Archivi tag: servizio ferroviario

Ponte di Casalmaggiore: serve anche un tavolo permanente con Emilia Romagna e Governo

Si è parlato anche del Ponte di Casalmaggiore oggi pomeriggio in Commissione Trasporti del Consiglio regionale, dove l’assessore Sorte si è presentato per rispondere a diverse interrogazioni sulla situazione di grande criticità di alcune direttrici lombarde.

Il tema dei ponti che collegano la nostra regione con l’Emilia Romagna è di grande attualità negli ultimi mesi, soprattutto in provincia di Cremona, dove la situazione è diventata davvero urgente, soprattutto alla luce delle ultime verifiche tecniche che hanno decretato l’obbligo di ricostruire completamente il ponte di Casalmaggiore.

Serve istituire al più presto un tavolo permanente con la Regione Emilia Romagna e il Governo per trovare una soluzione condivisa dove ognuno faccia la propria parte per migliorare tutte le infrastrutture che riguardano il territorio cremonese. Prima di costruire strade e autostrade si devono mantenere le infrastrutture realizzate, a partire dai ponti che collegano due territori strategici per l’economia dell’Italia.

Fa sorridere il recente spostamento di risorse dal ponte di San Daniele a quello di Casalmaggiore, 3 milioni di euro precedentemente stanziati, dirottati su Casalmaggiore. E le risorse per San Daniele verranno inserite dentro il bilancio del prossimo dicembre.

Prioritario resta il mantenimento del numero delle carrozze recentemente potenziato, ma anche l’incremento della frequenza dei treni nelle ore di punta, tra le due sponde, modello navetta, nelle fasce orarie di maggiore utilizzo di pendolari e lavoratori.

Infine, visto l’argomento in discussione, senza ottenere alcuna replica, ho ribadito come il servizio ferroviario sta peggiorando e lo dimostrano i ritardi quotidiani accumulati dai treni – 80 minuti negli ultimi 3 giorni solo considerando una coppia di treni della linea Cremona-Treviglio-Milano -  ma le prospettive restano incerte: infatti sui nuovi treni, mi riferisco a una lettera inviata agli amministratori del Comune di Cremona, l’assessore Sorte conferma che non arriveranno prima del 2021.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Disagi sulla linea Milano– Cremona–Mantova: la misura è colma

binariUn’ora e 39 minuti di ritardo. Ieri lungo la linea Milano–Cremona, e più precisamente sul treno n. 2663, i numerosi pendolari sono rimasti in balia di Trenord per ben tre ore. Questo è solo l’ultimo caso di inefficienza che si registra quotidianamente lungo la linea Milano–Cremona–Mantova. La misura è davvero colma, la Regione deve iniziare ad affrontare seriamente la questione e invertire il trend negativo che da sempre caratterizza il Sud Lombardia.

Nonostante l’immissione di due nuovi treni, come si può ben notare, la situazione non è affatto migliorata; è più che evidente che non è così che si affronta seriamente il problema della mobilità e del servizio ferroviario in Lombardia. Serve un progetto ampio e lungimirante che al momento non è nemmeno abbozzato. Siamo fermamente convinti che un rinnovamento deve passare necessariamente attraverso la messa a bando del servizio che porti alla previsione di rinnovo dei due terzi della flotta, cioè 200 treni. La Giunta invece è sorda ai richiami, non dico nostri, ma di tutti i pendolari e gli enti locali che si trovano ad affrontare quotidianamente quelle che ormai non sono più nemmeno emergenze. Vorrei poter discutere di tutto questo quanto prima in una riunione del “Quadrante ferroviario”. Chiedo pertanto all’assessore regionale Cavalli di indìre un Tavolo questa volta però da tenere sul territorio, a Cremona, e non come solitamente avviene a Palazzo Lombardia. Mi auguro che il tutto venga fatto in maniera concordata con i sindaci e i pendolari onde evitare che si ripeta quanto successo l’ultima volta quando mancavano i diretti interessati.

Anche il Comune di Cremona ha scritto nei giorni scorsi una lettera all’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alberto Cavalli e al presidente Maroni per chiedere un incontro sul tema. Il problema è grave e come tale va affrontato coinvolgendo gli interlocutori a tutti i livelli. Il Comune di Cremona si è fatto promotore di incontri sul tema con gli amministratori delle città capoluogo delle province limitrofe. Adesso attendiamo una risposta dalla Regione per concordare azioni mirate e condivise. Auspichiamo che arrivi quanto prima.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Pulizia treni: diminuiti gli addetti alle pulizie

Il numero di personale addetto alla pulizia dei treni è diminuito, una decisione presa dall’azienda appaltatrice a seguito della riduzione del budget messo a disposizione da Trenord. Lo ha dichiarato l’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti Alberto Cavalli chiamato in Commissione a rispondere ad una interrogazione che avevo presentato.

Rispetto a tre anni fa le risorse sono diminuite del 20%; nei mesi scorsi l’azienda per aggiudicarsi l’appalto ha fatto un ulteriore ribasso. Ma non contento a giugno, a gara assegnata, Trenord ha chiesto di ridurre ulteriormente il budget. Capisco che le risorse sono diminuite e si cerca di razionalizzare il più possibile ma non si può permettere che un servizio fondamentale come quello ferroviario sia lasciato in condizioni pessime con il livello di decoro nettamente sotto la sufficienza. Non è così che ci si prepara all’Expo che ricordo sarà una vetrina mondiale per la nostra regione.

A seguire i lavori in Commissione anche i rappresentanti dei lavoratori e il sindacato preoccupati per il crescente numero di persone in esubero.

L’assessore ha assicurato che chiederà conto della situazione a Trenord e ha annunciato in anteprima che in vista di Expo la Regione metterà a bilancio 25 milioni di euro destinati proprio al servizio per il decoro e che chiederà al governo ulteriori risorse per soddisfare tutti i treni aggiuntivi che verranno immessi per l’evento.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Il servizio ferroviario affidato con bando in Lombardia si può fare

FerrovieVenerdì mattina ho incontrato a Bologna l’assessore Mobilità e Trasporti in Regione Emilia-Romagna Alfredo Peri. Tre gli argomenti trattati: innanzitutto un parallelo tra i due modelli di gestione del sistema ferroviario, quello lombardo affidato a Trenord e quello emiliano invece affidato attraverso un bando di gara, poi un confronto sulle direttrici ferroviarie interregionali che dalla Lombardia arrivano a Parma, Piacenza e Fidenza ed infine uno sul polo ferroviario di Sermide, in provincia di Mantova, nodo nevralgico della ferrovia Suzzara-Ferrara in quanto vi ha sede l’officina “Grandi Riparazioni” delle Ferrovie Emilia Romagna.

Sono mesi che chiediamo alla Giunta di valutare l’ipotesi di affidare attraverso un bando di gara europeo il servizio ferroviario lombardo, in ultimo ieri pomeriggio quando in Commissione Territorio con un ‘interrogazione abbiamo chiesto nuovamente all’assessore Del Tenno di ritirare la delibera del gennaio scorso con la quale si provvede a rinnovare per altri 7 anni il contratto di servizio a Trenord. Ancora una volta l’assessore lombardo ci ha risposto picche spiegandoci che non vi è convenienza sia in termini economici che pratici. Ma dal confronto avuto oggi con il suo omologo emiliano non vi è alcun dubbio  che questa è la direzione da perseguire.

La scelta di Regione Lombardia di riaffidare il servizio a Trenord senza inserire precise clausole all’interno del contratto relative alla puntualità e per la cifra di più di 500 milioni di euro è stato un errore. La Giunta emiliana, optando per l’affidamento con bando europeo, porta a casa diversi vantaggi quali un risparmio sul costo del contratto di servizio derivante dalla gara  che viene affidata per oltre 20 anni e che permette di ammortizzare i costi e di rinnovare due terzi del parco rotabile con un investimento di  500 milioni. Inoltre si stima un utile di impresa del 6%. Non poco, vista la situazione in Lombardia. Nei giorni scorsi l’assessore Del Tenno si è reso disponibile per un approfondimento sul sistema regionale lombardo a 360° in Commissione Infrastrutture nei primi di maggio. Bene. Sarà quella l’occasione, dati alla mano, per avere un confronto franco sul tema.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Linee ferroviarie cremonesi: collegamenti veloci tra Crema e Cremona con Milano

passaggio a livelloEnnesimi ritardi sulle linee ferroviarie cremonesi. Questa mattina una media di 40 minuti sulla tratta Crema–Treviglio–Milano mentre per altre corse si è optato direttamente per la cancellazione dei treni. Una roba indecente a cui l’assessore Del Tenno non ha ancora dato seguito con atti concreti a quanto annunciato nella seduta del 2 luglio scorso quando, in risposta ad una mia interrogazione in Aula, aveva promesso interventi mirati e immediati. Oggi, in occasione della discussione dell’assestamento al bilancio 2013, con emendamenti e ordini del giorno specifici sul tema del trasporto pubblico locale abbiamo nuovamente incalzato la Giunta.

Oggi pomeriggio in Consiglio Regionale sono stati in discussione tre emendamenti e tre ordini del giorno, di cui sono firmatario, relativi al trasporto pubblico locale in occasione della votazione dell’assestamento al bilancio 2013. Con i tre emendamenti chiediamo alla Regione di assegnare ulteriori 5 milioni alle amministrazioni locali per la qualificazione di stazioni e aree di interscambio, 2,5 milioni per la creazione di piste ciclopedonali e 10 milioni per l’ acquisto di materiale rotabile per migliorare il servizio ferroviario regionale. Con gli ordini del giorno chiediamo invece di dare seguito al progetto di treni veloci di collegamento, un tema a me caro e di grande attualità, tra Crema–Milano e Cremona–Milano, di dare attuazione alla riforma del trasporto pubblico locale ad un anno di distanza dall’approvazione della legge in Consiglio Regionale ed infine, contestualmente alla predisposizione del Programma Regionale della Mobilità, di individuare le priorità degli interventi sulla rete ferroviaria in particolare puntando sul rinnovamento del materiale rotabile e sulla realizzazione di poli di interscambio tra ferro e gomma.

Ci auguriamo che nelle prossime ore la Giunta accolga le nostre proposte dimostrando lungimiranza e attenzione verso le richieste di un territorio troppo a lungo bistrattato.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Presto anche nella stazione di Cremona gli apparecchi per caricare l’abbonamento sulla tessera elettronica

La stazione di Cremona verrà dotata delle apparecchiature necessarie per poter caricare gli abbonamenti sulle tessere elettroniche entro il periodo estivo. Questo, in sintesi, è quanto scrive l’assessore regionale ai Trasporti Maurizio Del Tenno in una lettera in risposta alla mia richiesta di intervento della Regione per ovviare al cattivo funzionamento del servizio ferroviario e far sì che i pendolari cremonesi possano caricare l’abbonamento mensile Io viaggio sulla tessera magnetica.
Accolgo positivamente la celerità con la quale ha risposto l’assessore Del Tenno il quale assicura che, in base alle attività previste dal programma aziendale di ammodernamento della rete di vendita di Trenord,  già dai mesi estivi si dovrebbero risolvere positivamente le criticità che lamentano da tempo i pendolari cremonesi relative alla comunicazione con la clientela e all’utilizzo dell’abbonamento. Oltre alla tessera elettronica l’assessore nella lettera ha anticipato che sarà possibile ricaricare l’abbonamento, nelle formule settimanali mensili e carnet di corsa semplice, anche sulla Carta regionale dei servizi con funzionalità trasporti. Dal canto nostro continueremo a monitorare la situazione, come fatto fino ad oggi, augurandoci che venga rispettato il crono programma.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Treni: Regione e Trenord concedano il bonus già a gennaio

Dall’incontro tenutosi questa mattina tra l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia Andrea Gilardoni, l’amministratore delegato di Trenord Luigi Legnani e i vertici dell’azienda, apprendiamo con piacere che l’assessore Gilardoni e i vertici di Trenord stiano valutando l’ipotesi di concedere il bonus ai pendolari lombardi vittime dei disagi occorsi lungo le linee ferroviarie regionali nel mese di dicembre.
Il Pd aveva da subito richiesto che venisse perseguita la strada del rimborso indipendentemente dalla verifica degli indici di affidabilità per l’ottenimento del bonus e quindi senza aspettare i tre mesi di tempo necessari per essere pubblicati. E’ un bene che Regione e Trenord stiano andando in questa direzione ma auspichiamo che venga preso questo giusto provvedimento già nel mese di gennaio senza aspettare le verifiche. Durante il vertice di questa mattina si è discusso anche della cancellazione temporanea del Lombardia Express, treni veloci che collegano Varese e Bergamo con Milano. Secondo me il servizio non deve essere cancellato in toto ma deve essere ripensato: il Lombardia Express deve essere innanzitutto inserito nel contratto di servizio ferroviario, in questo modo si sfrutterebbe a pieno il servizio e non diventerebbe un collegamento doppione utilizzato da pochi. Nel quadro generale delle linee ferroviarie regionali, infatti, sarebbe un ottimo collegamento diretto per gli orari di punta e, con una riduzione del costo del biglietto, alla portata di tutti.

Pubblicato in Economia e lavoro, Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Paullese: rispettato il crono programma ma manca il collegamento tra la parte cremasca e quella milanese

Oggi pomeriggio l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo, partecipando alla seduta della commissione V in Consiglio regionale, ha relazionato in merito allo stato dell’arte delle infrastrutture stradali e ferroviarie in vista di Expo 2015. Per quanto concerne la Paullese l’assessore ha confermato che il tratto in direzione Milano, lungo poco più di 5 chilometri , è stato realizzato per l’80% e che la consegna è prevista per il prossimo mese di luglio. I 7 chilometri del tratto cremasco, invece, sono ancora a metà dell’opera, al 55%, e saranno completati entro fine anno, mentre le opere complementari verranno ultimate entro aprile 2013.
E’ una buona notizia, è stato rispettato perfettamente il crono programma. C’è un però: una volta completata tutta la Paullese rimane in sospeso il problema del collegamento tra la parte cremasca e quella milanese all’altezza di Spino D’Adda. Continuo ad insistere sulla necessità di imbastire un progetto esecutivo che guardi in questa direzione e soprattutto bisogna trovare le risorse necessarie per far ciò.
Cattaneo nella sua relazione ha informato i commissari che i treni ad alta velocità della linea Treviglio Brescia, una tratta lunga circa 57 chilometri , sarà inaugurata nell’aprile 2016. Inoltre ha riferito che lo studio di sistemazione a corrente libera del Po, che potrebbe favorire la navigazione per oltre 300 giorni l’anno, è stata consegnata pronta lo scorso mese di aprile.
Vista l’urgenza di reperire risorse per ammodernare il servizio ferroviario ho chiesto all’assessore di finanziare con le compensazioni progetti innovativi legati al trasporto così come avevamo già richiesto in altre occasioni. L’assessore non ha escluso nessuna possibilità, noi continueremo ad insistere presentando un emendamento al testo.

Pubblicato in Mobilità, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Riforma del Trasporto pubblico licenziata in commissione

È stata approvata oggi in commissione Territorio e mobilità del Consiglio regionale la legge di riforma del trasporto pubblico locale. Le maggiori novità sono la creazione di cinque agenzie formate dagli enti locali all’interno di altrettanti bacini del trasporto regionale all’interno dei quali i servizi saranno gestiti uniformemente. Come Pd, dopo aver ottenuto l’approvazione di alcuni emendamenti qualificanti ci siamo astenuti.

Il nostro progetto prevedeva una ripartizione in tre grandi bacini, con agenzie più forti e autonome, con maggior capacità di programmazione. Tuttavia la legge licenziata oggi, anche grazie all’accoglimento di nostre proposte di modifica, va nella direzione da noi condivisa, seppure con troppe limitazioni. Un buon passo in avanti è stata la riduzione dei bacini da sette a cinque, con l’accorpamento delle province di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia da un lato, di Varese, Lecco, Como e Sondrio dall’altra. Non è stata condivisa dall’assessore e dalla maggioranza la nostra proposta di arrivare a tre. Sono rimaste quindi da sole Bergamo, che noi chiedevamo di accorpare all’area montana, e Brescia, che avremmo voluto aggregare con il bacino, il quinto, di Cremona e Mantova.

Continua a leggere

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Treni, venerdì audizione di Cattaneo in Commissione

Venerdì mattina, alle ore 11.00, è convocata in via straordinaria la Commissione Territorio e Mobilità in Consiglio regionale per l’audizione dell’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo chiamato a rispondere all’interrogazione presentata nei giorni scorsi da me e Giovanni Pavesi in merito alle inefficienze del servizio ferroviario regionale aggravate dalla straordinaria ondata di maltempo che ha interessato la Lombardia.
Vista la gravità della problematica e l’esigenza di un confronto diretto con le istituzioni ci auguriamo che la seduta di Commissione venga aperta anche al comitato dei pendolari, i diretti interessati della discutibile gestione del servizio ferroviario. Sarebbe un’ottima occasione per l’assessore di dare tutte le spiegazioni necessarie che la situazione richiede e discutere sui provvedimenti che la Regione intende mettere in campo, per noi di avere quel confronto che avevamo chiesto già mesi fa ma che c’è stato negato, alla luce anche del tavolo tecnico che si terrà domani a Palazzo Lombardia tra assessorato e pendolari da cui siamo stati lasciati fuori. Spero che venerdì l’assessore accolga positivamente la nostra richiesta di bonus straordinario, valido per il mese di marzo, inserita nel testo dell’interrogazione. L’audizione offre una buona occasione per discutere assieme sul da farsi. Sarebbe un peccato sprecarla.

Pubblicato in Mobilità | Taggato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento