Archivi del mese: maggio 2015

INFRASTRUTTURE: MISIANI E CARNEVALI, FONTANA FA POLEMICHE INUTILI E FUORI MISURA

La polemica innescata dal deputato Gregorio Fontana sull’esito del confronto con il ministro Delrio ci pare inutile e fuori misura. Evidentemente la mancata partecipazione alle iniziative della giornata ha privato il deputato di Forza Italia di una serie di elementi utili per dare un giudizio più sensato della discussione.
Il primo fatto positivo è che il confronto con Delrio si è focalizzato su una ristretta lista di priorità strategiche, condivisa da tutte le istituzioni bergamasche a prescindere dal loro colore politico, E’ un approccio ben diverso dai libri dei sogni del passato, che elencavano decine di opere destinate inesorabilmente a rimanere nei cassetti ministeriali. La scelta di concentrarsi sui progetti essenziali ha favorito il confronto con Delrio e aiuterà i rappresentanti istituzionali bergamaschi a far valere a Milano e Roma le istanze del territorio, partendo dal presupposto che nelle scelte del ministero peserà innanzitutto lo stadio di progettazione e di finanziamento di ciascun progetto.
In secondo luogo, la giornata bergamasca del ministro ha portato con sé il riavvio del dialogo Orio-Montichiari. Il progetto di integrazione con lo scalo bresciano, archiviato dopo la rottura delle trattative, ora può ripartire. E’ un primo passo, naturalmente. Ma è una buona notizia per il nostro territorio e per le prospettive dell’aeroporto di Orio al Serio.
Per portare a compimento questi progetti c’è molto da fare, per di più in un quadro non facile dal punto di vista finanziario. Ma importanti passi in avanti sono stati fatti ed è sbagliato a nostro giudizio non riconoscerlo.

Antonio Misiani
Elena Carnevali

Deputati Pd

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Rovetta. Misiani (Pd), la prefettura ascolti il Comitato antifascista

“Esiste una semplice soluzione per evitare i problemi generati dal raduno neofascista di Rovetta: vietare questo tipo di manifestazione”
Inizia così Antonio Misiani, deputato PD “Le provocazioni contro l’Anpi e l’apologia del fascismo dei partecipanti dell’adunata sono fatti che si commentano da soli. Hanno fatto bene gli antifascisti a non rispondere, ma le istituzioni hanno il dovere di prendere una posizione di fermezza. Speriamo che l’anno prossimo il Comitato Antifascista Bergamasco sia ascoltato e la prefettura di Bergamo valuti diversamente dal passato l’opportunità di continuare a consentire questo tipo di commemorazione.”

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

Misiani: CORDOGLIO PER LA MORTE DI SANDRO ABATI

Quanto è accaduto a Kabul é terribile, a maggior ragione perché ha causato la morte di un nostro concittadino, Sandro Abati, rimasto vittima insieme alla sua promessa sposa dell’ennesimo episodio di una folle catena di sangue che sembra non finire mai. Desidero esprimere il mio personale cordoglio ai familiari per il lutto che li ha colpiti.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

REGISTRO DELLE UNIONI CIVILI: MISIANI, POSITIVA LA SCELTA DEL COMUNE DI BERGAMO

L’istituzione di un registro delle unioni civili da parte del Comune di Bergamo è un passo importante e apprezzabile, compiuto dopo un dibattito pubblico civile e rispettoso delle diverse posizioni sul tema.
Con l’istituzione del registro l’istituzione municipale ha risposto concretamente a rilevanti cambiamenti sociali, superando una condizione di disuguaglianza e garantendo pari opportunità alle tante persone di ogni orientamento sessuale che anche nella nostra città si vogliono bene e convivono senza essere sposate.
Un punto va ribadito con forza: il registro, già adottato da oltre duecento amministrazioni comunali di tutta Italia, non toglie nulla alla famiglia “tradizionale”. Essa infatti conserva il suo valore così come riconosciuto dalla Costituzione e tutti i suoi diritti. E d’altra parte questa era la finalità: non togliere a qualcuno ma accrescere i diritti di tanti concittadini che scelgono di convivere senza essere sposati.
Ora tocca al Parlamento fare la sua parte, raggiungendo l’obiettivo di un riconoscimento legislativo delle unioni civili.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , | Lascia un commento