Il presidente leghista “impone” gli uffici aperti il 17 marzo. Ma il “no” arriva dal suo vice

Unità d’Italia e festeggiamenti: è questo il tema cloù della seduta del Consiglio regionale di martedì 22 febbraio. Il presidente Davide Boni è assente (in vacanza), a presiedere l’Aula il vicepresidente del Pdl Franco Nicoli Cristiani.
Proprio mentre parla il capogruppo Pd Luca Gaffuri, fra i banchi dei consiglieri inizia a girare il testo di una mail inviata alle 12.19 dalla Segreteria regionale del Consiglio regionale a tutti i dipendenti: Su indicazione del Presidente Davide Boni, si comunica che gli Uffici del Consiglio regionale resteranno aperti nella giornata del 17 marzo, con modalità e operatività che saranno comunicati successivamente.

Per due volte Pd e Idv chiedono al presidente di turno una spiegazione. E la risposta arriva inattesa: “L’ufficio di presidenza non può condividere una decisione che va contro una legge nazionale. Questa comunicazione è un eccesso di zelo da parte del segretario generale”.

Inutile dire che è scattato immediatamente l’applauso, mentre sui banchi leghisti calava il gelo…

1 comment

  1. Pingback: Unità d’Italia, la Lega impedisce il voto. Ormai sono ridotti a sceneggiate inutili




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>