REGISTRO DELLE UNIONI CIVILI: MISIANI, POSITIVA LA SCELTA DEL COMUNE DI BERGAMO

L’istituzione di un registro delle unioni civili da parte del Comune di Bergamo è un passo importante e apprezzabile, compiuto dopo un dibattito pubblico civile e rispettoso delle diverse posizioni sul tema.
Con l’istituzione del registro l’istituzione municipale ha risposto concretamente a rilevanti cambiamenti sociali, superando una condizione di disuguaglianza e garantendo pari opportunità alle tante persone di ogni orientamento sessuale che anche nella nostra città si vogliono bene e convivono senza essere sposate.
Un punto va ribadito con forza: il registro, già adottato da oltre duecento amministrazioni comunali di tutta Italia, non toglie nulla alla famiglia “tradizionale”. Essa infatti conserva il suo valore così come riconosciuto dalla Costituzione e tutti i suoi diritti. E d’altra parte questa era la finalità: non togliere a qualcuno ma accrescere i diritti di tanti concittadini che scelgono di convivere senza essere sposati.
Ora tocca al Parlamento fare la sua parte, raggiungendo l’obiettivo di un riconoscimento legislativo delle unioni civili.

Articolo scritto in Blog Dem, Idee e politica, Sanità e welfare e con i tag , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>