I lavoratori Livingstone al Pirellone

Hanno manifestato tutti insieme, mano nella mano, con le divise addosso. Fra loro una mamma con una neonata in braccio. Alcuni erano letteralmente “in mutande”. È il personale della compagnia aerea Livingston, che, a causa della crisi, si è vista sospendere l’autorizzazione di volo da parte di Enac. Stamattina la decisione di manifestare davanti al Pirellone, a Milano, sede di Regione Lombardia, l’istituzione che anche secondo i sindacati può davvero oggi intervenire. (foto di Varesenews)
La Regione, infatti, oggi ha dunque un doppio ruolo: intervenire direttamente sul caso Livingston, facendo pressione sul Governo nazionale affinché intervenga per salvaguardare le professionalità della compagnia. Ma deve anche ripensare una seria politica industriale che rilanci e tuteli il settore aereo che si è sviluppato in questi decenni attorno allo scalo varesino.

Articolo scritto in Economia e lavoro, Mobilità e con i tag , , , , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>