Archivi tag: Provincia di Cremona

Paullese: per il 2018 ci sono altre buone novità

Ho parlato in questi giorni con Arianna Censi, Consigliere alla Mobilità di Città Metropolitana nonchè vicesindaco, e con l’ing. Gatta, dirigente della stessa, in merito ai lavori per la riqualificazione della ex ss Paullese dopo la decisione di Regione Lombardia di finanziare tutti i lavori mancanti (in particolare il tratto lodigiano tra Zelo e il nuovo Ponte sull’Adda e il Ponte stesso).
Bene, la Vicesindaco Censi mi ha detto di avere firmato lo scorso 29 dicembre, un decreto che prevede l’indizione di un’unica gara per l’individuazione di una ditta alla quale verrà affidato l’incarico di realizzare:

1-  i lavori nel tratto dalla TEEM  fino a a Zelo;
2- il tratto lodigiano da Zelo buon Persico fino al Ponte di Spino;
3-  l’eliminazione dei semafori di S. Donato.

Si, di fatto tre opere con un’unica gara, con l’individuazione, quindi, di un’unica ditta. Con modalità di indizione che sono spiegate nel decreto che si potrà vedere nei prossimi giorni.
Questa mi pare una buona notizia. Adesso rimane il Ponte sul fiume Adda; dove ci sono i soldi ma manca il via libera definitivo del Cipe e la decisione di chi farà da stazione appaltante. Ed io credo tocchi alla Provincia di Cremona, cosi come si era deciso qualche anno fa con il protocollo sottoscritto in comune a Spino d’Adda. Tocca alla Provincia di Cremona e non a città Metropolitana o a Regione, attraverso Infrastrutture Lombarde. In questo contesto si inseriscono anche le opere di compensazione del Comune di Spino d’Adda che chiede alla Regione , giustamente, di farsi carico della realizzazione delle due fermate degli autobus sulla Nuova Paullese (che sono state eliminate) e il relativo sottopasso pedonale- ciclabile, nonché la posa delle barriere fono assorbenti in prossimità del Villaggio Adda.
Grazie. Buon anno a tutti.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La Regione sospenda la vendita della Casa di riposo di Soresina

Casa di Riposo Zucchi FalcinaIeri, giovedi 9 maggio 2013, ho scritto una lettera all’indirizzo dell’assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale e Volontariato Maria Cristina Cantù in merito alla   paventata vendita della Fondazione Zucchi Falcina di Soresina, un’istituto che offre un servizio imprescindibile per la comunità cremasca a cui fanno capo una R.S.A, accreditata e contrattualizzata dal Servizio Sanitario Regionale, con il posto per 213 utenti in regime residenziale e 40 in regime di semi residenzialità, al cui interno lavorano più di 200 dipendenti.
Nei giorni scorsi è stata sancita dal Consiglio di amministrazione la decisione ufficiale di alienare la sede della Fondazione Zucchi Falcina con i relativi posti letto. Questo pur se due consiglieri avevano già rassegnato le loro dimissioni in dissenso, e la stessa Presidente del Cda Veronica Fiamenghi si è dimessa dopo aver però garantito il numero legale – pur esprimendosi contro – e reso quindi valida la votazione. Questa scelta, caratterizzata dalla poca trasparenza rispetto alla reale situazione economica in cui versa la Fondazione, porta a pensare che nessuna strada seria alternativa alla vendita sia stata presa in considerazione dal Cda.
Ho palesato la preoccupazione per il futuro sia per quanto riguarda i degenti e il mantenimento dei posti letto, sia per quanto riguarda i posti di lavoro che verrebbero garantiti per i prossimi tre anni ma senza che siano chiare le prospettive e le condizioni.
Perciò chiedo l’intervento dell’assessore alla luce anche della comunicazione della Regione fatta pervenire alla Fondazione il 29 aprile scorso, con cui si chiede di sospendere ogni procedura in attesa del parere del Ministero in merito ai possibili vincoli esistenti per il finanziamento erogato per la realizzazione del giardino terapeutico attrezzato a servizio del nucleo Alzheimer. Ho chiesto alla Regione di farsi parte attiva con urgenza nella promozione di un tavolo di confronto tra la Direzione della Asl locale, l’Amministrazione provinciale, la Giunta con il consiglio comunale di Soresina e la Fondazione, con l’obiettivo di valutare tutte le strade percorribili alternative alla alienazione tra le quali la presa in carico del ramo di azienda da parte dei gestori delle altre case di riposo della nostra provincia.

