Archivi tag: SS 38

Tangenziali e delibera CIPE: la polemica inutile della Lega

La polemica dei leghisti (Crosio,  Parolo, Sertori) sulla delibera del CIPE è la dimostrazione di come la Lega cerchi ogni occasione per attaccare il Governo Monti quando, per anni, è stata zitta sui disastri di Berlusconi. Bene ha fatto l’On. Lucia Codurelli a rispondere con un tono serio e misurato alle accuse dei leghisti. Nel merito mi sembra una polemica che mette a nudo un fatto politico grave, l’incapacità  del Presidente dell’amministrazione provinciale di svolgere un ruolo di coesione ed unità del territorio sul tema delle infrastrutture. In questi giorni si è fatto prevalere l’inopportuna visibilità della Lega. Altri, in passato, di fronte a difficoltà avrebbero chiamato a raccolta le istituzioni locali e i suoi rappresentanti. Invece, l’On. Crosio ha scelto la ricerca della polemica per visibilità mediatica in un goffo tentativo di riportare, dopo gli scandali, la Lega sulla scena politica. Personalmente, leggendo il documento del Ministero credo che la scelta sui ribassi d’asta sia prudente. Indicare che i ribassi d’asta della tangenziale di Morbegno vengono dirottati sulla tangenziale di Tirano, senza conoscere quanti sono rischia di creare aspettative e facili ottimismi. La delibera CIPE non fa promesse, come qualcuno ha fatto per la tangenziale di Tirano.  Non nascondo la preoccupazione per un possibile aumento dei costi dovuti all’aumento dello spread e dei tassi d’interesse sui mutui. Credo che il territorio nelle sue varie responsabilità istituzionali, magari con il coordinamento forte ed autorevole dell’amministrazione provinciale, debba monitorare il percorso degli eventuali ribassi affinchè vengano poi stanziati per la tangenziale di Tirano. Le polemiche oggi servono solo per la ricerca di visibilità e non aiutano nemmeno gli amministratori del tiranese. Il testo del Cipe CIPE 22 marzo 2012 statale 38 il comunicato dell’On. Lucia Codurelli CODURELLI – SULLA DELIBERA CIPE S.S. 38 Vi segnalo un sito dove potete trovare informazioni sulla tangenziale di Morbegno http://cantieri.mit.gov.it/index.php/lombardia/141 oppure http://8byte.it/ss38  curato in maniera puntuale da Francesco Bongio, Assessore ai lavori pubblici di Morbegno.

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato | Lascia un commento

Tangenziale di Morbegno: buona notizia l’escamotage per aggirare il patto di stabilità. Ora lavoriamo perché si sblocchino i 60 milioni promessi dal Governo.

Lavori sulla SS38

Devo fare i complimenti al Presidente e all’amministrazione provinciale per avere trovato l’escamotage tecnico per aggirare il Patto di  Stabilità e potere utilizzare le risorse per il mutuo per la tangenziale di Morbegno. Finalmente una buona notizia che si aggiunge a quella dei 50 milioni di euro di Regione Lombardia previsti nel triennio 2011.2013, cui ho espresso il mio sostegno anche nell’ultima riunione della Commissione Bilancio. Ora rimane l’ultimo tassello del puzzle per avviare le procedure per cantierare l’opera, le risorse previste dal CIPE. Mi auguro che la pesante manovra economica appena approvata non incida negativamente per il finanziamento dei 60 milioni di euro mancanti. Il Governo e il Ministro Tremonti devono tenere in forte considerazione che la Valtellina è l’unico territorio in Italia che si autotassa, finanziando con cospicue risorse locali una strada di competenza statale! Spero che a  Settembre il CIPE sblocchi le risorse mancanti e si possa dare il via all’iter definitivo per la tangenziale di Morbegno, opera strategica e fondamentale per la messa in sicurezza dei centri abitati della bassa valle e per l’economia provinciale.

Sondrio, 16 luglio 2011

Pubblicato in Mobilità | Taggato | Lascia un commento

SS38: finalmente in Commissione bilancio previsti i 50 milioni di euro per la tangenziale di Morbegno

Ieri in commissione bilancio, con l’assenza totale dei membri della Lega per le divisioni emerse con il Pdl dopo la bocciatura in Consiglio regionale della legge di riforma dei Parchi, è stato presentato l’assestamento di bilancio 2011. Nell’assestamento sono previsti per gli anni 2012-2013 i 50.000.000 di euro per la realizzazione della variante di Morbegno. L’appostamento delle risorse della Regione Lombardia è una notizia molto positiva per il nostro territorio, ora tocca al CIPE e al Governo fare la sua parte e stanziare le risorse mancanti per la realizzazione della tangenziale di Morbegno. Rimane aperto il problema da parte della Provincia di Sondrio di accedere al mutuo per i vincoli previsti dal patto di stabilità. Spero che il Governo possa rivedere i vincoli del patto di stabilità – richiesta fatta anche dal Consiglio regionale in una mozione da me sottoscritta e votata all’unanimità. Ho chiesto ai colleghi del Pdl, che avevano presentato la mozione l’inserimento, oltre ai Comuni, degli enti provinciali nell’elenco delle amministrazioni da considerare nella revisione del patto per consentire alla provincia di Sondrio di sbloccare le risorse per la realizzazione della tangenziale di Morbegno. Ora vedremo se Formigoni sarà in grado di premere sul Governo per una revisione del patto di stabilità che consenta ai Comuni e alle Province lombarde virtuose di spendere le risorse che hanno a disposizione per realizzare quelle opere pubbliche che i cittadini aspettano da anni.

Milano, 7 luglio 2011

Pubblicato in Mobilità | Taggato , | Lascia un commento

Lo scandalo della cava del Tartano! Aumentano i costi di 18 milioni per la SS 38

SS 38, Costanzo (PD): positive le notizie per la tangenziale di Morbegno, negative per la tangenziale di Tirano “Uno scandalo l’aumento dei costi di 18 milioni per la cava del Tartano”

Finalmente il Ministro Matteoli ha dato una notizia che il territorio attendeva: «I fondi per la variante di Morbegno ci sono» e il completamento dell’opera dovrebbe avvenire entro la fine dell’estate 2012. “Di fronte alle parole del Ministro – dichiara il consigliere regionale del PD Angelo Costanzo – non posso che esprimere la soddisfazione per la futura realizzazione della tangenziale di Morbegno, ma anche la preoccupazione per le mancate certezze per la tangenziale di Tirano, sulla quale il Ministro non ha dato garanzie sulle risorse e sui tempi di realizzazione. Ora aspettiamo che le promesse si traducano in atti concreti e che nella prossima riunione del CIPE ci sia il definitivo stanziamento dei 60 milioni di euro del Governo, e che siano contestualmente messi sul tavolo anche i 50 milioni previsti dalla Regione Lombardia”. A gettare un ombra sulla soddisfazione per le dichiarazioni del Ministro Matteoli rimane comunque quello che Costanzo definisce senza mezzi termini “lo scandalo dell’aumento dei costi” dello stralcio del primo lotto di 18 milioni di euro “e degli ulteriori nove mesi di ritardo” sulla realizzazione dell’opera che fanno slittare la consegna dei lavori dall’aprile del 2011 all’estate del 2012. “Nel febbraio del 2009 – spiega il consigliere – si è voluto inaugurare un cantiere senza avere risolto il problema delle autorizzazioni della coltivazione della cava del Tartano, per reperire il materiale per la realizzazione della strada, che ha portato ad un contenzioso legale con il relativo blocco della cava e il conseguente aumento dei costi per reperire il materiale in luoghi più distanti dal cantiere della SS 38. Come sempre si vendono i trionfi ma non ci si assume mai la responsabilità degli errori assai costosi per la collettività. Lo scandalo ha responsabilità chiare e le dichiarazioni del Presidente dell’ANAS Ciucci non lasciano spazio ad interpretazioni di parte”. Il presidente ANAS ha affermato che il problema era già noto, ma che si era deciso di partire ugualmente con il cantiere pensando, come era stato promesso dalla Provincia, che il tutto si sarebbe risolto nel giro di 60 giorni. “Così non è avvenuto – dice Costanzo – e ora ci troviamo a pagare salati gli errori di aprire un cantiere senza avere risolto prima il problema della cava del Tartano. A questo si potrebbe aggiungere la richiesta della ditta appaltatrice di un aumento di ulteriore 45 milioni di euro proprio per il ritardo dei lavori. Una beffa per un territorio – chiude Costanzo – a cui si chiedono enormi sacrifici economici per la realizzazione della tangenziale di Morbegno e di Tirano attraverso risorse locali dei canoni idrici del Bim, della Camera di Commercio, della Provincia, delle Comunità Montane e dei Comuni e uno smacco per la sbandierata politica del fare”. Milano, 29 marzo 2011

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , | 1 commento

Statale 36-38: la risposta dell’ANAS

Al Consigliere Regionale
Angelo Costanzo

e p.c. Assessore Regionale
Raffaele Costanzo

Assessore Provinciale
Silvana Snider

Oggetto:  Piani viabili delle Strade Statali in Valtellina e Valchiavenna
 
Con riferimento allo stato dei piani viabili delle Strade Statali di competenza ANAS in Valtellina (S.S. 36 “del Lago di Como e dello Spluga” – S.S. 37 “del Malora” – S.S. 38 “dello Stelvio” – S.S. 39 “dell’Aprica” – S.S. 301 “del Foscagno” per complessivi 239 km) si comunica che, cessate le importanti precipitazioni piovose dei giorni scorsi e a salvaguardia delle condizioni di sicurezza per la circolazione stradale, si è provveduto al ripristino dei piani viabili mediante l’impiego di conglomerato bituminoso a freddo con le consuete attività di manutenzione ordinaria.
Inoltre lungo la S.S. 38 nel tratto compreso tra i km 0+000 (Trivio di Fuentes) ed 13+500 (centro abitato di Morbegno), ove si sono verificati i maggiori disagi, si provvederà nel corso della prossima settimana ad eseguire un intervento straordinario che prevede il taglio e l’asportazione mediante fresatura della pavimentazione stradale ammalorata e la stesa mediante finitrice meccanica di conglomerato bituminoso caldo. 
Si assicura che i capitolati ANAS costituiscono lo standard nazionale di riferimento per i lavori di pavimentazione stradale e che questa Società conduce rigorosi controlli in corso d’opera.
Per quanto riguarda il confronto con la Confederazione Elvetica, oltre ad evidenziare la grande differenza di risorse disponibili per interventi di manutenzione, si sottolineano le gravose condizioni di traffico che caratterizzano le nostre strade in particolare la S.S. 36 e la S.S. 38.
Infatti l’ultimo censimento eseguito nel mese di dicembre 2010 lungo la S.S. 38 in Comune di Castione, evidenzia un Traffico Giornaliero Medio di oltre 26.000 veicoli giorno con oltre il 6,0% di presenza di traffico pesante.
Si ricorda che nella vicina Svizzera le merci circolano prevalentemente su rotaia con conseguente minore incidenza sulla viabilità stradale.
Per quanto riguarda le prossime attività, si informa che è stato pubblicato un bando di gara per Lavori di manutenzione ordinaria di rappezzature e mantenimento in condizioni di sicurezza dei piani viabili per l’importo di € 909.600,00 con termine di presentazione delle offerte al 09/02/2010.
Inoltre, nello scorso mese di ottobre, è stata esperita una gara per Lavori di manutenzione straordinaria di distese generali per l’importo di € 214.240,00, per cui si è in attesa della conferma del finanziamento.
Si ricorda inoltre che nel corso del 2010 sono stati eseguiti i lavori di risanamento e rafforzamento del piano viabile della S.S. 38 tra i km 14+000 e 69+000 per l’importo di € 2.270.000,00 e tra il 2009 e 2010 altri lavori di distese generali per oltre € 1.900.000,00 su tutte le Strade Statali della Provincia di Sondrio.
Tali interventi hanno circoscritto le anomalie riscontrate essenzialmente al suddetto tratto tra Trivio di Fuentes e Morbegno, alla Tangenziale di Sondrio ed al tratto tra Lovero e Grosio per la S.S. 38, ai centri abitati di Campodolcino, Somaggia e Nuovo Olonio per la S.S. 36, ed al tratto tra Chiavenna e Piuro per la S.S. 37.  
Si rimane a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

IL CAPO COMPARTIMENTO
Ing. Claudio DE LORENZO

Pubblicato in Mobilità | Taggato | Lascia un commento

Buche della Statale 38-36

SS 38 Buche del manto stradale

SS 38 Buche del manto stradale

Milano, 12 Gennaio 2011
Lettera aperta

Al Capo Compartimento
Anas Lombardia
Via Corradino D’Ascanio, 3
20142 Milano
c.delorenzo@stradeanas.it  

e,p.c.All’Assessore Regionale Raffaele Cattaneo
Via Fabio Filzi, 22
20124 Milano
raffaele_cattaneo@regione.lombardia.it
 
All’Assessore Provinciale Silvana Snider
Corso XXV Aprile, 22 – 23100 Sondrio
informazioni@provincia.so.it  
Gent.mo Ing. Claudio De Lorenzo,
 
innanzitutto la ringrazio per la disponibilità dimostrata oggi durante la nostra conversazione telefonica in merito alla disastrosa condizione, in alcuni tratti del manto stradale, delle S.S. n. 38 e 36.
Come le accennavo, numerosi cittadini si sono rivolti a me per sollecitare la soluzione del problema.
Le buche nel manto stradale rappresentano un problema di sicurezza, un calvario che puntualmente si ripete nella stagione invernale, creando numerosi disagi per gli automobilisti e gli autotrasportatori.
Un biglietto da visita certamente negativo per l’immagine turistica della provincia di Sondrio.
Mi permetta di dirle che è inaccettabile che ogni anno questo si ripeta.
Come mai in provincia di Sondrio il manto stradale si disintegra a causa delle precipitazioni nevose e passate le dogane di Piattamala e Villa di Chiavenna, in Svizzera, questo non accade?
È un problema di qualità del conglomerato bituminoso utilizzato durante la posa dell’asfalto, di mancata manutenzione periodica o di risorse?
Credo che entrambi questi aspetti siano la causa del problema.
Penso che servano maggiori controlli sui lavori e sulla qualità del materiale utilizzato e anche maggiore manutenzione.
Non mi sfugge l’esistenza di un problema di risorse economiche, ma mi permetta una domanda non rivolta a lei ma all’Assessore regionale Raffaele Cattaneo e all’Assessore Provinciale Snider.
Se si trovano i soldi per fare il ponte sullo Stretto di Messina come mai non ci sono i soldi per la normale manutenzione delle strade in Valtellina?
Credo che chi Governa, da Roma a Milano fino a Sondrio debba assumersi la responsabilità di quanto accade, fare chiarezza sulle risorse economiche realmente disponibili ed intervenire affinché ciò non accada più.
È corretto che i cittadini sappiano quali sono state le risorse a disposizione per la manutenzione delle strade lombarde nel 2010 da parte dell’ANAS, in particolare in provincia di Sondrio, e quali interventi sono programmati sulle statali n. 36-38 per risolvere il problema delle buche che ogni anno si formano nel manto stradale.
Nella speranza che giungano risposte immediate e  positive alla soluzione dei disagi sulla SS. 38-36, la ringrazio per la collaborazione e le porgo cordiali saluti.

Angelo Costanzo
Consigliere Regionale del Partito Democratico

Pubblicato in Mobilità | Taggato , | Lascia un commento