La vittoria dello stile

 

Il centrosinistra in Lombarda si aggiudica 20 amministrazioni su 25. Se pensiamo che di queste ne amministrava solo due, lavittoria è schiacciante.

Questa tornata elettorale in provincia di Varese ha sancito la fine definitiva della leggenda della “inespugnabile landa leghista”, oggi le amministrazioni del carroccio sono diventate una minoranza.

Bellissima è stata la vittoria di Tradate. Laura Cavalotti ha guidato la coalizione di centrosinistra verso una vittoria attesa da 19 anni. Un risultato frutto di impegno e serietà, un progetto che ha visto tanti giovani protagonisti e la loro festa ieri al palazzo del Comune è un grande messaggio di speranza.

Nel momento della festa però il pensiero va anche a Cassano Magnano. Dopo il grande risultato del primo turno che ci aveva visto sfiorare il 40%, i candidati del centrosinistra sono stati i destinatari di attacchi beceri e strumentali, falsità che purtroppo hanno condizionato l’esito delle elezioni.

Mauro Zaffaroni è un galantuomo. Non ha mai risposto alle provocazioni cercando di mantenere alto il livello del confronto. A lui e alla sua straordinaria squadra va il mio grazie: non possono rimproverarsi nulla. Ci vorranno giorni, magari settimane, per smaltire la delusione; ma bisogna tornare al lavoro. Tra i banchi della minoranza come nei quartieri c’è da raccogliere quello che si è ben seminato in questa campagna elettorale. In politica anche lo stile è importante, non è vero che vale tutto. E con lo stile anche l’esempio. La vittoria dello stile non è solo consolatoria, perché come ha scritto un grande campione al suo passo d’addio proprio in questi giorni:

 “Lo stile non è la classe, non è la bravura, non è, naturalmente, il talento. Quelli sono doni. Qui, invece, si parla di scelte. Lo stile ha molto a che fare con l’educazione: in parte è innato, ma il resto si deve costruire giorno per giorno. È anche decidere quale persona si vuole diventare.”
Articolo scritto in Idee e politica, Territorio e con i tag , , , , , , , , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>