Pubblicato in Sanità e welfare | Taggato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sergnano: interrogazione a risposta immediata

Il territorio di Sergnano è troppo complesso e le ragioni dell’inquinamento da idrocarburi e da piombo sono ancora troppo oscure perché si possa non fare la valutazione di impatto ambientale sulla nuova centrale di pompaggio del gas naturale. Per questo ho presentato oggi un’interrogazione a risposta immediata sull’argomento in vista della seduta del Consiglio regionale di martedì prossimo, 7 maggio.
Il tema è quello dell’impianto di stoccaggio del gas e dell’inquinamento della falda che preoccupa i cittadini e non ha ancora una spiegazione. Pochi giorni fa durante la conferenza dei servizi tra comune di Sergnano, Provincia di Cremona, Asl di Crema, Arpa e la ditta Stogit Spa è stato approvato il “piano per la messa in sicurezza in emergenza della falda” ed è stato chiesto a Stogit di indagare sulle cause dell’inquinamento da benzene nelle acque sotterranee circostanti, anche a valle dell’impianto.
Il riutilizzo del sito per lo stoccaggio di gas non deve prescindere dal dare certezze ai cittadini del territorio. I livelli di inquinamento oltre la norma, su un territorio su cui insistono diversi impianti consigliano di effettuare una valutazione d’impatto complessiva. Dunque chiediamo alla Regione di spiegare le motivazioni del decreto del 26 novembre 2012 con cui si è esclusa la Via. Chiediamo anche che la Regione rassicuri tutti i cittadini che oggi sono preoccupati della sicurezza e della tutela dell’ambiente su un territorio su cui già esiste un impianto di stoccaggio ed è in via di autorizzazione un nuovo impianto di pompaggio, il tutto in poche centinaia di metri.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , , , , , , , | 1 commento

Regione, si faccia il Call Center Sanitario al polo ex Olivetti di Crema

Il call center della Regione Lombardia riaprirà in regione entro il 2012 ma la localizzazione non è ancora stata definita. È della scorsa settimana la decisione della Giunta Regionale di dare il via libera alla costituzione e all’insediamento di un nuovo centro di prenotazioni telefoniche in territorio lombardo, che si affiancherà a quello insediato da alcuni anni a Paternò, in Sicilia, e gestito dalla società Transcom Worldwide Spa per Lombardia Informatica, azienda interamente partecipata dalla Regione. Torna dunque d’attualità la proposta che a fine aprile il PD avanzò in Consiglio Regionale: l’apertura della nuova sede a Crema, nell’area ex Olivetti, richiamando un protocollo d’intesa dei primi anni ’90 con cui la Regione, la provincia di Cremona, Reindustria, e l’amministrazione cittadina di Crema concordarono un passaggio di “parti significative di Lombardia informatica” nel polo industriale dismesso della ex Olivetti. In queste settimane è in corso lo studio per l’individuazione dei siti idonei a localizzare il call center: è mio auspicio che tra questi sia inserito anche il territorio cremasco. Continua a leggere

Pubblicato in Economia e lavoro, Sanità e welfare | Taggato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Discarica di Cappella Cantone: la conferenza ha detto sì, passo avanti nella direzione sbagliata

La conferenza di servizi sulla discarica di Cappella Cantone ha detto sì. La discarica si farà, a prescindere dai pareri dei cinque sindaci che vi si oppongono. E grazie all’atteggiamento della Provincia di Cremona che ha scelto una sorta di ‘astensione’.
La conferenza ha fatto un passo avanti nella direzione sbagliata.

L’incontro con i portatori di interesse (i sindaci, le imprese che insistono sul territorio e quella che deve realizzare la discarica), il Comune, la Provincia e la Regione, e con la mia presenza, si è tenuto questo pomeriggio, a Milano.
Il parere del Comune era favorevole, l’Arpa ha dato un giudizio sul nuovo progetto, che fa seguito a quello bocciato l’anno scorso dalla Regione stessa, sostenendo che è compatibile. Invece, la Provincia ha assunto una delibera di Giunta stamattina, chiedendo l’apertura di un confronto con la Regione e quindi non esprimendosi nel merito del progetto e in attesa di eventuali soluzioni alternative, tipo lo smaltimento industriale dell’amianto. Il risultato è stato che, in zona Cesarini, la Provincia non si è espressa. E a quel punto, non avendo dato un parere definitivo, l’interpretazione della legge ritiene che è come se fosse stato positivo. Continua a leggere

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Cappella Cantone: provincia, posizione insufficiente per affrontare la vicenda

L’ordine del giorno votato ieri in Consiglio Provinciale, che impegna la Giunta ad avviare un confronto con Regione Lombardia, è intempestivo e inefficace, anche in vista della prossima Conferenza di servizio convocata per il 25 agosto. Cosa verranno a dire l’assessore Pinotti o lo stesso Presidente Salini?

Dire, come fa l’assemblea provinciale, che possono esserci ‘eventualmente’ altre soluzioni, significa dare per scontato che questa discarica s’ha da fare e che se le soluzioni alternative non si troveranno rimane ben poco da sperare. Si tratta di una mediazione al ribasso. Tutta un’altra cosa rispetto a quanto recentemente affermato, purtroppo solo sulla stampa, dal presidente Salini. Dichiarazioni che arrivano in ritardo, perché ben diversi sono stati il comportamento e la posizione della Provincia di Cremona nell’ultima Conferenza di servizio istruttoria dello scorso 9 giugno. Così come diverso è stato il percorso della Giunta Provinciale di centrodestra che aveva supinamente accettato la nomina di Salini da parte della Regione a Commissario ad acta proprio per bypassare il ‘no’ deciso alla discarica di Cappella Cantone che la Giunta Torchio aveva opposto al dictat di Formigoni. Continua a leggere

Pubblicato in Ambiente e agricoltura | Taggato , , , | Lascia un commento