Riqualificare le stazioni senza contributi? Risposta strumentale dalla Regione

Besozzo (Varese)

Vi ricordate il nostro lavoro sulle stazioni? Più di 400 strutture visitate, fotografate e “schedate” per capire lo stato di una parte fondamentale del servizio ferroviario lombardo. Un lavoro che si è concluso con una parziale, ma pesante, bocciatura della situazione.
Il lavoro che abbiamo svolto comunque inizia a  dare i suoi primi risultati.  In settimana la Giunta regionale, incalzata per mesi da noi prima con un ordine del giorno votato all’unanimità nel luglio scorso e successivamente con i risultati del “tour delle stazioni”, ha espresso la volontà di favorire la stipula di protocolli specifici tra i Comuni ed RFI. Prendiamo atto che la Regione abbia focalizzato l’attenzione sul tema anche se notiamo con rammarico che la comunicazione della Giunta presenta dei limiti evidenti.
Il rammarico è doppio se si pensa all’impegno sottoscritto a fine luglio in cui si è concordata trasversalmente la mappatura della  funzionalità delle stazioni lombarde e la promozione di un  bando in grado di valorizzare le piccole stazioni attraverso la collaborazione e la partecipazione di tutti i portatori di interesse locale.
Partendo da queste premesse, la delibera formulata della Regione non va nella direzione indicata essenzialmente per tre ragioni. È più che evidente l’ assenza di volontà politica della Regione di promuovere un bando vero e proprio, al contempo la Giunta non si assume la regia delle possibili convenzioni demandando il tutto a specifici protocolli d’intesa con RFI e Ferrovie Nord. Infine, cosa ancor più grave, non prevede contributi propri in favore degli enti e delle associazioni che si fanno carico dei lavori di riqualificazione.
È del tutto strumentale sbandierare ai quattro venti la volontà di ridare dignità e identità alle stazioni, qualificandone il servizio in piena sussidiarietà con gli enti locali, se poi non si investe nemmeno un euro.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>