Archivi categoria: Idee e politica

PD: MISIANI, STRAORDINARIA GIORNATA DI DEMOCRAZIA. FELICE PER IL GRANDE SUCCESSO DI ZINGARETTI

Le primarie di oggi sono state una straordinaria giornata di partecipazione civile e democratica. I dati di affluenza sono al di là di ogni aspettativa, anche in provincia di Bergamo. È il segno di un’Italia preoccupata per le scelte del governo gialloverde, un’Italia che chiede un’opposizione pienamente in campo e per questo ha deciso di mobilitarsi e di partecipare in massa alle primarie. Il successo di Nicola Zingaretti, anche in provincia di Bergamo, è nettissimo e inequivocabile. È un risultato che carica di responsabilità importanti il futuro gruppo dirigente del PD. Gli elettori ci hanno chiesto di cambiare pagina, con una fortissima domanda di unità e di responsabilità. Da qui dobbiamo ripartire.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

ATALANTA: MISIANI (PD), SALVINI VENGA IN PARLAMENTO E FACCIA CHIAREZZA SUI FATTI DI FIRENZE

“Sui fatti di Firenze il ministro dell’interno Salvini deve venire in Parlamento e fare chiarezza il prima possibile” dichiara il senatore del PD Antonio Misiani. “Le testimonianze dei tifosi atalantini rimasti feriti, le foto e i video pubblicati in rete e gli elementi che mi sono stati riportati nell’incontro che ho avuto oggi con l’avvocato Federico Riva delineano un quadro inquietante, che rende indispensabile fare piena luce sulla dinamica dell’intervento delle forze dell’ordine accertando tutte le eventuali responsabilità. Con questo obiettivo depositerò oggi in Senato un’interrogazione parlamentare al ministro dell’interno Matteo Salvini.”

Pubblicato in Idee e politica | Taggato | Lascia un commento

NEOFASCISMO: MISIANI E CARNEVALI (PD), INTERROGAZIONE PER LE MINACCE AL GIORNALISTA BERIZZI

Le minacce dei gruppi neofascisti contro Paolo Berizzi, giornalista de La Repubblica, sono sempre più preoccupanti. Berizzi è da tempo impegnato in un difficile e coraggioso lavoro di inchiesta sulla galassia dell’estrema destra italiana. In passato è già stato più volte vittima di intimidazioni e atti di teppismo. Le minacce sono state rivolte anche ai suoi familiari. Nei suoi confronti è stata disposta una vigilanza generica (VGR) da parte delle forze dell’ordine. Alla luce dei nuovi episodi i parlamentari del PD Antonio Misiani e Elena Carnevali hanno depositato oggi due interrogazioni al Senato (firmata anche dal vicecapogruppo Pd Franco Mirabelli e dalla vicepresidente del Senato Anna Rossomando) e alla Camera per sollecitare al Ministro dell’Interno Salvini una verifica dell’adeguatezza del dispositivo di tutela con vigilanza dinamica e l’adozione di tutte le misure necessarie per proteggere Berizzi, difendendo la libertà di stampa e il diritto-dovere dei giornalisti di informare i cittadini.

Allegati: testo dell’interrogazione

Al Ministro dell’Interno

Premesso che:

Negli ultimi giorni il giornalista de La Repubblica Paolo Berizzi, autore del libro NazItalia e di importanti indagini sull’area dell’estremismo nero, è stato nuovamente destinatario di pesanti minacce da parte di militanti neofascisti e neonazisti e ultrà di estrema destra (dopo quelle subite nell’ultimo periodo da diversi gruppi, in particolare Forza Nuova, Do.Ra., Mab)

in particolare, gli ultimi episodi sabato u.s. dopo la sua partecipazione, per motivi di lavoro, al funerale dell’ultrà varesino Daniele Belardinelli rimasto ucciso negli scontri tra tifosi a margine della partita Inter-Napoli (già al termine di tale funerale Berizzi veniva puntato e avvicinato minacciosamente da militanti neonazisti del gruppo Do.Ra.; solo grazie alla presenza di personale Digos e funzionari questura si sono evitate conseguenze peggiori)

il coraggioso inviato de La Repubblica ha ricevuto sui social numerose minacce di morte, rivolte non solo a lui ma anche alla sua famiglia, persino l’augurio di “documentare presto il funerale della madre”, di avere una morte con “molto dolore e pena”; di “essere portato in un box..” e di vedersi “strappare la lingua”

nei mesi scorsi si sono moltiplicate a Bergamo, città in cui vive il giornalista Berizzi, episodi di minacce gravi e serie che dopo il danneggiamento della sua auto (con l’incisione sulla carrozzeria di svastiche, simbolo SS e un crocefisso) hanno addirittura riguardato blitz neofascisti contro la casa di Berizzi, imbrattata con scritte ingiuriose, minacce, svastiche; altro episodio ha investito la testata online Bergamonews con attacchinaggi notturno di volantini nei quali Berizzi veniva definito “vergogna di Bergamo”

durante le varie iniziative sul territorio nazionale di presentazione del libro NazItalia, nel quale Berizzi documenta la fitta rete dell’estremismo nero, Paolo Berizzi ha subito blitz di squadracce neofasciste che lo hanno pesantemente contestato con striscioni infamanti (eventi, tra le altre città, di Torino, Como, Crema, Padova; in occasione di quest’ultima presentazione militanti di Forza Nuova sono entrati addirittura in sala a scopo intimidatorio e hanno scattato delle fotografie al giornalista)

per proteggere il giornalista Paolo Berizzi è stata disposta la vigilanza generica (VGR) da parte delle forze dell’ordine. Tale dispositivo garantisce il passaggio più volte al giorno di mezzi di polizia nel luogo di dimora della persona sottoposta a tutela, un servizio reso con grande perizia dagli agenti, che però lascia scoperte la gran parte delle ore del giorno, nelle quali per altro il giornalista – inviato – si trova in giro per lavoro e per svolgere le sue inchieste

i gruppi neofascisti hanno dimostrato più volte di avere accesso ai luoghi di lavoro, quelli di eventi pubblici e addirittura all’abitazione di Berizzi, facendo temere per l’incolumità fisica di Paolo Berizzi, data la loro più volte dichiarata volontà di passare dalle parole ai fatti.

Per sapere:

Se il dispositivo di tutela con vigilanza dinamica sia adeguato sufficiente a proteggere Paolo Berizzi da queste pesanti minacce o se serva un più adeguato apparato di scorta;

quali altre iniziative intenda intraprendere per proteggere l’incolumità di una voce libera che esercita con coraggio il giornalismo d’inchiesta.

Pubblicato in Idee e politica | Lascia un commento

INFRASTRUTTURE: MISIANI (PD), BENE L’INIZIATIVA DELLE PARTI SOCIALI BERGAMASCHE. IL GOVERNO CAMBI ROTTA

La presa di posizione delle forze economiche e sociali bergamasche per sollecitare lo sblocco delle opere pubbliche infrastrutturali è molto positiva e pienamente condivisibile. L’economia italiana è ormai entrata in recessione e gli investimenti pubblici sono una variabile chiave per contrastare il deterioramento della congiuntura economica. Il governo sta invece portando il Paese in una direzione completamente sbagliata. La legge di bilancio ha ridotto di 2 miliardi le risorse disponibili per le spese in conto capitale. La verifica costi-benefici, a sua volta, sta paralizzando i cantieri delle grandi opere invece di accelerarli come sarebbe necessario. Una scelta doppiamente criticabile, dal punto di vista del nostro territorio: grandi opere come la TAV Torino-Lione e Brescia-Padova hanno un impatto molto grande sulla competitività del sistema produttivo di tutto il Nord, Bergamo compresa, e potrebbero contribuire ad attenuare lo scivolamento dell’intero Paese verso la recessione. Vanno sbloccate: in gioco ci sono investimenti per miliardi di euro e un potenziale occupazionale valutato in centinaia di migliaia di unità. Ci auguriamo che il governo ascolti con attenzione queste voci, dando seguito concreto alle proposte delle organizzazioni economiche e sindacali.

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , | Lascia un commento

MISIANI: IN STATO D’ACCUSA DOVREBBERO ESSERE MESSI I POPULISTI

“Altro che impeachment del Presidente: in stato di accusa dovrebbero essere messi i politicanti populisti di Lega e M5S che da 84 giorni tengono in ostaggio l’Italia con una campagna elettorale permanente fatta di promesse mirabolanti, contratti-patacca e demagogia a piene mani” afferma il senatore Pd Antonio Misiani. “Il presidente Mattarella ha agito nel pieno rispetto della Costituzione. Salvini e Di Maio avevano deciso a tavolino di portare l’Italia fuori dall’euro, senza avere alcun mandato popolare in questo senso. Opporsi a questa deriva, che manderebbe a sbattere contro il muro il Paese e in fumo i risparmi degli italiani, era ed è un dovere. Per questo sostengo con grande convinzione il presidio che domani alle 18 si svolgerà a Bergamo davanti alla Prefettura”.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato | Lascia un commento

GIUSTIZIA: MISIANI, IL MINISTERO È AL LAVORO PER AFFRONTARE I NODI EVIDENZIATI DAL PROCURATORE MAPELLI

“L’allarme lanciato dal procuratore Mapelli sull’inadeguatezza del personale degli uffici da lui diretti merita attenzione e risposte concrete” dichiara Antonio Misiani, deputato PD. “Da tempo siamo in stretto contatto con il Ministero della Giustizia per affrontare i problemi aperti. Il distretto di Brescia, in un contesto in cui le piante organiche sono in via di revisione (già completata per i magistrati), è prioritario per il ministero. In tutto il distretto, in attesa dell’ingresso in servizio dei vincitori del concorso (che dovrebbe avvenire in tempi più ravvicinati di quelli prospettati dal procuratore), il ministero ha promosso l’accordo con la Regione Lombardia come misura tampone e ha messo a disposizione 84 posizioni di personale amministrativo da coprire con la mobilità da altri comparti della PA. Hanno finora preso possesso 32 unità, di cui 11 presso gli uffici di Bergamo (8 in Tribunale e 3 in Procura). A settembre 2017 si svolgeranno gli esami orali del concorso e così nuovo personale entrerà in servizio attivo anche a Bergamo. Nel giro di alcuni mesi entreranno in servizio 1400 unità di personale in tutta italia e quindi anche nelle procure più sotto organico come quella di Bergamo. Molto rimane da fare, come giustamente sottolinea il procuratore Mapelli, ma la strada imboccata produrrà benefici concreti nei tempi più rapidi compatibili con la normativa vigente in materia di pubblico impiego.”

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Territorio | Taggato , | Lascia un commento

ELEZIONI: MISIANI (PD), SODDISFAZIONE PER I RISULTATI IN PROVINCIA DI BERGAMO

“I risultati per noi in provincia di Bergamo sono sicuramente positivi” dichiara il deputato Pd Antonio Misiani, commentando i dati delle elezioni comunali. “A Curno, Mozzo, Nembro, Villongo, Arzago d’Adda vincono candidati sindaci di liste civiche appoggiate dal Pd. È stata premiata la concretezza e il buongoverno, anche di fronte ad avversari che – come nel caso di Curno – hanno fortemente ideologizzato la loro campagna elettorale. Questi esiti in partenza non erano affatto scontati e rappresentano un buon viatico in vista dei prossimi appuntamenti elettorali.”

