Archivi del mese: dicembre 2014

L’impegno continua dopo un 2014 intenso

Sta per chiudersi il 2014, un anno non facile per il Paese e per la Lombardia. Il Partito Democratico ha vissuto mesi intensi, il congresso regionale a febbraio, la nascita del Governo Renzi, le elezioni europee dove abbiamo ottenuto il 40% dei consensi. Anche in Provincia di Varese le novità non sono state poche, a partire dalle tante affermazioni alle elezioni amministrative di maggio fino alla storica vittoria alle elezioni Provinciali del 12 ottobre. Un risultato impensabile solo fino a poco tempo fa: è la dimostrazione della bontà del lavoro fatto dal PD sul territorio coinvolgendo e sostenendo con serietà le migliori esperienze e liste civiche. 
E’ cresciuta una nuova classe dirigente in provincia di Varese che ha ora davanti a sé una sfida importante, guidare i processi di cambiamento delle nostre comunità dimostrando che finalmente si è chiusa l’era del forzaleghismo ed è quindi possibile scrivere una nuova pagina della storia del nostro territorio.
Ai nuovi Sindaci, al nuovo Presidente della Provincia, Gunnar Vincenzi, e alla sua squadra a Villa Recalcati i miei migliori auguri di buon lavoro. I primi provvedimenti del nuovo ente sono incoraggianti.

In Consiglio Regionale il 2014 è stato un anno di dura opposizione a Roberto Maroni. La Giunta è paralizzata dalle divisioni della maggioranza, ormai polverizzata in ben sette gruppi consiliari (Lega Nord, Lista Maroni, Forza Italia, Ncd, Fratelli d’Italia, Popolari per l’Italia e Pensionati). A dicembre è arrivato il secondo “rimpasto” di Giunta, ennesimo segnale di una lotta intestina senza quartieri. Uno scontro che ha bloccato tutte le riforme annunciate. Una su tutte: la riforma della sanità. Dagli annunci di Maroni doveva vedere la luce entro la fine dell’anno invece ci si è limitati alla pubblicazione a luglio di un “libro bianco” (sbiadito) al quale sono seguiti sei mesi di silenzio. A questo silenzio il Partito Democratico ha risposto presentando il suo progetto di riforma della sanità. Idea fondante della nostra proposta è quella di abolire la separazione tra sistema sanitario e sociale per creare una sinergia virtuosa tra la rete sanitaria regionale e i servizi territoriali di assistenza e cura. Nel progetto di legge ad essere integrati sono dunque il piano socio sanitario regionale, i piani socio sanitari territoriali e piani sociali di zona dei Comuni. Il sistema sanitario regionale (SSR) diventa dunque sistema socio sanitario regionale (SSSR). La nuova struttura ha un unico bilancio, un’unica direzione con un evidente risparmio di risorse. Nei prossimi mesi chiederemo con forza che si porti la discussione in Consiglio Regionale. A questo link trovate le slide di presentazione del nostro progetto di leggehttp://www.pdregionelombardia.it/approfondimenti/sanita/lineeguidaPD.pdf

Ma non è solo sul nodo della sanità che si aprirà il 2015. Come PD lombardo vogliamo porre l’attenzione sulle difficoltà delle amministrazioni locali e trovare risposte alle sfide sempre più difficili che i nostri amministratori locali si trovano davanti. Perciò su questi temi proponiamo la prima consultazione del PD lombardo aperta a iscritti e amministratori: si svolgerà domenica 8 febbraio. A questo link trovate il regolamento della consultazione.
Insomma, alla ripresa ci sarà da lavorare: buone feste a tutti voi e buon 2015.
Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Lascia un commento