Archivi tag: Politecnico

Ok al progetto Vento

ciclistaLa Commissione Territorio e Infrastrutture del Consiglio Regionale ha votato all’unanimità questo pomeriggio una richiesta alla Giunta Regionale perché includa nella pianificazione della mobilità ciclistica regionale il progetto VENTO, la ciclovia di collegamento tra Venezia e Torino che per 679 chilometri si snoda lungo le sponde del Po. Il progetto è stato realizzato dal dipartimento di Architettura e Pianificazione del Politecnico di Milano e inserito dal Governo nel dossier “Agenda Italia” su Expo 2015, nonché inserito in uno specifico bando emanato da Fondazione Cariplo che prevede il finanziamento delle reti ciclabili connesse con lo stesso progetto. La richiesta, che è tecnicamente una raccomandazione allegata al parere che la commissione ha dato in merito al Piano regionale per la mobilità ciclistica, è stata presentata da me e Jacopo Scandella.
Un progetto tanto importante non può mancare dalla pianificazione regionale e la commissione ha accolto unanimemente la nostra richiesta. Ad oggi il progetto è stato condiviso da 70 tra amministrazioni comunali, università e associazioni, ed è a livello provinciale che vanno favoriti accordi o protocolli d’intesa con i comuni e i portatori d’interesse. Abbiamo anche chiesto che si attivino accordi con Trenord per attrezzare le stazioni allo scambio ferro–bicicletta e per adattare i treni ad accogliere i cicloturisti, a differenza di quanto avviene ora.

Pubblicato in Cultura e sport, Territorio | Taggato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Progetto VenTo: La Regione si faccia carico del coordinamento e della pianificazione

Questa mattina in Aula ho richiesto all’assessore regionale alla mobilità e infrastrutture Raffaele Cattaneo che la Regione diventi parte attiva nella realizzazione del progetto VenTo.
Il progetto curato dal Politecnico di Milano ha grandi potenzialità sia perché, se realizzato, collegherebbe diverse città artistiche italiane ma soprattutto perché diventerebbe la spina dorsale e centrale del collegamento europeo Eurovelo 8 che unisce la Spagna con l’Ucraina. Un bel cambio di passo che smarcherebbe il tema della ciclabilità da locale a globale. Senza dimenticare che questa infrastruttura farebbe da volano sia per l’economia che per il turismo lombardo, valorizzerebbe l’immagine della Regione e sarebbe coerente con lo spirito di sostenibilità che Expo2015 dovrebbe mostrare.
L’assessore Cattaneo rispondendo all’interrogazione presentata ha ricordato i bandi regionali indetti due anni fa con i quali sono stati finanziati 45 progetti presentati dai singoli enti locali e che hanno permesso la creazione di 175 km di nuova pista ciclabile. Ma i progetti di cui parla l’assessore non sono in contraddizione con la realizzazione dei 679 km di ciclovia pensata dal Politecnico di Milano. Sarebbe opportuno perciò che la Regione si faccia carico del coordinamento e della pianificazione e solleciti la progettualità da parte degli enti locali visto e considerato che il progetto VenTo rientra perfettamente in una progettualità sovraregionale. Continua a leggere

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Mobilità | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Una ciclabile da Venezia a Torino

Oggi, mercoledi 1 agosto 2012, ho presentato un’interrogazione a risposta immediata relativamente al progetto VenTo, presentato il 11 maggio 2012 dal Politecnico di Milano. Si tratta di un progetto che vede la realizzazione di una pista ciclabile di 679 Km, in parte già esistente e in parte da realizzare e messa in sicurezza con un intervento molto contenuto. La ciclabile sarebbe la più lunga del Sud Europa e collegherebbe città artistiche come Venezia, Ferrara, Mantova, Sabbioneta, Cremona, Pavia, Valenza, Casale Monferrato, Torino.

Sarebbe la spina dorsale e centrale del collegamento europeo EUROVELO 8 dalla Spagna all’Ucraina, portanto alle realtà locali del nord Italia una prospettiva internazionale di grande significato; potrebbe presentarsi come un volano sia per l’economia che per il turismo e valorizzerebbe l’immagine della Regione, di Expo 2015.

I tempi per la realizzazione del progetto, se in questa fase di accordo iniziale tra enti territoriali non si perdesse tempo, sarebbe di 3 anni.

In allegato il testo dell’interrogazione.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Cultura e sport, Mobilità, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento