Archivi del mese: settembre 2010

Programma regionale di sviluppo IX legislatura: gli emendamenti presentati da Costanzo

Mele di Valtellina

Mele di Valtellina

Come contributo alla valorizzazione del territorio e dell’economia della provincia di Sondrio, nella seduta del Consiglio regionale del 28 settembre 2010, ho presentato vari emendamenti al Programma di Sviluppo Regionale della XI legislatuta.
La sintesi degli emendamenti:

  • (emendamento 17) l’impegno del Pirellone per sostenere la candidatura dei terrazzamenti vitati della Valtellina;
  • (emendamento 18) la valorizzazione del Multiconsorzio “VALTELLINA CHE GUSTO”;
  • (emendamento 19) il sostegno al progetto DMO per lo sviluppo del turismo facilitando la stretta collaborazione tra pubblico e privato;
  • (emendamento 20) la valutazione di realizzare un traforo turistico dello Stelvio sulla base degli studi effettuati nel 2002;
  • (emendamento 21) la realizzazione dello studio di fattibilità del traforo ferroviario della Mesolcina;
  • (emendamento 22) il richiamo nel PSR al piano d’area della media ed alta valltellina per la valorizzazione del patrimonio ambientale;
  • (emendamento 23) la richiesta di attribuzione delle competenze del demanio idrico alla provincia di Sondrio.

Angelo Costanzo Consigliere regionale del PD

Scarica gli emendamenti. Emendamenti del Consigliere Costanzo al PRS IX LEGISLATURA

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato | Lascia un commento

Costanzo video intervista di Vaol.it: "i primi cento gironi in regione"

L’intervista ad Angelo Costanzo del giornalista Gianluca Papa di Vaol.it alla ripresa dell’attività politica dopo la pausa estiva. I primi cento giorni.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , | Lascia un commento

Frana di Primolo a Chiesa in Valmalenco: Costanzo presenta una interrogazione all'Assessore al territorio

Frana di Primolo

Frana di Primolo

In data 12 luglio 2010, poco dopo l’una di notte, a seguito di una pioggia torrenziale, quasi 2.500 metri cubi di fango e detriti  sono scivolati a valle ostruendo l’unica strada di accesso  che porta alla frazione di Primolo del Comune di Chiesa in Valmalenco. Il movimento franoso, per fortuna, non ha coinvolto persone ma ha creato disagi per i residenti e i molti turisti presenti nella nota località turistica di Chiesa in Valmalenco. Il tempestivo intervento dei Vigili del fuoco e dell’Amministrazione Comunale ha consentito di liberare la strada dal fango e dai detriti che ostruivano il passaggio per raggiungere la frazione di Primolo. Già in precedenza la strada per la frazione di Primolo è stata oggetto d’interruzione a seguito di eventi calamitosi con disagi per i cittadini e i turisti che soggiornano in vacanza. Nell’Agosto del 2010 una petizione, di cittadini e turisti,  chiede alle istituzioni competenti un intervento risolutivo e definitivo per la messa in sicurezza della strada che collega  la frazione di Primolo al comune di Chiesa in Valmalenco. Dalle notizie  emerse sulla stampa l’Assessore regionale al  territorio  aveva  garantito una visita a Chiesa in Valmalenco per effettuare un’attenta verifica nella zona colpita dalla frana
interroga l’Assessore regionale al Territorio per sapere 
quali iniziativa ha intrapreso;
come la Regione Lombardia intende intervenire, superando la logica dell’emergenza, per il riassetto idrogeologico dell’intera area interessata agli eventi calamitosi del 12 luglio 2010;
le risorseIn data 12 luglio 2010, poco dopo l’una di notte, a seguito di una pioggia torrenziale, quasi 2.500 metri cubi di fango e detriti  sono scivolati a valle ostruendo l’unica strada di accesso  che porta alla frazione di Primolo del Comune di Chiesa in Valmalenco. Il movimento franoso, per fortuna, non ha coinvolto persone ma ha creato disagi per i residenti e i molti turisti presenti nella nota località turistica di Chiesa in Valmalenco. Il tempestivo intervento dei Vigili del fuoco e dell’Amministrazione Comunale ha consentito di liberare la strada dal fango e dai detriti che ostruivano il passaggio per raggiungere la frazione di Primolo. Già in precedenza la strada per la frazione di Primolo è stata oggetto d’interruzione a seguito di eventi calamitosi con disagi per i cittadini e i turisti che soggiornano in vacanza. Nell’Agosto del 2010 una petizione, di cittadini e turisti,  chiede alle istituzioni competenti un intervento risolutivo e definitivo per la messa in sicurezza della strada che collega  la frazione di Primolo al comune di Chiesa in Valmalenco. Dalle notizie  emerse sulla stampa l’Assessore regionale al  territorio  aveva  garantito una visita a Chiesa in Valmalenco per effettuare un’attenta verifica nella zona colpita dalla frana
interroga l’Assessore regionale al Territorio per sapere 
quali iniziativa ha intrapreso;
come la Regione Lombardia intende intervenire, superando la logica dell’emergenza, per il riassetto idrogeologico dell’intera area interessata agli eventi calamitosi del 12 luglio 2010;
le risorse economiche già impegnate e quante ne sono previste per il riassetto idrogeologico dell’area i tempi per la messa in sicurezza definitiva dell’area interessata al dissesto idrogeologico.
Milano, 6 settembre 2010
Costanzo Angelo (PD) economiche già impegnate e quante ne sono previste per il riassetto idrogeologico dell’area i tempi per la messa in sicurezza definitiva dell’area interessata al dissesto idrogeologico.
Milano, 6 settembre 2010
Costanzo Angelo (PD)

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato | Lascia un commento