Archivi tag: Soresina

Bilancio regionale: maggioranza miope e promesse non mantenute per le quattro aree della provincia di Cremona

La maggioranza ha bocciato tutti gli emendamenti che cercavano di promuovere la diversità territoriale della provincia di Cremona.

Durante la discussione dell’ultimo bilancio regionale della legislatura, ho presentato cinque emendamenti per le quattro aree omogenee del suo territorio. In particolare, per Crema la richiesta di 4 milioni di euro riguardava il finanziamento per la ristrutturazione dell’ex Tribunale da destinare a centro servizi per l’Ospedale; per il Casalasco erano stati chiesti 500 mila euro per migliorare ed elettrificare la direttrice ferroviaria Parma-Casalmaggiore-Piadena-Brescia; per Soresina gli emendamenti erano due: 2 milioni e 500 mila euro per la tangenziale cittadina e 250 mila euro per la realizzazione della pista ciclabile da Soresina a Casalmorano; per Cremona ho chiesto 1 milione di euro per le opere di riqualificazione dell’Asta del fiume Po, correlate alla costruzione della ciclabile ‘Vento’ attraverso il ‘Contratto di Fiume’ da sottoscrivere con Regione, le Province e i comuni interessati.

Delude parecchio l’atteggiamento miope di questa maggioranza, ma quel che più sbalordisce è l’atteggiamento di Maroni, le cui promesse non mantenute ormai sono diventate leggendarie e mi riferisco alla visita a Crema, durante l’ultima campagna elettorale delle amministrative, in cui il governatore aveva promesso di trasformare in presidio territoriale polivalente l’ex tribunale cittadino.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Mobilità, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Bilancio regionale: le mie proposte per Cremona, Crema, Casalmaggiore e Soresina

E’ cominciata questa mattina la trattazione in Aula consiliare dell’ultimo bilancio regionale della legislatura. Oggi verranno presentati tutti gli emendamenti che saranno poi votati nella giornata di domani.

Il Partito Democratico ha presentato 133 emendamenti, che sono circa la metà dei 264 complessivi. Oltre agli interventi richiesti sui ticket sanitari, dove chiediamo una riduzione netta secondo il criterio della progressività per reddito, sul trasporto pubblico e sulla spesa sociale, il Pd ha focalizzato la metà dei suoi emendamenti su tematiche specifiche territoriali.

Per quanto mi riguarda, a Crema ho proposto il finanziamento per la ristrutturazione dell’ex Tribunale da destinare a centro servizi per l’Ospedale. Il comune aveva consentito di cedere in uso gratuito l’intero edificio e l’azienda ospedaliera (Asst) aveva già elaborato, la scorsa primavera, un progetto ben articolato. La richiesta di finanziamento regionale è di 4 milioni di euro.

Per il Casalasco abbiamo puntato sulla mobilità sostenibile: sulla direttrice ferroviaria Parma-Casalmaggiore-Piadena-Brescia, per il miglioramento complessivo della infrastruttura e l’elettrificazione della stessa linea che per 85 km funziona solo con i treni diesel. E qui diventa indispensabile un investimento, anche in relazione ai problemi causati dalla chiusura del Ponte sul fiume Po. Non esiste alcun progetto, neppure di massima, e nessun accordo tra Governo, Fs, Rfi e le due Regioni coinvolte. Chiedo, con il nostro emendamento, sottoscritto con il collega Marco Carra, di mettere a bilancio una cifra di 500 mila euro per realizzare un progetto definitivo che consenta di trovare le risorse necessarie per affrontare l’investimento infrastrutturale.

Per Soresina ho proposto due emendamenti con la relativa richiesta di contributo: per la tangenziale cittadina, cominciata 5 anni fa, ma rimasta incompleta, un importo di 2 milioni e 500 mila euro; e 250 mila euro per la realizzazione della pista ciclabile da Soresina a Casalmorano.

Per Cremona chiediamo un sostegno finanziario di 1 milione di euro per opere di riqualificazione dell’Asta del fiume Po, correlate alla costruzione della ciclabile ‘Vento’ che da Venezia dovrebbe arrivare a Torino passando, appunto, da Cremona. Lo strumento per ottenere la riqualificazione è quello del ‘Contratto di Fiume’ da sottoscrivere con Regione, le Province e i comuni interessati.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Mobilità, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il 16 novembre presidio nelle stazioni di Cremona e di Crema

Anche questa settimana comincia bene, con un ritardo del treno regionale 10451 delle 6,07 da Treviglio e del diretto 10458 delle 7,21 da Crema per Milano, in particolare i due convogli sono rimasti a lungo fermi nella stazione di Soresina e di conseguenza, trattandosi di una linea a binario unico, hanno accumulato ritardi anche i treni successivi… Non se ne può proprio più e dobbiamo ribadirlo a gran voce, al fianco dei pendolari.

Il gruppo consiliare regionale del PD della Lombardia ha programmato, con il Patto Civico e Insieme per la Lombardia, per giovedì 16 novembre, un presidio nelle stazioni di Crema e Cremona.

Una giornata di mobilitazione nelle stazioni ferroviarie per promuovere un’azione di vicinanza ai problemi dei pendolari, di protesta nei confronti di un servizio ferroviario regionale che riteniamo inadeguato e di proposte per una sua migliore organizzazione.

Sarò a Crema al mattino, dalle ore 6,40 alle ore 7,30 e la sera a Cremona, dalle ore 19 per poter incontrare i pendolari delle diverse linee che transitano in queste stazioni. Pendolari che trovano treni troppo freddi d’inverno e troppo caldi d’estate, treni vecchi, guasti, in ritardo oppure addirittura soppressi.

Un’azione di protesta e di ascolto che auspichiamo ci permetterà di alzare ancora di più la voce e rendere più energiche le già innumerevoli richieste di intervento presentate a questa Giunta ormai sorda che fa solo promesse. Vogliamo treni più puntuali, più vivibili e soprattutto più sicuri, insomma, come dice lo slogan del nostro volantino, Treni per vivere e non da piangere!

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Domani, venerdì 3 novembre, sarò in tour per la provincia con Giorgio Gori

Domani, venerdì 3 novembre, sarò in tour per la provincia insieme al sindaco di Bergamo Giorgio Gori. Il tour partirà alle 9.45 da Spino d’Adda per un incontro con i sindaci di Spino e Paullo e dei comuni coinvolti dalla ex Paullese, sulle questioni infrastrutturali del territorio e si chiuderà alle 21 con un incontro pubblico a Piadena nel casalasco. Durante la giornata il tour toccherà Crema, Castelleone, Soresina, Pizzighettone e Cremona dove, alle 18.30, è previsto un incontro con la stampa.

Giorgio Gori è una persona competente e un amministratore capace, è la persona giusta per ridare smalto alla Lombardia dopo una stagione in cui i problemi sono stati accantonati e non risolti. La Lombardia è fatta di molti territori diversi che necessitano di attenzione specifica ed è significativo che Gori voglia iniziare la sua campagna con un programma serrato di incontri che toccano tutti gli angoli della nostra regione.

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

POT Robbiani- Soresina: entro giugno apertura e risorse

Entro la fine di questo mese, stando alle dichiarazioni del sottosegretario Cioppa in Consiglio regionale, finalmente verrà messo a regime il presidio ospedaliero (POT) del Nuovo Robbiani di Soresina.
All’interno del “Nuovo Robbiani” di Soresina, Regione Lombardia aveva deciso di stabilire, già nel 2013, un presidio ospedaliero territoriale, per la gestione delle attività di dialisi, prelievi, day surgery, chirurgia a bassa complessità e attività sub acute, comprensive di 30 posti letto.  All’incirca un anno fa la Regione aveva poi deliberato la collocazione, a Soresina, del POT.  Con la riforma sociosanitaria, il POT è stato posto dentro un processo di conversione gestionale dall’Azienda Ospedaliera di Crema alla attuale ASST di Cremona.
Il 31 maggio c’è stata l’approvazione della delibera che stabilisce la continuazione della sperimentazione gestionale pubblico-privata del Presidio Ospedaliero all’interno della neo costituita Asst di Cremona; entro la fine del mese il POT vedrà l’apertura e riceverà le risorse necessarie a non far morire l’intera struttura sanitaria.
Oggi in Aula c’è stata la risposta della Giunta alla mia interrogazione.
Il primo martedì di luglio, se il 30 giugno non fossero rispettate le promesse, sarò ancora qui con una nuova interrogazione urgente.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

“Nuovo Robbiani” di Soresina a rischio?

Ho chiesto con un’interrogazione al presidente Roberto Maroni che la Regione intervenga per garantire un futuro al “Nuovo Robbiani” di Soresina.
Il Nuovo Robbiani è un presidio sanitario inaugurato il 30 novembre 2013 che serve un bacino d’utenza di 35mila abitanti e che è costato 17 milioni di euro, in parte del pubblico e in parte del privato. È una struttura che ospita un poliambulatorio con diverse specialità, un centro per sub-acuti da 30 letti, un punto prelievi, una sala operatoria per interventi in day-surgery, un consultorio familiare, ambulatori di medici di medicina generale e altro ancora. Ciò che ancora non c’è, e che rischia di sparire, è invece, il Presidio ospedaliero territoriale, P.O.T. (20 posti letto per i pazienti cronici), effettivamente mai partito nonostante il Nuovo Robbiani fosse uno dei quattro presidi lombardi oggetto di sperimentazione, come definito da due delibere regionali del 2014 e del 2015. Il problema vero è il finanziamento, senza il quale il POT non può partire e la cui incertezza ha già determinato da parte del presidio il licenziamento di undici operatori. E il passaggio dall’azienda ospedaliera di Crema all’ASST di Cremona, in questa fase un po’ complicata, desta ulteriori preoccupazioni di cui chiedo conto all’assessore/presidente.

“Il Nuovo Robbiani è al centro di un territorio al confine tra Cremasco e Cremonese che non è ben collegato con le due città; dunque è evidente che il presidio sanitario sia molto importante. Il licenziamento degli undici operatori ci preoccupa molto, anche come campanello d’allarme di una situazione che rischia di sfuggire di mano. Se non si danno garanzie al più presto di continuità del progetto del POT (con i previsti 20 posti letto) ad essere in difficoltà sarà tutta la struttura sanitaria del “Nuovo Robbiani”! La Regione deve chiarire se intende ancora investire su questa sperimentazione tra pubblico e privato mettendo anche a disposizione in tempi certi le risorse necessarie.

Se non verrà data una risposta immediata trasformerò l’interrogazione presentata oggi in un Question Time urgente nella seduta consiliare del 7 Giugno!

Pubblicato in Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Casa di riposo Zucchi Falcina: incontro con l’assessore Cantù

Casa di Riposo Zucchi FalcinaStamattina, assieme ai consiglieri comunali di minoranza del gruppo civico Rinnova Soresina Giuseppe Mametti e Giuseppe Rocchetta, ho incontrato l’ assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale e Volontariato Maria Cristina Cantù per avere delucidazioni in merito alla paventata vendita, da parte della Fondazione Zucchi Falcina di Soresina, della R.S.A, accreditata e contrattualizzata dal Servizio Sanitario Regionale, al cui interno lavorano più di 200 dipendenti.
Apprezziamo la disponibilità dell’assessore Cantù la quale, condividendo la nostra preoccupazione, ritiene opportuno ponderare la decisione di vendere la struttura riservando 15 giorni di tempo per valutare la situazione nel suo complesso e decidere il da farsi. Nei giorni scorsi avevo inviato una lettera all’assessore nella quale palesavo la forte preoccupazione per il futuro della struttura, importante per la comunità di Soresina, sia per quanto riguarda i degenti e il mantenimento dei posti letto, sia per quanto riguarda i posti di lavoro che verrebbero garantiti per i prossimi tre anni ma senza che siano chiare le prospettive e le condizioni.
L’assessore ha richiesto di approfondire la questione coinvolgendo l’ Asl alla quale sono stati chiesti i documenti assunti dal Cda della Fondazione e incontrerà, nei prossimi giorni, i sindacati per ascoltare le istanze dei dipendenti della R.S.A. Si rimane comunque in attesa del parere del Ministero sui possibili vincoli esistenti per il finanziamento erogato per la realizzazione del giardino terapeutico attrezzato a servizio del nucleo Alzheimer, motivo che aveva spinto già la Regione a chiedere il 29 aprile scorso alla fondazione la sospensione della procedura di vendita.

Pubblicato in Blog Dem | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

La Regione sospenda la vendita della Casa di riposo di Soresina

Casa di Riposo Zucchi FalcinaIeri, giovedi 9 maggio 2013, ho scritto una lettera all’indirizzo dell’assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale e Volontariato Maria Cristina Cantù in merito alla   paventata vendita della Fondazione Zucchi Falcina di Soresina, un’istituto che offre un servizio imprescindibile per la comunità cremasca a cui fanno capo una R.S.A, accreditata e contrattualizzata dal Servizio Sanitario Regionale, con il posto per 213 utenti in regime residenziale e 40 in regime di semi residenzialità, al cui interno lavorano più di 200 dipendenti.
Nei giorni scorsi è stata sancita dal Consiglio di amministrazione la decisione ufficiale di alienare la sede della Fondazione Zucchi Falcina con i relativi posti letto. Questo pur se due consiglieri avevano già rassegnato le loro dimissioni in dissenso, e la stessa Presidente del Cda Veronica Fiamenghi si è dimessa dopo aver però garantito il numero legale – pur esprimendosi contro – e reso quindi valida la votazione. Questa scelta, caratterizzata dalla poca trasparenza rispetto alla reale situazione economica in cui versa la Fondazione, porta a pensare che nessuna strada seria alternativa alla vendita sia stata presa in considerazione dal Cda.
Ho palesato la preoccupazione per il futuro sia per quanto riguarda i degenti e il mantenimento dei posti letto, sia per quanto riguarda i posti di lavoro che verrebbero garantiti per i prossimi tre anni ma senza che siano chiare le prospettive e le condizioni.
Perciò chiedo l’intervento dell’assessore alla luce anche della comunicazione della Regione fatta pervenire alla Fondazione il 29 aprile scorso, con cui si chiede di sospendere ogni procedura in attesa del parere del Ministero in merito ai possibili vincoli esistenti per il finanziamento erogato per la realizzazione del giardino terapeutico attrezzato a servizio del nucleo Alzheimer. Ho chiesto alla Regione di farsi parte attiva con urgenza nella promozione di un tavolo di confronto tra la Direzione della Asl locale, l’Amministrazione provinciale, la Giunta con il consiglio comunale di Soresina e la Fondazione, con l’obiettivo di valutare tutte le strade percorribili alternative alla alienazione tra le quali la presa in carico del ramo di azienda da parte dei gestori delle altre case di riposo della nostra provincia.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

L’arrivo della ferrovia a Crema, nascita della linea ferroviaria Treviglio-Cremona

Domani, sabato 4 maggio, alle ore 18 presso la Sala Cremonesi (Centro Culturale Sant’Agostino, Crema) verrà presentato il volume “L’arrivo della ferrovia a Crema. Nascita della linea ferroviaria Treviglio-Cremona”, di Mauro Giroletti, curato dal Centro Ricerca Alfredo Galmozzi.
Il volume è stato pubblicato appositamente per i 150 anni della linea Treviglio-Crema-Cremona, all’interno della manifestazione organizzata dal Comune di Crema.
Durante la presentazione sarà possibile acquistare il volume, che sarà presente anche nelle librerie di Crema.

Domenica 5 maggio è previsto il passaggio dello storico treno a vapore sulla tratta Treviglio-Soresina, grazie alla collaborazione e partecipazione dei comuni interessati.
Il biglietto è acquistabile presso la Pro Loco di Crema.

Da mercoledì 1 a domenica 12 maggio è presente una mostra presso la Sala Agello, piazza Terni De Gregory a Crema con cartografie, modellini, fotografie, libri, progetti sul tema.

Pubblicato in Cultura e sport | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

Ambrosoli a Crema

Oggi Umberto Ambrosoli ha fatto tappa a Crema, per il suo tour elettorale. L’incontro si è svolto al Caffè Gallery in via Mazzini. Successivamente il candidato presidente della Regione, è partito per fare tappa a Soresina, a Cappella Cantone per poi concludere con una serata a Cremona.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento