MISIANI: Per la sicurezza Lasciamo da parte la propaganda e sollecitiamo il governo per la dotazione di personale delle forze dell’ordine

Antonio Misiani, deputato PD dichiara “Molto rimane da fare e guai ad
abbassare la guardia, in materia di sicurezza dei cittadini.
I numeri però ci dicono che i reati stanno calando in modo evidente, a
Bergamo come in tutta Italia.
La diminuzione del 2016 (-7,9% in provincia di Bergamo) consolida una
tendenza in atto ininterrottamente dal 2013. Scendono i furti in
appartamento e sulle auto, le estorsioni e gli scippi. Aumentano
invece le truffe e le frodi informatiche.
Bisogna ripartire da questi dati. Lasciando da parte la propaganda e
le strumentalizzazioni (i dati infatti dicono che il merito non è solo
di Gori e del centro sinistra), ringraziando le donne e gli uomini
delle forze dell’ordine per il loro lavoro (nella bergamasca,
oltretutto, essi operano con organici sottodimensionati) e lavorando
senza sosta in ogni ambito
istituzionale per rafforzare il livello di sicurezza del nostro territorio.
In Parlamento, per parte nostra, continueremo a sollecitare il governo
sulla dotazione di personale delle forze dell’ordine.
Dopo anni di tagli e di blocchi del turnover finalmente sono ripartiti
i concorsi della Polizia di Stato.
La bergamasca in questa prospettiva merita una particolare attenzione.”

Pubblicato in Territorio | Taggato , | Lascia un commento

PICCOLI COMUNI: MISIANI, GRANDE SODDISFAZIONE PER L’APPROVAZIONE DEFINITIVA della LEGGE

“Siamo felici, oggi è un grande giorno che cancella le delusioni per i tentativi andati a vuoto in tre legislature e corona sedici anni anni di lavoro dei parlamentari – a partire da Ermete Realacci, promotore della legge – e degli amministratori locali” dichiara Antonio Misiani, deputato Pd e relatore della legge alla Camera insieme ai colleghi Tino Iannuzzi ed Enrico Borghi. “Finalmente, con l’approvazione di questo provvedimento, l’Italia dei piccoli centri – quella che il presidente Ciampi chiamava la “piccola grande Italia” – ottiene il riconoscimento che merita. E’ una parte del Paese importante, copre più di metà del territorio e vi abitano oltre 10 milioni di persone. Soffre lo spopolamento demografico e rischia la desertificazione produttiva, ma ha grandi potenzialità di crescita. Con questa legge definiamo per questi territori una strategia di sviluppo sostenibile, che passa dalla valorizzazione del patrimonio paesaggistico, storico, culturale ed eno-gastronomico di questi territori e dalla modernizzazione dei servizi pubblici e delle infrastrutture vecchie (strade) e nuove (banda larga e ultralarga). La dotazione di fondi è limitata (100 milioni dal 2017 al 2023) ma lavoreremo sin dalla prossima legge di bilancio per rafforzarla. Le risorse disponibili non saranno in ogni caso erogate a pioggia: andranno a finanziare progetti locali di sviluppo privilegiando quelli costruiti su scala sovracomunale e capaci di mobilitare altre risorse pubbliche e private. Gli ambiti progettuali sono molteplici, dal recupero dei centri storici al contrasto dell’abbandono di immobili, dagli itinerari turistico-culturali alla promozione dei prodotti da filiera corta o a km utile. Ora inizia un percorso nuovo. La legge apre opportunità importanti per gli amministratori delle piccole comunità locali che sapranno promuovere progetti innovativi e coerenti con le finalità della legge. La bergamasca è un territorio naturalmente candidato a beneficiare della nuova legge: nella nostra provincia i piccoli centri sono oltre i due terzi del totale e ospitano una quota di popolazione doppia rispetto al dato nazionale.” “Bergamo è storicamente terra di piccoli comuni” – conclude Misiani – “che vivono anch’essi i problemi legati al calo della popolazione, all’impoverimento del tessuto produttivo, all’indebolimento di molti servizi pubblici essenziali. Il declino di questi piccoli centri non è affatto un destino ineluttabile. In questi anni è cresciuta nelle nostre valli e in pianura una nuova generazione di sindaci e amministratori locali, che esprimono una visione e una capacità progettuale molto in linea con la filosofia e gli obiettivi della legge. Hanno tutte le carte in regola per giocare un ruolo da protagonisti, se sapranno fare gioco di squadra tra di loro e insieme alle realtà più dinamiche del territorio.”

Pubblicato in Territorio | Taggato , | Lascia un commento

PONTIDA: MISIANI (PD), LA GIUNTA RITIRI LA DELIBERA DEMENZIALE SUI PARCHEGGI ROSA

“Pensavo fosse un pesce d’aprile, ma siamo a settembre” dichiara Antonio Misiani, deputato PD.”Battute a parte, la notizia comparsa oggi dell’approvazione da parte della giunta di Pontida di un regolamento che introduce i “parcheggi rosa” discriminando però le donne in base alla loro nazionalità e orientamento sessuale provoca un misto di indignazione e vergogna. Crediamo che l’amministrazione di Pontida farebbe meglio a occuparsi dei problemi veri di quella comunità, risparmiando ai cittadini di Pontida la pessima pubblicità e l’imbarazzo provocato da una scelta demenziale e palesemente illegittima come quella assunta dall’amministrazione. Ci auguriamo che la delibera in oggetto venga al più presto ritirata, sollevando dal suo incarico l’assessore proponente”.

Pubblicato in Territorio | Taggato , | Lascia un commento

Lotta all’evasione: i comuni bergamaschi esempio da seguire

“Sul recupero dell’evasione fiscale i comuni bergamaschi fanno scuola e rappresentano un esempio da seguire per il resto d’Italia” sottolinea Antonio Misiani, deputato Pd membro della commissione bilancio della Camera. “Per favorire la collaborazione dei comuni, il 100 per cento del gettito recuperato viene “girato” ai comuni stessi. Questo incentivo, che doveva terminare nel 2017, è stato prorogato al 2019 grazie ad un mio emendamento approvato nel novembre del 2016. Laddove le amministrazioni ci credono e lavorano sodo, i risultati arrivano puntualmente. Il problema è che meno di un comune su dieci sfrutta questa opportunità. Secondo uno studio della società di analisi dati Twig, se tutti i comuni si allineassero agli standard medi dei primi 100 migliori enti, l’evasione recuperata schizzerebbe da 17 a 350 milioni di euro, garantendo ossigeno prezioso per bilanci messi a dura prova da anni di tagli”.

Pubblicato in Economia e lavoro, Territorio | Taggato | Lascia un commento

REGIONALI: DAL CENTRODESTRA POLEMICHE RIDICOLE CONTRO GORI

“Sono polemiche grottesche, senza senso, che lasciano veramente il tempo che trovano. Se questa è la classe politica che governa la nostra regione, siamo proprio messi male. Proprio per questo bisogna cambiare pagina alle prossime elezioni”. E’ il commento di Antonio Misiani, deputato PD, a fronte degli attacchi che diversi esponenti del centrodestra bergamasco hanno lanciato contro la possibile candidatura di Giorgio Gori a presidente della regione Lombardia. “Ai cittadini lombardi interessano le cose concrete, non le chiacchiere da bar. Sanità, treni pendolari, lavoro e impresa, ambiente: sarebbe meglio parlare di questi temi. Chi evoca ‘tradimenti’ o ‘sceneggiate’ dimostra di non avere il minimo senso del ridicolo. Giorgio Gori sta governando la città di Bergamo con grande competenza ed efficacia. Averlo come presidente della regione può essere una straordinaria opportunità per il nostro territorio, che in vent’anni e più di centrodestra ha fatto quasi sempre il portatore di acqua e basta. Che dire? Speriamo che il confronto politico si risollevi presto da questo bassissimo livello, passando ad una discussione più seria e costruttiva sui programmi e i progetti per il futuro della Lombardia”.

Pubblicato in Territorio | Taggato , | Lascia un commento

SPESE SOCIALI DEI COMUNI: CARNEVALI E MISIANI, E’ IN ATTO UNA SVOLTA POSITIVA

“Lo studio della CISL di Bergamo ha il pregio di analizzare il nesso tra l’evoluzione delle entrate dei comuni bergamaschi e la loro spesa sociale. Crediamo però che alcune precisazioni siano utili a integrare il quadro delineato dallo studio” dichiarano Elena Carnevali e Antonio Misiani, deputati bergamaschi del PD. Secondo Misiani “il grosso del cambiamento delle entrate comunali si è concentrato tra il 2010 e il 2012. In quegli anni l’entrata in vigore del decreto legislativo sul federalismo municipale e, soprattutto, la manovra economica del governo Monti portarono ad un drastico taglio dei trasferimenti erariali, controbilanciato da un fortissimo aumento delle imposte comunali. Va a merito dei governi Renzi e Gentiloni aver cambiato radicalmente registro: dal 2016 gli stanziamenti del fondo di solidarietà comunale non sono stati toccati e la quota ripartita secondo i fabbisogni standard è via via cresciuta (dal 40 per cento di quest’anno si arriverà al 100 per cento dal 2021); il famigerato patto interno di stabilità è stato sostituito dal pareggio di bilancio; la TASI sulle prime case è stata abolita e, contestualmente, è stato bloccato ogni aumento delle aliquote fiscali comunali. Molto rimane da fare: bisogna riorganizzare le entrate comunali, semplificandole e restituendo ai comuni maggiori spazi di autonomia. Ma la svolta è netta e visibile”

Carnevali sottolinea il cambiamento sul versante della spesa sociale: “i governi guidati dal PD hanno nettamente aumentato i fondi statali per le politiche sociali. Nel 2012 il Fondo nazionale politiche sociali e il Fondo per la non autosufficienza erano stati azzerati dall’ultima legge finanziaria del governo Berlusconi. Da allora, li abbiamo rifinanziati e stabilizzati e abbiamo introdotto nuovi, importanti stanziamenti di carattere sociale: il SIA (Sostegno per l’Inclusione Attiva), che dal 2018 si trasformerà nel REI (Reddito di Inclusione); i fondi per la legge sul “Dopo di noi”; il bonus bebé e – con la legge di bilancio 2017 – il premio alla nascita, il buono-nido e il voucher-nido.” Il volume delle risorse di carattere sociale destinate alla bergamasca è così nettamente cresciuto, dallo zero del 2012 agli oltre 55 milioni stimati per il 2017 (vedi tabella allegata). “Solo una parte di queste risorse passano per i bilanci comunali” – aggiunge l’on. Carnevali – “ma per avere un quadro completo bisogna tenere conto anche degli strumenti erogati dall’INPS che vanno a diretto beneficio di tante famiglie bergamasche”.

“Questi elementi delineano un quadro in positiva evoluzione” concludono Misiani e Carnevali. “Gli anni del risanamento hanno fortemente penalizzato i comuni, che hanno subito tagli nettamente sproporzionati rispetto al loro peso sul deficit e sul debito pubblico. Va al merito degli ultimi governi aver invertito questa tendenza, ponendo fine alla stagione dei sacrifici e rafforzando per varie vie interventi destinati alla non autosufficienza, alla disabilità e alla povertà, con riguardo in particolare alle famiglie con minori a cui dedichiamo una misura universale. Molto rimane da fare anche a sostegno della genitorialità, ma la strada imboccata è sicuramente giusta e condivisibile per garantire cura, protezione e diminuire le disuguaglianze”.

Pubblicato in Blog Dem, Sanità e welfare | Taggato , , , | Lascia un commento

UNESCO: MISIANI, UN RISULTATO STORICO PER BERGAMO

“È una notizia bellissima, un risultato storico per la nostra bellissima città” dichiara Antonio Misiani, deputato bergamasco del Pd, dopo la proclamazione da parte dell’UNESCO delle mura venete di Bergamo quale patrimonio dell’umanità.
“È stato premiato un progetto coraggioso e innovativo di cooperazione transazionale. Complimenti a tutti coloro che in questi anni ci hanno creduto, lavorando con passione e caparbietà ‘orobica’ per raggiungere questo importantissimo obiettivo. Congratulazioni, in particolare, per il sindaco Giorgio Gori e per la sua amministrazione, che hanno ottenuto un successo straordinario che come bergamaschi ci riempie di gioia e di orgoglio”.

Pubblicato in Territorio | Taggato , | Lascia un commento

GIUSTIZIA: MISIANI, IL MINISTERO È AL LAVORO PER AFFRONTARE I NODI EVIDENZIATI DAL PROCURATORE MAPELLI

“L’allarme lanciato dal procuratore Mapelli sull’inadeguatezza del personale degli uffici da lui diretti merita attenzione e risposte concrete” dichiara Antonio Misiani, deputato PD. “Da tempo siamo in stretto contatto con il Ministero della Giustizia per affrontare i problemi aperti. Il distretto di Brescia, in un contesto in cui le piante organiche sono in via di revisione (già completata per i magistrati), è prioritario per il ministero. In tutto il distretto, in attesa dell’ingresso in servizio dei vincitori del concorso (che dovrebbe avvenire in tempi più ravvicinati di quelli prospettati dal procuratore), il ministero ha promosso l’accordo con la Regione Lombardia come misura tampone e ha messo a disposizione 84 posizioni di personale amministrativo da coprire con la mobilità da altri comparti della PA. Hanno finora preso possesso 32 unità, di cui 11 presso gli uffici di Bergamo (8 in Tribunale e 3 in Procura). A settembre 2017 si svolgeranno gli esami orali del concorso e così nuovo personale entrerà in servizio attivo anche a Bergamo. Nel giro di alcuni mesi entreranno in servizio 1400 unità di personale in tutta italia e quindi anche nelle procure più sotto organico come quella di Bergamo. Molto rimane da fare, come giustamente sottolinea il procuratore Mapelli, ma la strada imboccata produrrà benefici concreti nei tempi più rapidi compatibili con la normativa vigente in materia di pubblico impiego.”

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Territorio | Taggato , | Lascia un commento

WEB TAX: MISIANI, UN PASSO IMPORTANTE VERSO UN FISCO PIÙ EQUO

“È un importante passo in avanti verso una tassazione più efficace dei giganti del web” dichiara Antonio Misiani, deputato Pd, dopo l’approvazione in commissione bilancio dell’emendamento Boccia che introduce la web tax. “È una vittoria del Parlamento: dopo quattro anni di tira e molla finalmente abbiamo messo un primo punto fermo per contrastare l’evasione e l’elusione delle cosiddette “Over-the-top” tecnologiche, che ogni anno sottraggono al fisco italiano ricavi per miliardi di euro. Le risorse aggiuntive della web tax saranno destinate al fondo non autosufficienze e al fondo per la riduzione della pressione fiscale, una apprezzabile scelta di giustizia sociale ed equità fiscale. Molto rimane da fare ma la direzione imboccata è giusta e condivisibile, verso l’obiettivo finale dell’introduzione di un sistema impositivo a livello sovranazionale delle multinazionali del digitale, così come sollecitato dall’Ocse e e dal G7″.

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , | Lascia un commento

ELEZIONI: MISIANI (PD), SODDISFAZIONE PER I RISULTATI IN PROVINCIA DI BERGAMO

“I risultati per noi in provincia di Bergamo sono sicuramente positivi” dichiara il deputato Pd Antonio Misiani, commentando i dati delle elezioni comunali. “A Curno, Mozzo, Nembro, Villongo, Arzago d’Adda vincono candidati sindaci di liste civiche appoggiate dal Pd. È stata premiata la concretezza e il buongoverno, anche di fronte ad avversari che – come nel caso di Curno – hanno fortemente ideologizzato la loro campagna elettorale. Questi esiti in partenza non erano affatto scontati e rappresentano un buon viatico in vista dei prossimi appuntamenti elettorali.”

Pubblicato in Idee e politica | Taggato | Lascia un commento