Archivi tag: Italia

Napolitano II

Napolitano mette in sicurezza le istituzioni repubblicane. Ma non il PD. Chi lo pensa si illude. Si apra subito la fase congressuale, si stabiliscano un percorso e regole condivise e si avvii un confronto ampio e partecipato sui diversi progetti in campo. Che sia vero e appassionato. Acceso e senza sconti. Rischiamo di dividerci? Preferisco correre quel rischio piuttosto che continuare ad assistere alla logica degli accordi sottobanco e dei finti unanimismi.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Domenica al voto!

Mancano ormai pochi giorni alle elezioniprimarie del centrosinistra. Domenica 25 novembre si terranno infatti delle vere e proprie primarie per l’Italia; in questo momento difficile per il Paese, milioni di cittadini e cittadine si recheranno ai seggi per scegliere il loro candidato premier. I sondaggi ci dicono che il Partito Democratico sta recuperando energie e consensi grazie ad una competizione per la prima volta vera e autentica. E’ questa però una grande responsabilità, anche alla luce di un centro-destra frammentato e incapace di resistere al declino del berlusconismo. Abbiamo quindi il compito di organizzare per domenica una grande festa di democrazia. Più saranno i votanti, più avremo le carte in regola per proporre un progetto di governo credibile e fortemente radicato, che restituisca un po’ di speranza agli italiani.

Domenica saranno 111 i seggi allestiti in provincia di Varese, tutto questo grazie alla straordinaria passione e disponibilità di centinaia di volontari che terranno aperte sedi di partito, sale civiche, comuni, biblioteche, scuole etc. Li voglio fin da subito ringraziare.

Invitando a partecipare tutti coloro che vedono in queste primarieun’occasione di riscatto per la buona politica, vi posto l’elenco di tutti i seggi della provincia di Varese, i seggi del nord e quelli del sud. 

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Quattro anni ancora

Quattro anni fa ero al Grant Park di Chigaco ad ascoltare, emozionato, il discorso da neo Presidente di Obama, un discorso cheaveva dato tanta speranza agli Stati Uniti e al mondo intero spettatore.

Questa notte ho seguito lo spoglio dei voti da casa, cercando di tenere vivaquella fiammella di speranza di cambiamento che ancora non si è spenta dopo quattro anni.

La conferma di Obama è unabuona notizia per l’Italia e per l’Europa.

L’auspicio è ora che, sulla scia di questo successo, nella campagna elettorale delle primarie italiane si discuta più di Europa e di politica internazionale.Perché è chiaro che dalla crisi non ne usciremo da soli. 

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Festa d’Europa

L’Europa non potrà farsi un una sola volta, né sarà costruita tutta insieme; essa sorgerà da realizzazioni concrete che creino anzitutto una solidarietà di fatto. L’unione delle nazioni esige l’eliminazione del contrasto secolare tra la Francia e la Germania: l’azione intrapresa deve concernere in prima linea la Francia e la Germania (Rober Schuman, 9 maggio 1950).

Come sessantadue anni fa anche oggi il destino dell’Europaè legato a doppia mandata al rapporto tra Francia e Germania. Saprà Hollande dare una svolta alle politiche del rigore? Riuscirà l’Italia a tornare ad essere uno dei grandi motori dell’Europa affiancandosi a francesi e tedeschi?

In attesa e con la speranza di due risposte affermative, oggi dobbiamo celebrare la festa dell’Europa per non fermare quel sogno nato il 9 maggio del 1950.

 

 

 

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Bimbi stranieri

“Mi auguro che in Parlamento si possa affrontare anche la questione della cittadinanza ai bambini nati in Italia da immigrati stranieri. Negarla è un’autentica follia, un’assurdità. I bambini hanno questa aspirazione”. (Giorgio Napolitano)

“L’idea di dare la cittadinanza a chiunque nasca in Italia è uno stravolgimento dei principi contenuti nella costituzione. Vuol dire decine e centinaia di migliaia di nuovi cittadini italiani solo perché nati qua. Sarebbe una calamità”. (Roberto Maroni)

Ascoltando queste parole ieri ho ripensato alle sensazioni che mi capita a volte di provare quando vado a prendere mia figlia alla scuola materna. Divide con gli altri bambini spensieratamente gli stessi giochi e gli stessi scherzi ma non tutti i bambini – è triste sottolinearlo – hanno gli stessi diritti.

Una società moderna e globalizzata nel terzo millennio non può più fare dello ius sanguinis l’unico principio ispiratore per l’acquisizione della cittadinanza. Negare la cittadinanza italiana ai bambini che sono nati nel nostro paese, parlano la stessa lingua e frequentano le stesse scuole dei nostri filgi – condividendone gli stessi sogni e le stesse speranze – appare miope e rischia di aprire in prospettiva conflitti sociali.

Oggi questi bambini conservano la cittadinanza di Paesi a loro perlopiù sconosciuti; mentre rimangono stranieri nel Paese dove sono nati e nel quale i loro genitori hanno scelto di vivere, lavorare e costruirsi una famiglia.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

Festa proprio di tutti

Vedendo questa mattina la bandiera tricolore sventolare dalla sede della Lega Nord di Varese ho pensato “è proprio vero durante le feste sono tutti più buoni” (foto Varesenews).

Scherzi a parte, oggi festeggiamo insieme l’Italia a Varese come nel mondo. Festeggiamola con i vicini e con i lontani; tantissimi sono i nostri connazionali all’estero cheguardano ancora con emozione il tricolore.

Come ha ricordato, magistralmente, il Presidente degli Stati Uniti d’America.

Il 17 marzo l’Italia celebra il 150° anniversario della sua unità come Stato.

In questo giorno ci uniamo a tutti gli italiani in tutto il mondo per onorare il coraggio e i sacrifici e la visione dei patrioti che diedero vita alla nazione italiana.

Nell’epoca in cui gli Stati Uniti combattevano per la preservazione della loro Unione, la campagna di Giuseppe Garibaldi per unificare l’Italia fu di ispirazione per tante lotte in tutto il mondo, come fu di ispirazione per il 39° reggimento di fanteria di New York, noto anche come «la guardia garibaldina». Oggi, l’eredità di Garibaldi e di tutti quelli che unirono l’Italia vive in milioni di donne e uomini americani di origine italiana, che hanno reso più forte e ricca la nostra nazione.

L’Italia e gli Stati Uniti sono legati dall’amicizia e dalla dedizione comune alle libertà civili, ai principi democratici e ai diritti umani universali, che entrambi i nostri Paesi rispettano e promuovono. Mentre ricordiamo questa data cruciale nella storia italiana, rendiamo anche onore agli sforzi congiunti di americani e italiani per la protezione della libertà, della democrazia e dei valori che condividiamo, in tutto il mondo.

Perciò proclamo il 17 marzo 2011 come giorno di celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Propongo a tutti gli americani di studiare la storia dell’unificazione dell’Italia e di onorare la perdurante amicizia tra i nostri due popoli.

BARACK OBAMA

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

Il peso internazionale dell’Italia

E’ di pochi giorni fa la notizia dellarinuncia di Luca Cordero di Montezemolo alla presidenza del Comitato promotore per l’organizzazione delle Olimpiadi a Roma nel 2020. L’incarico è poi stato affidato a Mario Pescante, uomo di sport ma sopratutto uomo di fiducia di Berlusconi. Nel 2020 Pescante avrà la non più verde età di 83 anni. Non proprio un segnale di ottimismo.

La cattiva stella sotto la quale nasce la candidatura di Roma 2020 si inserisce però nel lungo filone degli insuccessi italiani nell’organizzazione di grandi eventi.

Ormai giochi olimpici, mondiali di calcio ed esposizioni universali vanno ben oltre la dimensione e la durata dell’evento, sono infatti occasioni di crescita, soprattutto economica, per i paesi che le ospitano. Durissima è la competizione per l’assegnazione (a volte anche caratterizzata da fenomeni di corruzione); di solito vengono premiati la capacità organizzativa, le solide base economiche e il peso politico internazionale del paese.

Studiare la geo-politica di queste assegnazioni è un interessante metro, abbastanza oggettivo, per valutare i rapporti di forza internazionali.

L’Italia purtroppo, a differenza di quello che continua a sostenere il nostro premier, sta pagando caramente il suo scarso peso in politica estera. Non è un caso se gli ultimi due eventi di portata internazionale che l’Italia è riuscita ad aggiudicarsi sono stati le Olimpiadi invernali di Torino nel 2006 (ottenute nel 1999 con l’aiuto del governo di centrosinistra) e l’EXPO di Milano che si terrà nel 2015 (assegnato nel 2008 grazie anche al contributo del governo di Romano Prodi).

Durante le presidenze berlusconiane abbiamo invece collezionato solo cocenti sconfitte.

Anche da questi dati emerge l’assoluta inadeguatezza del governo Berlusconi, soprattutto in politica estera.

Pubblicato in Cultura e sport, Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

W l’Italia

Una buona notizia. Approvata da Partito Democratico, Pdl, Udc e dalle altre opposizioni la legge sulle celebrazioni per i 150 anni dell’unità d’Italia.

La legge prevede l’istituzione di un comitato lombardo che elabori il programma regionale delle celebrazioni e lo stanziamento di fondi per istituzioni ed associazioni che organizzeranno eventi o procederanno al recupero di monumenti e testimonianze storiche.

La Lega ha votato contro per motivi ideologi, cercando poi di salvare la faccia sbandierando l’introduzione della festa della Lombardia nella ricorrenza della battaglia di Legnano. Questione non decisa, anche perché feste e bandiere non sono oggetto di negoziato o di scambio ne si impongono, sui simboli in cui si devono identificare tutti si cerca la massima condivisione possibile.

La sfida di far uscire l’Italia da una crisi economica ed istituzionale senza precedenti nella storia repubblicana e di ridare, al tempo stesso, una speranza alle nuove generazioni passa anche attraverso la capacità del paese di promuovere una discussione sulla nostra storia e sulle ragioni del nostro stare insieme.

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento