Archivi tag: pdl

Lega grillina

In questi giorni agostani arrivano da alcuni importanti esponenti leghisti, ultimo l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianni Fava, dichiarazioni a proposito della fine dell’alleanza con il Pdl e di un possibile nuovo asse Lega-Grillo.

Se i giudizi sul Pdl e su alcuni dei suoi componenti (“meglio i grillini dei ciellini del Pdl”) sono quelli descritti in queste ore dai leghisti, piuttosto che chiedere a Letta di tornare alle urne, il Carroccio si prepari a chiudere l’esperienza in Lombardia e si candidi con il M5S a cominciare da qui. Sarebbe interessante capire se Maroni la pensa allo stesso modo, visto che Fava viene considerato un suo fedelissimo.

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Cento giorni

Ieri la Cisl Lombardia ha commentato duramente i primi tre mesi della nuovo governo lombardo.

Abbiamo sentito tante dichiarazioni d’intenti: sul lavoro, sull’anticipo della cassa, sugli incentivi per le assunzioni, sui giovani, su interventi sull’Irap per chi assume, sul rilancio dell’apprendistato, sulle iniziative per tenere qui le nostre aziende e sull’attrattività degli investimenti, su un fondo per la famiglia e le fragilità, sui fabbisogni abitativi. Ma ad oggi non possiamo che tracciare un bilancio fallimentare, su tutti i fronti”, ha dichiarato il segretario  generale Petteni.

La Cisl ha ragione, i primi cento giorni della giunta Maroni non hanno dato le risposte che la crisi economica richiede. C’è stata, è vero, una buona decisione sull’anticipo della cassa in deroga, peraltro su indicazione unanime delle forze politiche, ma sull’accompagnamento degli imprenditori e delle aziende in questa fase difficile non abbiamo visto grandi novità rispetto al passato. Le emergenze sono l’accesso al credito, l’armonizzazione degli strumenti per sbloccare i pagamenti della pubblica amministrazione e il sostegno dell’occupazione giovanile. Per fare questo occorre superare la logica dei contributi a pioggia senza verifica dei risultati, come ha ben riassunto Petteni parlando di “mancette”.

Proprio sull’attività del nuovo governo regionale mi confronterò questa sera alle 19.00, a Varese presso Ville Ponti, all’Assemblea annuale della Compagnia delle Opere, insieme al Presidente della Giunta di Regione Lombardia Roberto Maroni e il Presidente del Consiglio Regionale Raffaele Cattaneo.

Pubblicato in Blog Dem, Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Moratoria centri commerciali

E’ stata approvata oggi all’unanimità la proposta di legge sulla moratoria di 6 mesi all’autorizzazione di nuovi centri commerciali in Lombardia (fatto salvo quelle opere e quegli interventi previsti in accordi di programma promossi da Regione Lombardia che siano funzionali alla realizzazione di Expo 2015).

E’ senza dubbio una vittoria per il Pd. La moratoria è stata resa effettiva solo grazie al lavoro dell’opposizione che è riuscita, attraverso il voto segreto, a bloccare i tentativi di vanificare gli effetti della moratoria stessa,impedendo l’approvazione della deroga agli ampliamenti e alle strutture che avevano già iniziato iter di approvazione. Con il voto di oggi speriamo che possa iniziare effettivamente un percorso nuovo e che la maggioranza abbandoni la retorica piena di contraddizioni che ha fatto sì che Lega e Pdl abbiano, in questi anni, autorizzato lo sviluppo selvaggio della grande distribuzione sul territorio lombardo.
Come Pd abbiamo inoltre fatto approvare un ordine del giorno affinché la programmazione commerciale regionale possa, d’ora in avanti, essere fatta tenendo conto anche degli effetti sovra comunali di area vasta, del consumo di suolo per i comuni coinvolti, del potenziale sfruttamento delle aree dismesse, degli effetti che le grandi strutture di vendita generano sui centri naturali del commercio e più in generale sui centri storici e sugli equilibri socioeconomici locali. L’ordine del giorno invita la Giunta, entro i termini della moratoria (6 mesi), a estendere il confronto a tutti i comuni interessati dall’insediamento di una nuova struttura e a prevedere nuovi strumenti di perequazione territoriali volti a riequilibrare, tra i comuni coinvolti, gli effetti indotti dalle grandi strutture.
Negli ultimi 6 mesi in Lombardia sono stati autorizzati oltre 300 metri quadri al giorno di nuovi centri commerciali, supermercati, ipermercati, outlet.
Pubblicato in Economia e lavoro, Territorio | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Lega e Pdl, l’accordo della disperazione

Quale location migliore per l’inciucio fra Berlusconi e Maroni se non la “cara e vecchia” Arcore? Il centrodestra si sveglia oggi con un accordo vecchio e disperato che sconfessa ramazze, sfiducie e orgogli identitari dell’ultimo anno.
È evidente che Pdl e Lega non hanno imparato nulla dai tanti errori che hanno fatto e che ci hanno portati fino a questa condizione, sia in Regione Lombardia che nell’Italia nel suo complesso.
Ora siamo curiosi di capire che proposta faranno agli elettori lombardi. Cancelleranno i diciassette anni di Formigoni e i diciotto di Berlusconi o sceglieranno invece la continuità? Insomma,  che nomi dobbiamo aspettarci a breve per la squadra di Maroni: Nicoli all’ambiente e Zambetti alla trasparenza? E magari Formigoni alla sanità?

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Salvare Isernia?

Non ci siamo proprio. Oggi in commissione bilancio al Senato è stato presentato un emendamento, firmato da esponenti di Pdl e Pd, che introduce una norma ad hoc per salvare le province di Matera, Terni e Isernia dalla scure della “spending review”. Secondo il testo infatti ogni regione a statuto ordinario dovrà avere almeno due province.

I partiti della maggioranza ci ripensino e cambino rotta immediatamente.

In Lombardia siamo pronti ad accettare la sfida della costruzione di un nuovo assetto degli enti territoriali valutando l’accorpamento di province con territori popolosi ed estesi, come sono quella di Varese, esclusa per limiti territoriali nonostante abbia quasi 900mila abitanti, o quelle di Como e di Monza e Brianza. Ma non possiamo accettare accordi al ribasso per i quali ogni volta che si prende una decisione c’è sempre qualcuno che proponederoghe incomprensibili, con argomenti francamente risibili rispetto al passaggio epocale che stiamo affrontando. In Lombardia abbiamo province consistenti per territorio, numero di abitanti e di comuni, che non sono nemmeno comparabili alle tre che si vorrebbero salvare. Noi vorremmo parlare, pur con qualche perplessità sui criteri adottati, di una revisione degli enti territoriali che vada incontro alle linee guida della spending review per razionalizzare i costi e garantire servizi migliori ai cittadini, ma se comincia il gioco delle deroghe la discussione perde di senso.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Lega, can che abbaia…

2 giugno 2012 Matteo Salvini (Lega Nord) “Mi auguro che il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni lasci il suo incarico di Commissario generale di Expo perche’ la regione ha bisogno di un impegno costante 24 ore su 24 e non di gente che va in vacanza in luoghi esotici“.

2 luglio 2012 Matteo Salvini (Lega Nord) ”La nostra convizione resta quella che l’Expo abbia bisogno di una persona che si dedichi 24 ore su 24. Non pensiamo che Formigoni sia in grado di garantirlo. Se il dibattito arriva in aula, glielo consiglieremo”.

17 luglio 2012, il dibattito arriva finalmente in aula e la Lega Nord non solo vota contro l’ordine del giorno presentato dal Partito Democratico che chiedeva di sostituire il commissario generale di Expo ma porta addirittura a casa, d’accordo con il Pdl, un sub-commissario che affiancherà Formigoni.

Ancora una volta la Lega si dimostra un cane che abbaia ma che non morde, si sottrae con disinvoltura alle sue responsabilità e continua a prendere in giro i cittadini lombardi.  Salvini poi sembra sempre più un Alfano in salsa padana. Così duri a parole, così inconsistenti nei fatti.
Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Il tempo perso

Domani in Consiglio Regionale discuteremo di Expo 2015, di fiscalità e di revisione della spesa pubblica. Ho la sensazione però che l’attenzione dei media sarà concentrata su altro.

In questa legislatura abbiamo perso troppo tempo e abbiamo speso troppe parole dietro a vicende che hanno solo infangato e indebolito l’istituzione regionale. L’auspicio è che si chiuda in fretta questo teatrino indecoroso e che il Consiglio torni ad essere la sede della politica lombarda. Il tempo è già scaduto.

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Lega e Pdl “salvano” i ticket

 

Lega e Pdl hanno bocciato ieri in Aula l’ordine del giorno, presentato dal PD, che proponeva di utilizzare le risorse ottenute dal recupero dell’ evasione fiscale su Irap, Bollo Auto e addizionale regionale Irpef per rendere più equo il sistema dei ticket in Lombardia. Una proposta di buon senso che prevedeva l’esenzione dei cittadini con redditi familiari sotto i 30mila euro e prevedeva, sopra quella soglia, la modulazione progressiva.

Negli scorsi giorni la Lega per bocca del segretario regionale Salvini aveva posto duramente la questione dell’eliminazione dei ticket, indicandola addirittura come condizione necessaria per la continuazione della legislatura. Al momento del voto però, come al solito, si è sfilata.

Bisogna informare il distratto Salvini che, grazie al PD, si è votato sulla riduzione dei ticket sanitari ma che il suo partito ha votato contro, cioè per confermarli così come sono. Il segretario del Carroccio si metta d’accordo con i suoi consiglieri regionali e con l’assessore alla sanità, in modo da evitare in futuro di fare dichiarazioni palesemente smentite dai fatti.
Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Arroccato

Oggi in Consiglio Regionale si è discussa la mozione di sfiducia al Presidente della Regione, Roberto Formigoni.

Pdl e Lega, come previsto si sono arroccati in difesa delle proprie poltrone e hanno votato compatti respingendo la mozione.

Il voto di oggi è la dimostrazione di quanto sia ormai lontano il governo di questa regione dalla Lombardia reale. La maggioranza ha fatto finta di niente, compatta, ha tentato di rimuovere dal dibattito le indagini, le inchieste, gli arresti e le ambiguità che in questi mesi hanno purtroppo travolto l’istituzione regionale. L’intervento di Formigoni è stata poi la drammatica rappresentazione di un sistema di potere in difficoltà che evoca complotti e attacca nemici immaginari.

La Lombardia ha invece urgentemente bisogno di uno scatto d’orgoglio. Ne ha bisogno la politica che deve tornare ad avere l’ambizione di guidare i processi di cambiamento. Ne hanno bisogno i cittadini lombardi che sono da sempre i veri artefici delle eccellenze di questa regione.
Formigoni ha incassato la fiducia del Consiglio ma quella dei lombardi è ormai persa.
Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Sfiducia a Formigoni

Nella seduta di Consiglio Regionale di domani si discuterà la mozione di sfiducia al presidente Formigoni, presentata dal Partito Democratico insieme a Idv e Sel.

Sarà l’occasione per fare il punto su due anni disastrosi, connotati da cadute di stile, indagini, arresti e ambiguità che hanno coinvolto Regione Lombardia. I cittadini lombardi a maggio nelle urne hanno già sfiduciato Formigoni, che si era speso molto per i candidati del Pdl a Monza e Como.

Nel “palazzo” assisteremo quasi sicuramente ad un arroccamento da parte del centrodestra in difesa delle proprie poltrone, che avrà l’unico risultato di allontanare ancora di più il governo di questa Regione dalla Lombardia reale.
In questo quadro fanno sorridere le dichiarazioni di Matteo Salvini. Se davvero il Carroccio vuole fare sul serio c’è solo un modo per dimostrarlo al di là dei proclami, delle battute sulle vacanze e delle frasi ad effetto: votare la mozione di sfiducia.

Il tempo è scaduto. La Lombardia non merita ulteriori teatrini.

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento