Archivi del mese: febbraio 2014

I danni della Lega

In queste ora stiamo lavorando per rimediare al danno della Lega che, grazie a un ostinato e incomprensibile ostruzionismo in Parlamento, ha fatto saltare uno stanziamento per Expo di 25 milioni di euro.

Il Pd lombardo si occupa di Milano e della Lombardia. Di Roma si occupano i romani e i parlamentari. Contrariamente a Salvini che si occupa solo di campagna elettorale. Le garanzie perche’ vengano rimessi i fondi per l’esposizione le stanno dando gli esponenti del Pd: la Lega ha perso un’altra occasione, anche per tacere.
Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Lega e Expo


Non se ne può davvero più del comportamento schizofrenico della Lega.
 Impedire alle Camere, con un ostruzionismo irresponsabile insieme al M5S, di approvare un provvedimento che avrebbe stanziato ben 25 milioni di euro per l’Expo di Milanosignifica voler boicottare la manifestazione.

Ci fa piacere che il presidente Maroni si spenda in prima persona in un tour per Expo o vada al Cern di Ginevra, ma sarebbe più utile se si facesse ascoltare dai suoi colleghi di partito.

Ora speriamo che il Governo ripresenti a breve un nuovo testo che contenga anche le disposizioni in materia di Expo. Abbiamo già perso tropo tempo in passato per le beghe del centrodestra. Ora bisogna solo correre.
Ci fa piacere che il presidente Maroni si spenda in prima persona in un tour per Expo o vada al Cern di Ginevra, ma sarebbe più utile se si facesse ascoltare dai suoi colleghi di partito.

Ora speriamo che il Governo ripresenti a breve un nuovo testo che contenga anche le disposizioni in materia di Expo. Abbiamo già perso tropo tempo in passato per le beghe del centrodestra. Ora bisogna solo correre.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Le riforme

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato ieri con i voti della sola maggioranza un documento sulle riforme diverso da quello concordato in conferenza dei presidenti dei Consigli regionali. Lega e Forza Italia hanno rifiutano la proposta del Partito Democratico di votare separatamente il documento delle assemblee legislative rompendo di fatto il fronte delle Regioni.

Il centrodestra ha così preferito far approvare al Consiglio un documento che si rifà agli argomenti demagogici della campagna elettorale di Maronianziché favorire una posizione unitaria. Grazie a Renzi e al PD il cantiere delle riforme è aperto, sarebbe sbagliato rispondere con una mera difesa corporativa. Nelle Regioni sono stati compiuti errori, e non solo nell’utilizzo delle risorse, ma anche nell’incapacità di utilizzare gli spazi legislativi che già la normativa mette a disposizione, preferendo strade demagogiche e velleitarie come la macroregione e il 75% delle tasse. Oggi c’è la possibilità di cambiare davvero, la Lombardia deve scegliere se stare con il cambiamento o con la conservazione.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Bene così

Grande soddisfazione per il risultato delle primarie di Bergamo, Cremona e Pavia. Molto bene i candidati sostenuti dal PD. La partita vera inizia adesso!Un grosso in bocca al lupo a Giorgio Gori, Gianluca Galimberti e Massimo De Paoli.

Questo e’ il primo passo per strappare al centrodestra i tre capoluoghi alle prossime elezioni amministrative. Anche attraverso i progetti di buon governo delle citta potremo infatti costruire la svolta nel paese.

I RISULTATI DEFINITIVI

Bergamo
2765 votanti
764 voti Nadia Ghisalberti (27,74%)
1612 voti Giorgio Gori (58,53%)
378 voti Luciano Ongaro (13,73%)

Cremona
2327 votanti
Gianluca Galimberti 1.650 voti (71,09%)
Paolo Carletti 168 voti (7,24%)
Rosita Viola 503 voti (21,67%)

Pavia
848 votanti
Massimo De Paoli 752 voti (89%)
Gigi Furini 93 voti (11%)

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , | Lascia un commento

Appello delle donne democratiche per Alessandro Alfieri

APPELLO DONNE DEMOCRATICHE PER ALESSANDRO ALFIERI 

Carissime e carissimi,

scriviamo questa lettera per manifestare il nostro sostegno ad Alessandro Alfieri alle elezioni primarie per la scelta del segretario regionale.

Siamo parlamentari, consigliere regionali, sindache, amministratrici locali, portavoci di circolo, componenti delle assemblee provinciali, democratiche del territorio e abbiamo deciso di sostenere Alessandro perché crede nel talento e nella carica di innovazione che portano le donne e si indigna per lo spreco di risorse e intelligenze femminili inutilizzate ed escluse dai circuiti decisionali e dalle leve di comando.

Crede che nell’evoluta Lombardia non sia più pensabile avere tassi di occupazione femminile ben sotto la media europea.

Si è impegnato a fondo nella sua attività per rimuovere gli ostacoli culturali e sociali alla valorizzazione femminile e  per dare pari opportunità alle donne e agli uomini, promuovendo il merito.

Tra le molte proposte, Alessandro si è schierato per l’introduzione della doppia preferenza di genere nella legge elettorale regionale, per implementare le politiche di conciliazione e di sostegno alla maternità a favore delle donne lombarde e per lo sviluppo di politiche di welfare compatibili con questa visione, per  aumentare i fondi a sostegno dell’imprenditoria femminile e a sostegno del lavoro delle donne (con particolare attenzione alle lavoratrici che hanno perso il lavoro), per garantire la presenza femminile nei consigli d’amministrazione delle società partecipate dalla Regione, ponendosi come obiettivo il 50/50.

Per questo, e per molto altro, riteniamo Alessandro Alfieri la persona che può costruire, insieme a noi, una squadra vincente in vista delle prossime elezioni regionali.

 

Sara Valmaggi Vice Presidente Consiglio Regionale,

Laura Barzaghi, Consigliera Regionale,

Sen. Erica D’Adda,

On. Maria Chiara Gadda,

On. Patrizia Toia,

On. Chiara Braga,

On. Miriam Cominelli,

On. Elena Carnevali,

On. Marina Berlingheri,

On. Giovanna Martelli,

On. Lia Quartapelle,

On. Simona Malpezzi,

Sen. Emilia De Biasi,

On. Daniela Gasparini,

On. Alessia Mosca,

On. Chiara Scuvera,

Ilaria Cova, Maddalena Cattaneo, Bandera Serafina, Andrè Cesareo, Elena Bernardini, Piera Landoni, Elena Del Giorgio, Luisa Oprandi e tante altre ancora si stanno aggiungendo.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Maroni, sulla scuola proprio non ci siamo

Gli studenti delle scuole elementari statali da quest’anno non avranno più alcun sostegno al reddito (il contributo regionale componente della dote scuola riservato a chi ha redditi bassi, da zero a 14.458 euro di reddito familiare Isee). Identico trattamento è riservato agli studenti del triennio delle superiori, sempre statali. Ma a fronte di questo drastico taglio, operato dall’amministrazione Maroni con una delibera approvata il 30 gennaio scorso,la Regione ha deciso di aumentare il valore del buono scuola destinato agli studenti delle fasce più alte (fino a 38mila euro Isee!) che frequentano scuole medie e superiori paritarie. In questi casi l’aumento è rispettivamente del 45 e dell’85%.

La sproporzione è rintracciabile in altri due dati: se per la dotazione destinata agli studenti delle paritarie è rimasta pressoché invariata, mentre quella riservata alle scuole statali è passata da 10 a 5 milioni. Inoltre, il reddito che dà diritto al contributo, dote o buono scuola, è sensibilmente diverso per gli studenti delle scuole statali e delle paritarie. Per un figlio unico di una famiglia che vive in affitto, se iscritto alle paritarie, il contributo scatta fino al reddito familiare lordo di 85mila euro. Se lo stesso è iscritto alle statali – non alle elementari o al triennio delle superiori, dove il contributo è cancellato – il limite di reddito è fissato a 34mila euro.

Regione Lombardia, proprio di questi tempi, fa un’operazione che ci lascia davvero perplessi. Noi non siamo contrari al sostegno alle scuole paritarie, però non è accettabile che si diminuiscano risorse già scarse per chi ha i redditi più bassi e si rafforzino i sostegni economici a chi li ha più robusti e frequenta le paritarie. Complessivamente i soldi per le paritarie sono scesi da 33 a 30 milioni di euro, mentre per le pubbliche, se consideriamo tutte le voci, sono passati da 30 a 5 milioni per l’integrazione al reddito, colpendo soprattutto gli alunni delle elementari.

Pubblicato in Idee e politica, Scuola | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Nuovo umanesimo

L’incontro di oggi tra il Consiglio regionale della Lombardia e il cardinale Scola ha rimesso al centro del dibattito temi importanti, spunti di riflessione che ci auguriamo entrino nell’agenda dei lavori della Regione. Come non notare il sentito passaggiosull’accoglienza verso i cittadini immigrati, definiti una “potenzialità”, con il netto invito a “tradurre questo processo di meticciato di civiltà in una possibilità effettiva”, superando quelle che ha definito “vere e proprie resistenze” alla realtà “dell’immigrazione nelle nostre terre”. Ci auguriamo che gli applausi dei colleghi della Lega, di Maroni in primis, portino presto al recepimento delle parole del cardinale. Lo vedremo presto.

Il Cardinale non ha proferito parole di cortesia ha posto alla politica regionale alcune istanze care alla Chiesa ambrosiana. Un incontro importante, non scalfito dal furbo aventino dei grillini, che una volta disdegnavano i giornalisti e ora farebbero di tutto per ottenere un’inquadratura.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento