Archivi tag: traffico

Smog: Maroni punti su una Lombardia energeticamente autosufficiente

Maroni ha sottovalutato l’emergenza e si è mosso in grave ritardo. Che senso ha pretendere più competenze a Roma se non è in grado di esercitare quelle che ha?

Finora dal presidente della Regione abbiamo sentito soltanto critiche al lavoro altrui salvo poi rivendicare come propri i successi che sono merito di altre amministrazioni. Ora faccia il presidente, assuma misure di lungo periodo e provvedimenti per le situazioni di emergenza, che inevitabilmente si ripeteranno.

Il PD ha  avanzato proposte, a partire da quella della limitazione della velocità sulle autostrade e l’investimento sulla mobilità ferroviaria e più in generale quello della mobilità sostenibile. Maroni affronti i problemi della Lombardia anziché vagheggiare la Padania. Modifichi la legge contro il consumo di suolo, punti sulla rigenerazione dei centri urbani, intervenga per limitare il numero delle caldaie sostenendo impianti di teleriscaldamento, sviluppi decisamente le energie alternative. Serve un progetto per il futuro che punti  a consumare meno fossili, con l’obiettivo di essere energeticamente autosufficienti entro i prossimi 10 anni!.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Vicenda Brebemi dimostra che occorre investire sul ferro

La vicenda della Brebemi dimostra che ciò di cui la Lombardia ha veramente bisogno è l’investimento sul trasporto ferroviario e sull’intermodalità.

La Lombardia è solo decima in Italia per investimenti sul ferro nonostante abbia 800mila pendolari che tutti i giorni prendono il treno, e sono in costante crescita. Ciò che manca è un piano regionale della mobilità, a cui finalmente gli uffici stanno lavorando, e investimenti veri per l’acquisto di nuovi treni, per il raddoppio delle linee e per la realizzazione dei collegamenti tra le diverse reti di trasporto, in modo che le stazioni ferroviarie siano fruibili e raggiungibili facilmente per chi arriva e parte in auto, con i mezzi pubblici, con il car sharing e anche in bicicletta.

L’obiettivo di un progetto per i prossimi vent’anni deve essere quello di raddoppiare gli utenti del trasporto pubblico e di togliere il traffico dalle strade lombarde.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Suolo: si blocchi il consumo di 450 milioni di metri quadri previsti

La macchina è finalmente partita. Dopo mesi di stallo, la Commissione Territorio del Consiglio regionale oggi ha iniziato il processo di discussione che porterà all’approvazione del progetto di legge per il contrasto del consumo di suolo. Documento che ci auguriamo sia il più condiviso possibile.
Ora che l’iter è ufficialmente avviato si potranno confrontare le posizioni delle forze politiche che a parole sono spesso coincidenti ma che poi non si rispecchiano nei fatti. Abbiamo dato il nostro contributo, frutto di consultazioni approfondite e di riflessioni con esperti del settore, che si pone l’obiettivo di mettere un freno all’urbanizzazione dei terreni agricoli e naturali introducendo concetti come la programmazione di area vasta, la compensazione preventiva, l’utilizzo in via prioritaria delle aree dismesse, abbandonate e degradate e l’introduzione delle soglie percentuali massime di consumo di suolo.
Non si può pensare di scrivere una legge sul contrasto al consumo di suolo senza partire dal problema dei cosiddetti residui: attualmente si prevede nei Pgt di 1186 comuni, escluso Milano, di rendere terreno edificato ben 450 milioni di metri quadrati di territorio lombardo. Questo è legato alla libertà di programmazione che lascia la normativa regionale vigente che decentra tutte le decisioni insediative al singolo comune, anche quando queste hanno evidenti impatti negativi in termini di traffico ed inquinamento sui comuni confinanti. Autorizzare grandi insediamenti come centri commerciali, poli logistici o altro, è una scelta che deve coinvolgere l’ambito territoriale e non solo il singolo Comune. Sarà nostro compito far passare il concetto di programmazione di area vasta, al quale al momento la Giunta non fa alcun riferimento nel proprio testo. Noi riteniamo che forme di pianificazione e programmazione associata sono essenziali in una regione dove più del 70% dei comuni è sotto la soglia dei 5.000 abitanti e dove molti hanno difficoltà da soli a sviluppare tutto quanto la legge prevede per il PGT.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Paullese: subito un tavolo congiunto tra istituzioni

paullesePer risolvere i tanti problemi della Paullese non si può solo sperare nella provvidenza, è necessario avviare al più presto un tavolo congiunto tra la Regione Lombardia le province di Milano, Cremona e Lodi, il Comune di Milano, i sindaci e le aziende che si occupano del trasporto pubblico interessati dalla tratta.
L’ho ribadito oggi nel corso della Commissione Trasporti che aveva all’ordine del giorno l’audizione delle associazioni “Paullese Libera” e il “Coordinamento Pendolari Cremaschi” sui problemi della ex SS415 Paullese.
Diverse sono le questioni che si incrociano sul territorio: la riqualificazione della Paullese, il tema del trasporto pubblico locale su gomma, la viabilità anche alla luce delle nuove opere infrastrutturali e l’annoso tema del prolungamento della M3 e dello snodo e dell’hub di San Donato. Bisogna puntare sulla mobilità sostenibile e lavorare per connettere le diverse offerte del trasporto pubblico. Tante sono le soluzioni possibili, ad esempio potenziando la mobilità ciclabile e avviare un sistema di navette per la metropolitana in grado di disincentivare l’utilizzo del mezzo privato.
La Provincia e il Comune di Milano lavorino in un’ottica metropolitana per affrontare il tema della mobilità verso il capoluogo. La Paullese è un’arteria importante e un punto nevralgico del sistema stradale del sud Milano. Per questo avviare un tavolo con le istituzioni è il primo passo per affrontare il problema in maniera organica e in un’ottica metropolitana. Ricordiamo all’assessore De Nicola che è inutile continuare a giustificarsi dando la colpa alle precedenti amministrazioni. La Provincia di Milano si rimbocchi le maniche e assuma un ruolo di regia convocando subito il tavolo sulla Paullese.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Paullese: il raddoppio non basta

Oggi, lunedi 26 novembre 2012, è stato inaugurato il raddoppio della prima tratta della Paullese che collega Crema a Dovera.
Io ho deciso di non presenziare all’inaugurazione: il raddoppio della tratta è ovviamente una buona notizia, ma qualcuno in Regione si è domandato cosa succederà quando verrà completata tutta la Paullese? Ad oggi, in pochi mesi, abbiamo assistito a tre inaugurazioni delle opere compensative accessorie ma ancora nessuno ha affrontato seriamente il nodo del collegamento tra la parte cremasca e quella milanese all’altezza di Spino D’Adda. Ancora una volta insisto sulla necessità di imbastire un progetto esecutivo che colleghi il lotto cremasco e quello milanese e di costruire il nuovo ponte sull’Adda. Senza questo si creerà, inevitabilmente, un collo di bottiglia insuperabile per coloro che saranno costretti a percorrere questo tratto ed anche per le popolazioni che si affacciano lungo la stessa. E la situazione peggiorerà ulteriormente con l’inizio dei lavori e poi con l’entrata in funzione della Tem.

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Andare al lavoro in bicicletta: approvata la mozione che riconosce i benefici assicurativi

Ieri, martedi 20 marzo, il Consiglio Regionale ha approvato alla unanimità una mozione di cui sono firmatario, con la quale si chiedeva di modificare la legge e riconoscere anche a chi usa la bici per recarsi al lavoro i benefici assicurativi previsti per gli altri mezzi di trasporto.

L’incentivazione all’uso della bicicletta risponde perfettamente all’attuazione di politiche a favore della mobilità sostenibile; è socialmente utile e meritevole, perché contribuisce a diminuire il traffico e a migliorare la qualità dell’aria, a liberare dalle auto strade e piazze, spesso usate come parcheggi.

In allegato la mozione per l’incentivazione all’uso della bicicletta.

Pubblicato in Idee e politica, Mobilità | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Riforma del Trasporto pubblico: sarebbe meglio l’accorpamento con Brescia

È stata approvata ieri in commissione Territorio e mobilità del Consiglio regionale la legge di riforma del trasporto pubblico locale. Le maggiori novità sono la creazione di cinque agenzie formate dagli enti locali all’interno di altrettanti bacini del trasporto regionale nei quali i servizi saranno gestiti uniformemente. Cremona e Mantova costituiranno il bacino sud orientale, disgiunti da Brescia che farà bacino a sé, mentre noi avevamo insistito perché nella semplificazione e creazione di aree più vaste si tenesse conto dei collegamenti e dell’omogeneità territoriale delle tre province.

Il nostro progetto prevedeva una ripartizione in tre grandi bacini, con agenzie più forti e autonome, con maggior capacità di programmazione. La riduzione da sette a cinque è già un passo avanti, ma noi insisteremo perché si arrivi a tre e comunque perché Brescia sia accorpata a Cremona e Mantova.
Ad oggi i bacini sono i seguenti: uno montano che comprende Como, Varese, Lecco e Sondrio, uno che comprende Milano, Monza e Brianza, Pavia e Lodi, uno di Brescia e uno di Bergamo e quello di Cremona e Mantova.

Tra Brescia, Cremona e Mantova ci sono flussi interprovinciali rilevanti e l’aeroporto di Montichiari è lo scalo merci di riferimento per i nostri territori. Da cinque anni inoltre le tre province hanno costituito una agenzia, la Alot, che ha tra i compiti quello di sviluppare il trasporto merci su scala interprovinciale. Un’esperienza positiva che vale per il traffico privato, e che a maggior ragione dovrebbe valere per il trasporto pubblico. Ragionare su vasta scala permette una miglior programmazione nella direzione dell’integrazione ferro-gomma. Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento