Archivi tag: pd

“La bussola nella corsa elettorale” di Corriere Milano

corriere.disuguaglianzeAssolutamente centrale la riflessione di oggi di Cristiano Gatti sul Corriere Milano. Il nostro obiettivo per la Lombardia è ridurre le disuguaglianze. Proprio per questo due giorni fa abbiamo riunito oltre 500 persone fra professionisti, operatori e amministratori locali per riflettere insieme di “Sanità fra innovazione e disuguaglianze”. Perché il lavoro da fare per mettere la Lombardia in grado di continuare a correre è tanto, ma va fatto senza lasciare indietro nessuno.

Pubblicato in Blog Dem | Taggato , | Lascia un commento

1 marzo: una festa di democrazia e partecipazione

Care amiche e cari amici,
Coerenti con la nostra vocazione di partito aperto, plurale, fatto di uomini e donne e non solo dai suoi gruppi dirigenti, domenica 1 marzo, in concomitanza con il lancio del tesseramento, daremo vita alla prima consultazione democratica sul tema delle autonomie locali e della riforma delle Regioni.
La nostra idea è quella di coinvolgere, sempre più spesso, chi ci ha votato alle primarie anche nei processi decisionali e non solo durante le campagne elettorali.
In tutta la Lombardia oltre 3mila volontari allestiranno quasi 550 seggi, che saranno aperti dalle 9.00 alle 12.00 e nei comuni principali fino alle 18.00. Potranno partecipare tutti gli elettori del Partito Democratico, compresi i sedicenni. Tutte le informazioni e l’elenco dei seggi sono disponibili suwww.pdlombardia.it.
In alternativa, già da ora, sarà possibile possibile votare i quesiti online sul sitowww.pdlatua.it, la nuova piattaforma di ascolto e confronto del PD lombardo.
Dateci la vostra opinione.
Vi aspetto, buona partecipazione a tutti.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

Nuove province

In Lombardia 79 su 111 Comuni sopra i 15.000 abitanti sono governati dal centrosinistra. La guida dei nuovi enti di area vasta spetta al PD. Se il centrodestra vuole essere protagonista insieme a noi di questa fase di cambiamento, abbandoni i progetti velleitari come il referendum da 30 milioni di euro. Questa la mia intervista, nel titolo al posto di “Grande Milano” leggete “enti di area vasta.

a

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Ora tocca a Varese

La mia intervista rilasciata a “La Provincia”.

Il Pd di Renzi è quello che tanti di noi sognavano. Ora puntiamo a ridare una prospettiva anche a Varese». La Lega si sposta a destra e Renzi occupa il vuoto al Nord, questa l’analisi di Alessandro Alfieri, segretario regionale di un Pd che sfonda come non mai in Lombardia, e che è il primo partito in 134 Comuni su 139 della provincia di Varese.

Un miracolo?
È passato il messaggio di Matteo Renzi, il primo leader post-ideologico, che ha saputo intercettare il sentimento comune. Da un lato rassicura, dall’altro dà speranza di cambiamento. Mette insieme riformisti e moderati.
Come ha fatto a bucare anche nella Varese leghista?
Tutte le nostre analisi ci dicono che la collocazione di chi oggi vota Lega Nord è destra o estrema destra, ha perso quella caratteristica di voto trasversale. Così Renzi ha spazio politico, lui che è in grado di andare oltre gli steccati e che può dare stabile rappresentanza a un nuovo blocco sociale, dato che sa parlare sia agli insegnanti della scuola pubblica, assicurando loro attenzione come fa nei suoi tour, sia ai piccoli imprenditori, alle partite Iva, ai non garantiti. È questo il Pd che tanti di noi sognavano.
Dica la verità, se le avessero parlato di un Pd sopra al 40% a Varese non ci avrebbe scommesso su…
Arrivare a toccare quasi il 42 per cento in una città così simbolica era inimmaginabile. Ma penso sia dovuto a due fattori: da un lato, quello di cui si diceva del messaggio di Renzi che parla a quelle vaste fette di società lombarda che prima nemmeno prendevano in considerazione il Pd, ma dall’altro anche una componente di stanchezza rispetto al centrodestra a trazione leghista che governa da così tanti anni in città e in questo territorio.
Varese è insoddisfatta?
Varese appare come una città ripiegata su stessa, governata dignitosamente perché non possiamodire che a Varese si viva male, ma una città che non progetta il suo futuro. Piazza Repubblica è una metafora: viene continuamente messa in sicurezza, quando avrebbe bisogno di essere ripensata e di trovare una vocazione. Quella piazza come l’intera città: è ora di andare all’attacco.
Il 2016 è alle porte. Pensate di poter espugnare la Città Giardino?
Quell’anno si rivota a Varese e a Milano. Vincere quelle sfide vorrebbe dire poi puntare alla Region. Dove peraltro già ora si apre una nuova fase, in cui cercheremo di accelerare la fine di un’epoca (già ieri, con la “sfiducia” al vicegovernatore Mario Mantovani, ndr).
In questo scenario però la Lega di Salvini esulta per il 6,1% nazionale. Cosa ne pensa?
Mi viene da sorridere. È come se in una partita di calcio in cui perdi tre a zero ti mettessi ad esultare perché hai sventato il quarto gol. Non solo la Lega è molto al di sotto di tutti i movimenti euroscettici che hanno ottenuti risultati a due cifre, ma ottiene un risultato nazionale gonfiato dall’astensionismo record al sud. Sì, Salvini ha salvato la Lega dal tracollo, ma ha perso appeal sui moderati.
Vi avvantaggia?
Quando il “front-man” era Maroni la Lega parlava alle categorie e ai moderati, infatti alle scorse regionali la sua lista era risultata la carta vincente. Quella di Salvini è una Lega che si rinserra, che parla a un mondo che pensa ancora che con la lira si stava meglio e che guarda sempre più a destra. Ora questo risultato ci carica di una grande responsabilità. Dobbiamo essere all’altezza della sfida.
Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

L’Expo e il PD

La partita dell’Expo si vince solo se remiamo tutti dalla stessa parte. Renzi ha deciso di dare un segnale importante con la proposta della task force anticorruzione. Maroni ora non faccia campagna elettorale su una questione che riguarda non solo la Lombardia ma il Paese intero. Qui trovate la mia intervista pubblicata oggi su Repubblica.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

La riforma della Sanità

 

Sulla riforma della sanità va bene il dibattito che si è creato e sul tema il Gruppo regionale del PD sta lavorando da mesi. Si tratta però di una questione estremamente seria e una “soluzione” non si improvvisa in pochi giorni. Qui trovate la mia intervista rilasciata oggi al Corriere.

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Buon lavoro a Enrico Brambilla

brambillaBuon lavoro a Enrico Brambilla, nuovo capogruppo del Partito Democratico in Regione Lombardia. Brambilla farà bene, è una persona preparata e capace, insieme a lui e al gruppo consiliare lavoreremo al meglio in Consiglio per svolgere fino in fondo il nostro ruolo di opposizione e soprattutto per realizzare il progetto Lombardia 2018.
Il nostro obiettivo dichiarato è quello di costruire da subito l’alternativa a Maroni e al centrodestra per vincere le prossime elezioni regionali.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

#Lombardia2018

Domenica 16 febbraio si terranno le primarie per scegliere il nuovo segretario del Partito Democratico della Lombardia. Saranno primarie aperte, potranno infatti votare tutti i lombardi che abbiano compiuto 16 anni.

Come vi avevo anticipato ho scelto di candidarmi e di impegnarmi per costruire un PD lombardo forte e autonomo che si ponga l’obiettivo ambizioso di vincere le prossime elezioni regionali. E per poterlo fare bisogna prendere atto anche degli errori commessi in passato. Nello scorso febbraio abbiamo perso una grande occasione. Non siamo riusciti a capitalizzare la fine, a tratti drammatica, dell’era Formigoni. Un’agonia oscura, piena di ombre e inchieste che hanno minato la credibilità dell’istituzione regionale, per anni orgoglio dei lombardi.

Senza dubbio la scelta dell’election day ci ha penalizzato, ma è altrettanto vero che i tempi stretti per la scelta del candidato e della sua squadra ci hanno reso più difficile convincere gli elettori. Soprattutto quelli che mai ci avevano votato. Nelle comunità più piccole e nelle aree periferiche, dove i messaggi di cambiamento vengono recepiti più lentamente, abbiamo ottenuto i risultati più deludenti, allargando ulteriormente la forbice del consenso rispetto all’area milanese e ai capoluoghi di provincia.

Ciononostante, in questi anni è cresciuta una nuova classe dirigente che si è formata assumendosi responsabilità nelle amministrazioni locali e nel partito. E oggi, forti di queste esperienze e consapevoli delle difficoltà incontrate, intendiamo candidarci alla guida del Partito Democratico lombardo. Con il compito principale di costruire per tempo un progetto vincente. Aperto alla grande ricchezza dei movimenti civici lombardi, ma senza per questo rinunciare alla centralità del Partito Democratico. Nelle persone e nelle idee.

A questo link è possibile scaricare “#Lombardia2018 – idee e riflessioni a sostegno della candidatura di Alessandro Alfieri a segretario regionale del PD” un testo aperto a contributi e al confronto.

Sul sito www.alessandroalfieri.it trovate il racconto di questa campagna elettorale e tutti i materiali del congresso regionale.

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Commissione d’inchiesta

Aprire una commissione d’inchiesta in Consiglio regionale che faccia chiarezza sul “buco” finanziario dell’Aler di Milano. E’ la richiesta che abbiamo presentato questa mattina come opposizioni (Pd, Patto civico e Movimento 5 Stelle) all’ufficio di presidenza del Consiglio regionale della Lombardia. Vogliamo capirecome e perchè si è arrivati a un buco del genere, la commissione d’inchiesta serve a fare chiarezza, a smuovere le acque e a capire fino in fondo.

Dalla Regione attendiamo risposte chiare, a partire dalla due diligence condotta dalla società incaricata dalla Regione e dall’allora commissario Lombardi. Insistiamo da tempo per avere questi dati e per mettere al centro la riforma della legge sull’edilizia residenziale pubblica di cui vogliamo conoscere le linee guida che il centrodestra ha in mente. Sono temi non più rinviabili.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il mio impegno, Lombardia 2018

Il cambiamento è in atto nel Partito Democratico:prima i congressi provinciali, poi la partecipazione straordinaria alle primarie nazionali con la vittoria di Matteo Renzi. Ora manca solo la tappa regionale: a breve verrà decisa la data per il congresso che si terrà molto probabilmente nella prima metà di febbraio 2014.

Da parte mia ho deciso di impegnarmi in Lombardia e di candidarmi alla Segreteria Regionale. Il mio progetto ha un nome, “Lombardia 2018″, e un’ambizione che spero di condividere con tanti: costruire un PD lombardo forte e autonomo. Non mi interessa sapere se le persone che mi sosterranno hanno votato Cuperlo, Civati o Renzi, ma che condividano questo progetto. Il 2018 può sembrare un orizzonte lontano, ma non lo è se lavoreremo per costruire dal basso una classe dirigente pronta a vincere.
Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento