Unità d’Italia, quattro incontri per saperne di più. Apre Valerio Onida

Quattro incontri di approfondimento e di studio sull’Unità d’Italia, sulle istituzioni repubblicane, sulle nuove sfide della nostra democrazia nel 150° anniversario dell’unificazione. È un’iniziativa del PD della Lombardia che in collaborazione con il gruppo regionale si snoderà per altrettanti sabati, a partire dal 5 febbraio, dalle 9.30 alle 13.30 nell’auditorium del Consiglio regionale, in via Filzi 29. Relatori illustri saranno i costituzionalisti Valerio Onida, presidente emerito della Corte costituzionale, Aldo Schiavone e Bianca Beccalli, i politologi Gianfranco Pasquino e Luciano Fasano, lo storico Walter Barberis. Proprio Onida aprirà la prima giornata, sabato 5 febbraio, con una lezione su unità e federalismo, seguito da Beccalli sui diritti di cittadinanza e da Fasano, che parlerà di Costituzione e cultura democratica nell’Italia contemporanea.

Le ragioni dell’iniziativa sono spiegate da Annamaria Abbate, responsabile formazione del PD lombardo. «La ricorrenza del centocinquantesimo anniversario dell’unità nazionale – spiega – è l’occasione per la Formazione politica del PD lombardo di offrire un’opportunità di riflessione, non celebrativa e non rituale, per capire cosa è stato, cos’è e, soprattutto cosa potrà diventare il nostro Paese; se riusciremo a rilanciare la forza ideale di una nuova unità nazionale dovremo farlo nel segno di un federalismo nazionale solidale e nella prospettiva della Federazione Europea».

«Il PD – spiega il capogruppo in Regione Luca Gaffuri - è una forza politica che nasce nel solco dei valori della nostra Costituzione e che ambisce ad attualizzarla. La riflessione sull’Unità nel suo 150° anniversario non può che rafforzare il nostro impegno per le riforme di cui il Paese ha bisogno, riforme vere che possano rifondare il patto tra lo Stato e i cittadini e ridare dignità alla politica. Noi partiamo dai nostri valori, che sono quelli della democrazia, e dalla tensione verso l’Europa».




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>