resta in Aula (seduto). Sberleffo o provocazione?




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>