Pubblicato in Idee e politica | Taggato | Lascia un commento

MISIANI: SOLIDARIETÀ A BERGAMONEWS PER L’ATTO INTIMIDATORIO NEOFASCISTA

“Questa mattina mi sono recato nella sede di Bergamonews per esprimere la mia solidarietà per l’atto intimidatorio di matrice neofascista che hanno subìto questa notte” dichiara Antonio Misiani, deputato Pd. “Quanto è accaduto non va sottovalutato, a maggior ragione perché vengono chiamati in causa giornalisti (Bergamonews e Paolo Berizzi di Repubblica) che in questi anni hanno sempre informato con coraggio sui gruppi neofascisti e neonazisti attivi nel nostro territorio e in Lombardia. Non possiamo abbassare la guardia, purtroppo. Respingere queste minacce e sostenere la libera informazione è un dovere di tutte le forze politiche e istituzionali bergamasche.”

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

REFERENDUM: MISIANI, CONDANNA DELL’ATTO DI TEPPISMO CONTRO LA FEDERAZIONE PD DI BERGAMO

“Se pensano di intimidirci, hanno sbagliato di grosso. Altro che ‘resistenza’: sono solo dei teppisti che cercano di colpire chi non la pensa come loro. Mi auguro che i responsabili di questo atto vengano isolati e assicurati alla giustizia. In ogni caso, il nostro impegno per la vittoria del sì continuerà senza sosta fino al termine della campagna referendaria, nel rispetto delle opinioni di tutti e con l’auspicio che il 4 dicembre sia una grande giornata di partecipazione e di democrazia”. E’ il commento di Antonio Misiani, deputato Pd, dopo l’atto di vandalismo con cui questa notte sono state imbrattate le vetrine della federazione di Bergamo del Partito democratico.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

PICCOLI COMUNI: MISIANI, LA SFIDA È AVVIARE UN NUOVO MODELLO DI SVILUPPO SOSTENIBILE

“L’Italia dei piccoli comuni non è un ‘piccolo mondo antico’: rappresenta un segmento molto significativo del Paese, che copre più di metà della superficie, ospita quasi un quinto della popolazione e raccoglie oltre due terzi dei municipi italiani. Non mancano i problemi, nelle piccole comunità locali: lo spopolamento, l’invecchiamento, l’indebolimento dei servizi pubblici e il digital divide. Ma questa parte d’Italia incrocia alcune delle opportunità più interessanti per il futuro, come la green economy, il turismo culturale, l’agroalimentare. La frammentazione istituzionale è un limite su cui il governo è già intervenuto e dovrà insistere, spingendo il più possibile le unioni e le fusioni. La sfida decisiva per le piccole comunità locali è però la ridefinizione delle loro vocazioni, l’avvio di un nuovo modello di sviluppo sostenibile. Il declino non è un destino ineluttabile, come dimostra la storia di tante comunità che in questi anni sono tornate a crescere. La proposta di legge Realacci in discussione oggi alla Camera si colloca esattamente in questa prospettiva: sostenere lo sviluppo sostenibile, contrastare lo spopolamento, tutelare e valorizzare il patrimonio naturale, storico-culturale, architettonico. Le risorse messe sul piatto, 100 milioni complessivi dal 2017 al 2023, sono un primo passo ma soprattutto indicano un metodo: lo Stato è disposto a concorrere al finanziamento di progetti di sviluppo locali, indicando i terreni su cui esercitare questa progettualità e privilegiando l’effetto moltiplicatore delle iniziative, la capacità di coinvolgere altri capitali pubblici e privati. Oltre a ciò, la legge si occupa dei servizi pubblici, dall’istruzione ai trasporti passando per la banda larga e l’e-government, cruciali per rendere nuovamente attrattive le piccole comunità locali. Vogliamo aprire una breccia, delineare una nuova prospettiva di sviluppo per quella Piccola Grande Italia da cui dipende una parte rilevante del futuro del Paese”.

Lo ha detto Antonio Misiani deputato del Pd e relatore alla proposta di legge per il sostegno e la valorizzazione dei comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Territorio | Taggato , | Lascia un commento