Archivi del mese: novembre 2012

Si rispettino le regole

E’ chiaro a tutti che ora l’obiettivo è salvaguardare il successo delle primarie. Lo straordinario momento di democrazia del 25 novembre. Per il bene del Pd e delcentrosinistra.

Solo un’intesa tra Bersani e Renzi può evitare la confusione in vista del ballottaggio.

Però non si può mistificare la realtà, accusando il Sindaco di Firenze di voler cambiare o forzare le regole quando è esattamente successo il contrario.

Voglio essere preciso e netto su questo.

Il regolamento delle primarie, approvato il 19 ottobre 2012, dal Comitato nazionale dei garanti, recita all’articolo 14 comma 4: “Possono altresì partecipare al voto coloro che dichiarino di essersi trovati, per cause indipendenti dalla loro volontà, nell’impossibilità di registrarsi all’Albo degli elettori entro la data del 25 novembre, e che, in due giorni compresi tra il 27/11 e il 01/12, stabiliti con delibera dal Coordinamento nazionale,  sottoscrivano l’Appello pubblico in sostegno  della Coalizione di centro sinistra “Italia  Bene  Comune” e quindi si iscrivano all’Albo  degli elettori” .

Correttamente poi il Coordinamento nazionale emana la delibera numero 21che ribadisce il vincolo della sola dichiarazione che autocertifica le causa indipendente dalla propria volontà e precisa i giorni della registrazione. Il sistema era così già perfettamente compiuto. Non vi era bisogno di ulteriori delibere integrative.

Lunedì 26 novembre, dopo i risultati del primo turno, il Coordinamento nazionale emana la delibera numero 25 che inserisce il controllo delle motivazioni e stabilisce che sarà il coordinamento provinciale (dove il rappresentante di Renzi non ha diritto di voto) a decidere con discrezionalitàchi potrà votare o no, in base alla consistenza delle motivazioni. Facendo saltare così il principio dell’autocertificazione.

“Spetta al  Coordinamento provinciale valutare  la consistenza o meno delle cause, indipendenti dalla volontà dell’elettore, che ne hanno impedito l’ iscrizione all’Albo degli elettori entro il 25 novembre, ovvero la preiscrizione on-line. Il Coordinamento provinciale, con voto unanime, decide se ammettere o meno  la registrazione all’Albo degli elettori”.

Vengono quindi modificate le regole in corsa, contraddicendo l’art. 14 comma 4 del regolamento, che è la fonte superiore. In quest’ottica l’operazione del sito www.domenicavoto.it è una reazione – certamente opinabile – di legittima difesa.

Ognuno può pensarla come vuole in materia. Mi premeva però ricordare i fatti. Adesso possiamo solo appellarci al buon senso dei Coordinamenti provinciali. 
Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Domenica al voto!

Mancano ormai pochi giorni alle elezioniprimarie del centrosinistra. Domenica 25 novembre si terranno infatti delle vere e proprie primarie per l’Italia; in questo momento difficile per il Paese, milioni di cittadini e cittadine si recheranno ai seggi per scegliere il loro candidato premier. I sondaggi ci dicono che il Partito Democratico sta recuperando energie e consensi grazie ad una competizione per la prima volta vera e autentica. E’ questa però una grande responsabilità, anche alla luce di un centro-destra frammentato e incapace di resistere al declino del berlusconismo. Abbiamo quindi il compito di organizzare per domenica una grande festa di democrazia. Più saranno i votanti, più avremo le carte in regola per proporre un progetto di governo credibile e fortemente radicato, che restituisca un po’ di speranza agli italiani.

Domenica saranno 111 i seggi allestiti in provincia di Varese, tutto questo grazie alla straordinaria passione e disponibilità di centinaia di volontari che terranno aperte sedi di partito, sale civiche, comuni, biblioteche, scuole etc. Li voglio fin da subito ringraziare.

Invitando a partecipare tutti coloro che vedono in queste primarieun’occasione di riscatto per la buona politica, vi posto l’elenco di tutti i seggi della provincia di Varese, i seggi del nord e quelli del sud. 

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Quattro anni ancora

Quattro anni fa ero al Grant Park di Chigaco ad ascoltare, emozionato, il discorso da neo Presidente di Obama, un discorso cheaveva dato tanta speranza agli Stati Uniti e al mondo intero spettatore.

Questa notte ho seguito lo spoglio dei voti da casa, cercando di tenere vivaquella fiammella di speranza di cambiamento che ancora non si è spenta dopo quattro anni.

La conferma di Obama è unabuona notizia per l’Italia e per l’Europa.

L’auspicio è ora che, sulla scia di questo successo, nella campagna elettorale delle primarie italiane si discuta più di Europa e di politica internazionale.Perché è chiaro che dalla crisi non ne usciremo da soli. 

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento