‘Ndrangheta, 35 arresti in Lombardia. Serve un confronto con la Commissione Antimafia

Ndrangheta, maxioperazione in Lombardia: arrestate 35 persone. Il commento del segretario regionale del Pd Maurizio Martina

Anche la vasta operazione della magistratura e delle forze dell’ordine di questa mattina conferma il radicamento preoccupante e pericolosissimo del fenomeno malavitoso nella nostra regione. In troppe situazioni il fenomeno lambisce e tocca gli spazi delle Istituzioni e del settore pubblico, a cominciare da opere infrastrutturali, sanità e rifiuti. Ed è inquietante che nelle carte il gip parli di “sostanziale indifferenza dei vertici amministrativi e politici “. Nessuno può consentire che Milano e la Lombardia rimangano terre di conquista per le attività criminali.
Ringraziamo la magistratura per il suo lavoro incessante. E rilanciamo con decisione, anche in queste ore, a tutte le forze sane della politica e della società l’idea di un lavoro unitario per contrastare il fenomeno. Fatta la legge per la promozione dell’educazione alla legalità occorre subito procedere all’approvazione della legge lombarda per il contrasto dei fenomeni criminali nella pubblica amministrazione (già in discussione in Consiglio regionale) intervenendo su alcune delicate situazioni a partire dalla gestione degli appalti.
Credo anche che sarebbe doveroso riprendere l’idea, già promossa come Pd, di un confronto del Consiglio regionale della Lombardia con la Commissione Antimafia del parlamento chiedendo direttamente al Presidente Pisanu di intervenire per valutare con l’Aula lombarda tutti gli interventi possibili.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>