Malasanità a Rho, tutelare prima di tutto i malati e le loro famiglie

Fare chiarezza. È questo che chiediamo dopo aver appreso delle denunce sui presunti casi di malasanità all’ospedale Rho. La magistratura faccia quanto le compete per verificare in modo inequivocabile la veridicità delle denunce, ma chiediamo che sia aperta anche un’indagine amministrativa da parte dell’azienda ospedaliera e dell’Assessorato regionale alla Sanità. Apprendiamo tra l’altro dalle dichiarazioni della Direzione Generale dell’azienda ospedaliera che si stanno valutando anche questioni di incompatibilità ambientale tra i sanitari della struttura. Anche per questo, secondo il consigliere regionale Carlo Borghetti – ex assessore proprio a Rho -, si tratta di tutelare innanzitutto i pazienti, rassicurare loro e le loro famiglie e di distinguere tra la responsabilità per i fatti denunciati e l’operato di professionalità unanimemente riconosciute.
Chiediamo inoltre che l’Assessore Bresciani riferisca in Commissione Sanità non appena avrà elementi utili a comprendere quanto è successo. Speriamo che la vicenda possa essere chiarita in tempi rapidi e siano presi i dovuti provvedimenti, affinché la struttura possa continuare ad essere un punto di riferimento per il territorio. È fondamentale, infatti, non fare di tutta l’erba un fascio evitando che un caso di malasanità, per quanto grave, possa compromettere la validità di un presidio storico.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>