Archivi del mese: agosto 2011

Comuni: grande successo

Partecipazione straordinaria questa mattina a Milano, al grattacielo Pirelli, alla manifestazione dei Sindaci del nord Italia contro i tagli ai Comuni annunciati nell’ultima manovra del governo.

Mi sono trovato fianco a fianco con tanti sindaci della Provincia di Varese (amministratori di centrosinistra, centrodestra e liste civiche) tutti uniti nel dire no a misure inaccettabili, inique, e peraltro del tutto inefficaci rispetto alla gravità delle questioni economico- finanziarie che affliggono il Paese. Misure che rischiano di costringere i Comuni ad aumentare la tasse,le rette di asili e scuole e le tariffe dei servizi, facendo ricadere sulle famiglie il peso della manovra.
 
Le notizie che arrivano da Roma, in queste ore di confuse trattative, parlano di un dimezzamento dei tagli annunciati, una correzione insufficiente che, sommata ai 6 miliardi di euro che la finanziaria dello scorso anno ha già sottratto alle autonomie locali, sancirà definitivamente la fine del federalismo fiscale (non rimanendo più nulla da fiscalizzare).
Bene invece la marcia indietro sui piccoli comuni: non bisogna confondere i costi della politica con i costi della democrazia; la via giusta è quella di incentivare le gestioni associate dei servizi.
 
Unica nota polemica. I più dura a scagliarsi contro l’esecutivo sono gli stessi compagni di partito di Bossi e Berlusconi.
 
In questo momento la manifestazione si sta spostando verso Piazza alla Scala, le sale messe a disposizione presso la sede regionale si sono dimostrate insufficienti a contenere tutti i partecipanti.
 
Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Lunedì difendiamo i nostri Comuni

Lunedì mattina sarò insieme agli amministratori locali provenienti da tutta la Lombardia e anche dal resto d’Italia che manifesteranno al Pirellone (ore 11.00 ingresso piazza Duca D’Aosta) contro una manovra che rischia di aumentare l’iniquità e di produrre effetti recessivi soprattutto per territori come i nostri. Il Governo sta facendo sui tagli ai comuni grande demagogia partendo dagli enti più deboli, mentre ha lasciato intatte le sacche di spesa e di inefficienza di questo Paese.

Abbiamo ascoltato con attenzione Formigoni dire che con questa manovra il taglio a carico della Lombardia arriverà a 1,2 miliardi di euro, ovvero meno servizi, più tasse per i cittadini e un colpo mortale al processo federalista. Siamo di fronte a una manovra pesantemente antilombarda, con buona pace della stessa Lega che ha abdicato anche sulle proprie battaglie storiche, quelle per garantire più autonomia e più risorse al nord. Basti dire che Calderoli ha presentato il provvedimento partendo dai tagli ai piccoli comuni, sacrificati sull’altare della propaganda.

Alla maggioranza regionale e a Formigoni chiediamo coerenza: va bene prendere ora le parti degli amministratori locali ma occorre essere conseguenti. Ammettano che questo governo ha fallito.

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento